CALCIOMERCATO/ Milan, Cordolcini (Guerin Sportivo): Van Rhijn? Terzino difensivo e poco “zemaniano”, ma l’Ajax…(esclusiva)

- int. Alec Cordolcini

Gli osservatori di calciomercato del Milan stanno monitorando alcuni talenti olandesi tra cui Ricardo Van Rhijn, terzino dell’Ajax classe 1991: ce ne parla l’esperto Alec Cordolcini

Van_Rhijn
Ricardo van Rhijn (infophoto)

Ricardo Van Rhijn è un terzino destro olandese che gioca nell’Ajax. Le ultime indiscrezioni di calciomercato lo indicano come un obiettivo del Milan, che lo sta tenendo d’occhio con i suoi osservatori, capeggiati dal direttore sportivo Ariedo Braida. In questo momento le voci di calciomercato attorno al Milan si sprecano, agitate dalle dichiarazioni di questo o quel protagonista. Per esempio nelle ultime ore ha parlato Mino Raiola, che ha definito Mario Balotelli costoso come la Gioconda di Leonardo da Vinci (clicca qui per saperne di più). Questo sull’onda delle voci che vogliono il Milan intenzionato ad acquistare Supermario nel calciomercato di gennaio. Balotello o meno, il Milan sarà sicuramente attivo nei prossimi mesi. Anzitutto in uscita, per sfoltire una rosa che annovera alcuni giocatori non utili ad Allegri. Ma anche in entrata, perché la squadra va rinforzata per poter tornare ai massimi livelli. Parallelamente alle grandi trattative di calciomercato, i dirigenti rossoneri portano avanti discorsi per adesso secondari, ma importanti in prospettiva. Da tempo ad esempio si dice che gli 007 milanisti si siano messi in caccia nel territorio olandese, storicamente caro ai colori rossoneri. Sembra che Galliani e Braida stiano monitorando diversi talenti, tra cui anche Ricardo Van Rhijn, classe 1991 sotto contratto con ll’Ajax sino al 2015. Per parlare del terzino dei lancieri ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva Alec Cordolcini, giornalista del Guerin Sportivo e grande esperto di calcio olandese. Ecco le sue impressioni:

Si parla molto del giovane Ricardo Van Rhijn come obiettivo del Milan: che giocatore è? E’ cresciuto nell’Ajax come difensore centrale, poi è stato spostato a destra da de Boer. E’ in prima squadra dallo scorso campionato ed è diventato titolare quest’estate, dopo la partenza di Van der Wiel. Rispetto a quest’ultimo, difensivamente può crescere e dare più garanzie: però sei mesi in Eredivisie sono un pò pochi per ambire al trasferimento all’estero.

L’Ajax valuterà le offerte per lui, oppure punta a farlo crescere ancora in prima squadra? Adesso Van Rhijn sta dando buoni risultati. E’ un talento di sicuro interesse: credo che l’Ajax non intenda lasciarlo partire adesso, a gennaio in particolare, proprio perché il giocatore deve ancora accumulare esperienza.

In Italia c’è anche la Roma che sembra cercare un terzino destro: per capirci, come vedrebbe Van Rhijn nella squadra di Zeman?

Non benissimo, perlomeno per quello che sta facendo vedere adesso la Roma. Van Rhijn è troppo acerbo per giocare in una difesa messa costantemente sotto pressione, come quella romanista. Che però a ben vedere non è molto diversa dalla situazione difensiva che ha appena vissuto l’Ajax in Champion League.

In che senso? In coppa i Lancieri hanno affrontato squadre, come Real Madrid e Borussia Dortmund, di cinque livelli superiori. Infatti l’Ajax ha chiuso tre partite prendendo quattro gol: è emerso come in una difesa non protetta dal centrocampo, giocatori di talento come Van Rhijn possono andare in difficoltà. Non lo vedrei bene alla Roma, così come non avrei visto Van Der Wiel.

 

(Carlo Necchi)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori