CALCIOMERCATO/ Milan, Allegri come Ancelotti? Emanuelson come Pirlo…

- La Redazione

La vittoria a Parma contro i ducali ha dato ulteriore prova della forza del Milan che ha dovuto sopperire alla mancanza di giocatori importanti. Emanuelson trequartista vittoria di Allegri.

EmanuelsonR400
Emanuelson (Foto: Infophoto)

La vittoria a Parma contro i ducali ha dato ulteriore prova della forza del Milan che ha dovuto sopperire alla mancanza di giocatori importanti. Il tecnico Allegri ha dovuto rinunciare fino a questo momento a calciatori di livello eccelso come Boateng, trequartista ghanese che è alle prese con un infortunio muscolare. I rossoneri hanno anche perso Robinho che dovrà stare fermo qualche settimana, una brutta notizia in vista dei tanti impegni del Milan. Un tour de force che sicuramente segnerà la stagione del Milan. Massimiliano Allegri guida la classifica con il suo Milan con quattro punti di vantaggio sulla Juventus. I bianconeri non mollano ma domenica sera dovranno affrontare l’Inter che indirettamente potrebbe favorire i cugini nella lotta allo Scudetto. A Parma si è visto un grandissimo Emanuelson che da un po’ di tempo nel ruolo di trequartista sta convincendo davvero tutti. L’olandese contro il Parma si è lanciato in porta da solo, favorito anche dal velo di Ibrahimovic che essendo in fuorigioco si è disinteressato della palla. Emanuelson ha tagliato in due la difesa di Donadoni e ha scartato il portiere Mirante siglando il gol del due a zero che ha chiuso la partita. Le belle prestazioni di Emanuelson si devono molto a Massimiliano Allegri, tecnico del Milan che ha voluto puntare sull’olandese in versione trequartista, un esperimento che all’inizio ha causato molti problemi all’allenatore toscano visto che nel derby l’ex Ajax non aveva fatto bene. Allegri però ha insistito e i risultati cominciano a dare ragione all’allenatore toscano. Emanuelson sta giocando da grande giocatore, Boateng è fuori e il giocatore olandese non lo sta facendo rimpiangere. Per Allegri la dimostrazione di avere la stoffa del grande allenatore. Il motivo? Anche Carlo Ancelotti inventò il nuovo ruolo di Andrea Pirlo, ovvero quello di regista davanti alla difesa, consegnando al calcio italiano un centrocampista di livello mondiale che in questi ultimi 8-9 anni ha dettato legge anche in Europa. Emanuelson potrebbe non arrivare al livello di Pirlo ma certamente sta cominciando a mostrare grande qualità. I rossonero vorrebbero puntare su di lui anche nella prossima stagione, magari con lo slittamento di Boateng a centrocampo. Il ghanese infatti è ancora fuori per infortunio, la società non è contenta dell’attenzione mediatica per il ghanese e per la nuova compagna Melissa Satta.

Emanuelson è una vittoria importante per Allegri che lo ha difeso con forza nel periodo peggiore. Il giocatore olandese vuole a tutti i costi rimanere al Milan e cercare di mostrare per intero tutto il suo grande valore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori