CALCIOMERCATO/ Milan, ag. Emanuelson: Urby entusiasta del suo momento

- La Redazione

Emanuelson si è ritagliato uno spazio importante nel Milan di inizio 2012. Il suo agente parla del momento dell’olandese: “Contenti di come stanno andando le cose, doveva ambientarsi”.

Emanuelson_R400
Urby Emanuelson (Infophoto)

Urby Emanuelson è una delle note più liete del Milan di inizio 2012. Il centrocampista olandese, prelevato dal Milan nel gennaio 2011, era entrato a Milanello in punta di piedi, chiuso in mediana da nomi storici presenti nella rosa rossonera come Seedorf o Ambrosini. Alle sue prime uscite non aveva destato grosso stupore, e in tanti si chiedevano quale fosse l’utilità del giocatore nel progetto del Milan. Quest’anno l’inversione di tendenza: complice la marea di infortuni che ha falcidiato i rossoneri, Emanuelson si è ritagliato sempre più spazio nelle formazioni di Allegri, venendo impiegato sia come esterno sinistro di centrocampo che come trequartista dietro le due punte. La gara della svolta è stata quella di Novara: lui e il nuovo arrivato Muntari sono stati i più positivi in campo, e da quel momento Allegri ha saputo di poter contare sull’olandese. Il suo procuratore Giorgio Berkleef è intervenuto ai microfoni di Milannews.it, analizzando il momento del suo assistito: “Siamo molto contenti dello spazio che Urby sta avendo”, ha detto, “e lui è entusiasta del momento della squadra”. Gli è stato chiesto come mai Emanuelson ci abbia messo così tanto a emergere in Italia. “La serie A”, dice il procuratore, “è molto diversa dall’Eredivisie, il campionato olandese. Urby si è trovato in una squadra molto più forte dell’Ajax, e per giunta è alla sua prima esperienza lontano dal suo Paese: naturale che avesse bisogno di un periodo di ambientamento. Avete visto però che Emanuelson si è poi dimostrato molto forte”. Merito del Milan che ha saputo aspettarlo? “Sicuramente un ringraziamento al Milan va fatto, ha sempre avuto pazienza e fiducia nelle sue qualità: è una cosa non da poco”. Una domanda sulla sua collocazione tattica, visto che il giocatore quest’anno si è disimpegnato in più ruoli: “Per lui l’ideale sarebbe giocare da esterno sinistro di centrocampo, ma sa disimpegnarsi bene anche come centrale in mezzo, posizione che ha occupato più volte anche in Olanda”. Sul futuro di Emanuelson Berkleef non ha rilasciato dichiarazioni. Il momento positivo che Emanuelson sta vivendo potrebbe portare a una conferma del centrocampista al Milan, anchè perchè le attenzioni del club di via Turati sono più che altro rivolte su un difensore centrale e su un attaccante, e si fanno nomi di calciatori che hanno un costo non indifferente: sul centrocampo, probabilmente in entrata ci sarà Montolivo, da tempo ormai promesso sposo dei rossoneri. Emanuelson, che come detto fino alla fine del 2011 non sembrava un elemento su cui Allegri avrebbe contato nel futuro, anche grazie alla duttilità tattica dimostrata potrebbe davvero guadagnarsi una conferma al Milan, anche perchè molti elementi del centrocampo andranno in scadenza e si avvicina una rivoluzione nella quale l’olandese sarebbe però risparmiato, così da ritagliarsi ancora più spazio.

Emanuelson ha il contratto in scadenza nel 2014 e al momento attuale non ci sono voci di mercato concrete che lo riguardno; è chiaro però che se il calciatore continuerà a mostrare le buone cose messe in evidenza in questo ultimo periodo le cose potrebbero cambiare. Per ora, però, se lo gode Allegri, contento di aver trovato una risorsa in più per questo finale di stagione che si preannuncia in volata. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori