CALCIOMERCATO/ Milan, Kakà apre alla cessione, Psg in vantaggio ma Berlusconi…

- La Redazione

Il Milan tra poco più di un’ora dovrà affrontare l’Udinese nell’anticipo pomeridiano della quarta giornata di ritorno del campionato di Serie A. I rossoneri però sono attenti anche…

Il Sussidiario.net
Kakà (infophoto)

Il Milan tra poco più di un’ora dovrà affrontare l’Udinese nell’anticipo pomeridiano della quarta giornata di ritorno del campionato di Serie A. Impegno duro per i rossoneri che dovranno assolutamente puntare alla vittoria per non perdere terreno nei confronti della Juventus che non giocherà contro il Bologna per il problema maltempo e che dovà recuperare due match. Il Milan non vuole perdere altro terreno nonostante i tantissimi infortunati che non giocheranno in Friuli. Certo, l’Udinese non è la squadra migliore da affrontare in questo momento per il Milan, ma i rossoneri dovranno assolutamente provarci. In estate i dirigenti del Milan dovranno rinforzare la squadra, i nomi dei prossimi obiettivi ci sono ma i tifosi del Milan si aspettano un grande colpo dal presidente Berlusconi. Ieri dall’Inghilterra è rimbalzata la voce di un possibile arrivo di Gareth Bale dal Tottenham, ma il gallese, classe 89′, piace a molti grandi club ed è difficile strapparlo agli Spurs nella prossima stagione. Oggi il quotidiano spagnolo Marca ha rivelato che Ricardo Kakà abbia dato l’ok al Real Madrid per una sua eventuale cessione in estate. Kakà è stanco di non essere ritenuto un titolare da Mourinho che spesso e volentieri lo lascia in panchina. L’ex giocatore del Milan a Madrid non ha mai messo in mostra il grande talento mostrato a Milano con la maglia rossonera. Kakà nel Milan ha dato dimostrazione di grandi qualità non a caso ha vinto il Pallone d’Oro. I rossoneri hanno dovuto cederlo al Real Madrid per circa 64 milioni di euro, ma nella capitale spagnola non ha mai convinto. Con l’arrivo di Mourinho in panchina le cose per Kakà sono peggiorate, visto che lo Special One ha preferito puntare su altri giocatori. Su Kakà è piombato il Psg di Ancelotti e Leonardo, due che conoscono perfettamente il giocatore. Ancelotti lo avrebbe voluto già a gennaio ma il giocatore ha preferito restare nella capitale spagnola. A giugno però Kakà potrebbe andare via per 30 milioni di euro. E il Milan? Difficile immaginare una tale somma per un calciatore che quest’anno compirà 30 anni, ma è anche vero che Berlusconi ha un feeling particolare con il giocatore sudamericano e sogna di riportarlo a Milano.

Il club rossonero per il momento non vuole esporsi molto da questo punto di vista ma è chiaro che per Kakà sarebbe davvero un bel enigma. Tornare a Milano per ritrovare l’ambiente in cui ha dato il meglio di sè oppure tornare a lavorare con un tecnico che lo ha lanciato come Ancelotti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori