DIRETTA/ Milan-Zenit San Pietroburgo live (0-1 p.t. Champions League 2012-2013): la partita in temporeale

- La Redazione

Milan-Zenit chiude il primo tempo sull’1-0 per gli ospiti. Un dubbio rigore non fischiato su Pazzini arriva a solo parziale giustificazione per i rossoneri. La diretta di Milan-Zenit live

pazzini_milan_panchinaR400
Giampaolo Pazzini (Infophoto)

Il primo tempo tra Milan e Zenit si è concluso sul parziale di 0-1. Decide la rete messa a segno a 10 minuti dall’intervallo dal capitano dei bianco-blu Danny. I rossoneri però recriminano per un calcio di rigore ingiustamente non concesso. Allegri cambia diversi interpreti dalla trasferta di Catania, proponendo un dinamico 4-3-1-2. In difese si rivede Mesbah sulla sinistra, mentre Zapata fa rifiatare Yepes. A centrocampo, riposa l’affaticato Montolivo e torna tra i titolari capitan Ambrosini, affiancato da Flamini e Emanuelson. In attacco Bojan rifornisce la coppia Pazzini-Boateng. Spalletti si ripresenta a San Siro provando a centrare l’unico l’obiettivo rimasto: il terzo posto, che consentirebbe l’accesso alla fase eliminatoria di Europa League. L’avvio di gara presenta una fase di studio tra le due squadre. La cintura difensiva rossonera si mostra più attenta del solito, con Zapata e Acerbi sempre attenti a chiudere sulle incursioni di Hulk. Il Milan si rende pericoloso dopo 4 minuti. Un lob di Bojan aziona Pazzini in area, ma l’attaccante viene travolto da un intervento scomposto di Bruno Alves. L’arbitro francese Chapron preferisce lasciar giocare tra le proteste dei giocatori di casa. Lo Zenit pur accumulando lunghe fasi di possesso palla non riesce a concludere e così i rossoneri alla lunga vengono fuori prendendo coraggio. Flamini ed Emanuelson ci provano da fuori area, ma Malafeev osserva i tentativi infrangersi a lato. Pazzini scalpita tra i difensori avversari, ma non riesce mai ad anticiparli nel gioco aereo. I padroni di casa pur controllando il match incassano il gol che finora decide il match. Alla mezzora Flamini sbaglia un passaggio a centrocampo e aziona Hulk che serve Danny sul limite dell’area di sinistra. Il capitano dello Zenit cerca l’inserimento di Semak nel mezzo, ma il pallone rimbalza sullo scarpino di Acerbi. Lo stesso Danny è il più lesto di tutti a calciare la sfera abbandonata in area e batte Abbiati. Flamini qualche minuto più tardi per farsi perdonare ci prova con un tiro da fuori, ma Malafeev risponde respingendo. Il Milan ha finora dato un impressione positiva, nonostante lo svantaggio. Vedremo se nella ripresa la banda di Allegri saprà ribaltare il risultato… 

MIGLIORE IN CAMPO MILAN: EMANUELSON 6,5
PEGGIORE IN CAMPO MILAN: FLAMINI 5
MIGLIORE IN CAMPO ZENIT: DANNY 7
PEGGIORE IN CAMPO ZENIT: HUBOCAN 5,5
(Francesco Davide Zaza – twitter@francescodzaza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori