CALCIOMERCATO/ Milan, B. Berlusconi fa chiarezza: Mai intromessa in Pato-PSG

- La Redazione

La figlia del presidente del Milan, Barbara Berlusconi, esce allo scoperto, e racconta la verità sulla trattativa Pato-Paris Saint Germain. E per il futuro pronti altri investimenti

Pato.jpg
Alexandre Pato, attaccante Milan (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO – Il periodo ormai famoso di metà gennaio in cui il Milan fu ad un passo dal cedere Alexandre Pato al Paris Saint Germain ed in contemporanea di acquistare Carlitos Tevez dal Manchester City, non è ancora stato chiarito del tutto. Il Papero, infatti, aveva praticamente fatto le valigie, salutato tutti a Milanello, e pronto ad imbarcarsi per un volo di sola andata Milano-Parigi. Ma sul più bello è arrivato lo stop, con il presidente Silvio Berlusconi che ha convinto il nazionale brasiliano a non lasciare il Milan, forse non convinto dalla bassa offerta dei parigini. Una trattativa bloccata, come si mormora, anche dalla figlia del presidente, Barbara Berlusconi, notoriamente fidanzata del Papero. La stessa ha voluto fare finalmente chiarezza sull’accaduto e intervistata dal quotidiano La Repubblica ha esclamato: «Mi sono tenuta volontariamente fuori dalla trattativa col Psg. Gossip? Non semplice. A volte nella vita accadono cose belle e impreviste, bisogna sempre saperlo accettare». Nessuna parola quindi sull’operazione e il trasferimento sarebbe saltato solo ed esclusivamente dopo pubblica richiesta del numero uno di via Turati. Intanto Pato a breve dovrebbe tornare in campo. Non è da escludere che già per la sfida di domani di Champions League il giovane attaccante classe 1989 possa rivedersi in panchina per poi tornare a calcare definitivamente i campi da gioco durante il weekend, in occasione della partita di Serie A. Il suo futuro a Milanello sembra però tutt’altro che certo. Il ragazzo potrebbe infatti nuovamente tornare al centro delle vicende di calciomercato durante la prossima estate anche perché il Milan non ha perso la speranza di ingaggiare Carlitos Tevez. Il nazionale argentino si ri-arruolerà a breve con i compagni di Manchester, e se tutto andrà come previsto, in estate farà le valigie per salutare tutti definitivamente. B. Berlusconi ha parlato infine del futuro del Milan, non escludendo nuovi investimenti: «Vogliamo continuare a mantenere una grande squadra, il ritorno di mio padre da presidente darebbe nuovo slancio. Chi pensa che il Milan sia un giocattolo non ha capito quanto sia cambiato il calcio: non solo passione, ma business».

Parole sicuramente di buon auspicio quelle della Berlusconi che non possono che far sognare i tifosi del Milan…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori