CALCIOMERCATO/ Milan, il Psv insiste per Van Bommel. Buone nuove da Gattuso!

Il club di Eindhoven rivuole l’esperto centrocampista: a ‘chiamarlo’ anche il giovane Strootman. Intanto oggi Gattuso ha svolto un’intera seduta di allenamento con i compagni…

28.02.2012 - La Redazione
mark_van_bommel_r400
Mark Van Bommel (Infophoto)

Il Psv Eindhoven non ha smesso di sognare il ritorno tra le proprie fila di Mark Van Bommel. L’esperto centrocampista del Milan ha già vestito la maglia del club biancorosso dal 1999 al 2005, collezionando la bellezza di 169 presenze e 46 gol e vincendo quattro volte l’Eredivisie, il massimo campionato olandese. Logico che uno così, con il suo carisma, con la sua mentalità vincente, sia rimasto nel cuore del Psv. Senza contare che pure gli attuali giocatori della rosa a disposizione di Fred Rutten sognano il suo arrivo. Come ad esempio il 22enne centrocampista Kevin Strootman, che farebbe carte false per emularne le gesta: “Spero che torni a giocare con noi, per lui sarebbe la scelta migliore”, le sue dichiarazioni a NUSport. Per i giovani, secondo l’emergente nazionale oranje, uno come Mark è un modello: “Chiunque vorrebbe essere bravo come lui”. Lo sa bene anche Massimiliano Allegri, che per Van Bommel ha sacrificato un certo Pirlo, finito alla rivale Juve a far magie. Ma senza troppi rimpianti, a quanto pare, visto l’ottimo rendimento fornito dal playmaker olandese. Avanti tutta con lui, insomma, poi per l’anno prossimo si vedrà. Intanto il tecnico rossonero può godersi una bella notizia, ovvero i netti miglioramenti di Rino Gattuso, che stamattina, come comunicato dal club, ha svolto l’intera seduta di allenamento assieme al resto della squadra. Il ritorno in campo, dunque, si avvicina. ‘Ringhio’ non vede l’ora che finisca il lungo calvario che lo ha visto sfortunato protagonista, dovuto al problema accusato al nervo ottico. Per il Milan sarebbe l’acquisto più bello, in attesa di evoluzioni positive anche sul fronte Cassano, l’altro illustre lungodegente di casa rossonera. Solo bici, stamane, per il fantasista barese, oltre che per Boateng e Pato, alle prese con i recuperi dai rispettivi acciacchi. Hanno svolto lavoro differenziato, invece, Bonera e Maxi Lopez. La situazione dell’infermeria, in definitiva, si va normalizzando, per la gioia di mister Allegri, il quale aspetta con ansia il rientro a tutti gli effetti del prode ‘Ringhio’, elemento capace di donare spessore e sostanza al reparto di centrocampo come pochi altri colleghi. Per il momento, ci stanno pensando (ottimamente) i vari Van Bommel, Nocerino e pure il neo-arrivato Muntari.

A Palermo, campo tradizionalmente difficile, servirà un Milan da battaglia. Solo così si potrà sfatare la maledizione del Barbera, che dura ormai da quasi sei anni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori