CALCIOMERCATO/ Milan, Pirlo: svelato finalmente il perché dell’addio…

Il regista ex Milan Andrea Pirlo ha lasciato i rossoneri nell’estate del 2011 con il contratto in scadenza. Diverse cose si sono dette sulla sua partenza: ecco la verità

26.02.2012 - La Redazione
juventus_andrea_pirlo_R400
Andrea Pirlo (Infophoto)

CALCIOMERCATO – Lo scorso luglio 2011, dopo 10 anni di gloriosa carriera in rossonero Andrea Pirlo, uno dei simboli del Milan vincente di Carlo Ancelotti del primo decennio del 2000, ha lasciato per sempre via Turati. Ad inizio estate, dopo una fugace visita dall’amministratore delegato rossonero, Adriano Gallian,i nel capoluogo lombardo, ha salutato tutti: «La mia avventura qui è finita, giocherò nella Juventus…». Una vicenda che però non è mai stata chiarita fino in fondo e che ha lasciato non poco amaro in bocca ai tifosi del Diavolo. Si pensava ad una cessione fortemente voluta dall’allenatore Massimiliano Allegri che dopo anni di Pirlo-dipendenza è riuscito ad affrancare lo scacchiere rossonero dai piedi del metronomo bresciano, portandolo comunque alla vittoria. Si è parlato poi di una volontà dello stesso Pirlo di rinnovare a cifre che il Milan non poteva offrirgli, mentre la Juventus si. Ma nulla di tutto questo, stando alle ultime indiscrezione, sembra corrispondere al vero. Il sito del noto magazine Panorama, ha infatti svelato la verità. L’addio di Pirlo al Milan risalirebbe addirittura a circa un anno fa, a fine dicembre. Dopo il rientro da un infortunio il regista ha scoperto di non avere più il posto da titolare nell’11 partente di Allegri. Il Milan ha deciso infatti di puntare su Mark Van Bommel, arrivato a Milanello a gennaio del 2011. Il tecnico rossonero e l’ad, sempre da come riporta Panorama.it, avrebbero quindi incontrato Pirlo e gli avrebbero detto: «Se vuoi restare devi cambiare ruolo». Allegri aveva in mente per il bresciano una posizione di interno destro/sinistro ma il diretto interessato non se la sentiva proprio di cambiare modo di giocare dopo 10 anni in cui si è costruito con tanto sudore e tanta determinazione un proprio ruolo, forse unico al mondo. A quel punto, complice anche l’ennesimo infortunio, l’ex Inter ha deciso di salutare la barca e trasferirsi nella Juventus. A Torino, sponda bianconera, Pirlo è letteralmente rinato. Complice un fisico ritornato perfettamente al 100% il centrocampista ha preso per mano la squadra di Antonio Conte guidandola spesso e volentieri a diverse vittorie. L’ultima prestazione eccelsa, quella contro il Catania, durante il quale ha realizzato una splendida rete di punizione e regalato due assist al bacio ai compagni.

E ieri sera è tornato nella sua San Siro dove ha affrontato i vecchi compagni del Milan: la sfida decisiva non soltanto per lo scudetto ma anche per decidere chi fra Allegri e Pirlo ha vinto la propria battaglia è finita in parità…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori