CALCIOMERCATO/ Milan, Pepe ci ha ripensato?

- La Redazione

Dalla Spagna, Pepe fa sapere di gradire la permanenza a Madrid, ed in particolare di voler restare sotto la guida di Mourinho. Intanto il Milan resta alla finestra per il difensore

pepe_realR400
Pepe,difensore Real Madrid (Foto Infophoto)

Il nome di Kepler Laveran Lima Ferreira, difensore centrale del Real Madrid meglio conosciuto come Pepe, è finito al centro di recenti chiacchiere di mercato. In prima linea per il portoghese ci sarebbe il Milan, che deve per forza di cosa guardare oltre Sandro Nesta. Il centrale romano compirà 36 anni Lunedì prossimo, e pur restando tecnicamente indiscutibile, potrebbe anche decidere di smettere a Giugno, quando peraltro il suo contratto con i rossoneri sarà scaduto. Per Nesta a dirla tutta si era parlato anche di Juve in vista della prossima stagione, in un’operazione che ricalcherebbe la vicenda Pirlo: pare insomma sempre più possibile che le strade dell’ex capitano laziale e della società di Via Turati possano separarsi quest’estate. Per questo il Milan, considerato anche l’interesse del Barça per Thiago Silva, deve cautelarsi cercando soluzioni ed aggiustamenti di livello. E’ qua che si torna a Pepe: il nazionale lusitano è stato di recente accostato al Milan, che in lui avrebbe individuato l’erede di Nesta, nonchè la spalla ideale per Thiago Silva, sempre che il 33 rossonero rimanga tale anche dopo il mercato. Pepe è uno stopper roccioso, discretamente tecnico, alle volte troppo irruento e soggetto a scatti d’ira spesso esagerati. L’esperienza del giocatore tuttavia è quella giusta: a 29 anni appena compiuti, il difensore garantirebbe almeno un altro quadriennio di rendimento. Giova sempre ricordare che stiamo parlando di un giocatore di prima fascia nel suo ruolo, anche a livello internazionale: l’esperienza al Real, pur confermandone sia pregi che limiti, lo ha abituato a competere al top del calcio mondiale, facendogli conquistare peraltro un posto fisso nella nazionale del suo paese (dove ad oggi conta 37 presenze). Potrebbe dunque definirsi un investimento sicuro per il Milan. Due le magagne: anzitutto, la valutazione. Gli oltre 20 milioni (stando alle fonti, circa 25) richiesti dalle Merengues potrebbero essere un ostacolo insormontabile per il Milan, visti i tempi che corrono. Se i rossoneri decidessero di svenarsi, probabilmente non lo farebbero per un difensore di 29 anni (a quel punto, meglio Piquè). Problema che invece il PSG di Leonardo, altra pretendente al giocatore, non dovrebbe porsi. Due: Josè Mourinho. Anche qui? Sì: il tecnico di Setubal, che sta valorizzando al massimo potenzialità e rendimento di Pepe, potrebbe anche lasciare la panchina madrilena a fine stagione, soprattutto in caso di…

Successo in Champions, ipotesi tutt’altro che remota. Per lo Special si parla di un ritorno in Inghilterra: non è da escludere che in caso di trasferimento possa infilare il connazionale tra i bagagli. Così come sembra plausibile che entrambi restino dove sono: Mourinho non se ne va mai se non prima d’aver lasciato un segno profondo, e lo stesso Pepe ha espressamente dichiarato di gradire la permanenza a Madrid. Staremo a vedere: intanto, teniamo caldo l’asse Milanello-Spagna, destinato ad arroventarsi al calore delle trattative estive.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori