CALCIOMERCATO/ Milan, ag. Gattuso: Rino è carico. Il futuro? Vuole giocare, non farà il dirigente (esclusiva)

- int. Andrea D'Amico

Ringhio Gattuso è appena rientrato dopo mesi di assenza per il problema agli occhi. Nell’esclusiva, il suo procuratore Andrea D’Amico fa il punto della situazione, parlando anche del rinnovo

gattusoR400
Gattuso (infophoto)

Gennaro Gattuso è finalmente tornato a calcare i campi da gioco, nell’ultima giornata di campionato contro il Parma. Sicuramente una notizia gradita per tutto il calcio italiano, che riacquista uno dei suoi protagonisti più amati. Ed ancor più attesa dai tifosi rossoneri, che riabbracciano il loro leader storico. Sicuramente contento anche Massimiliano Allegri, che torna a poter disporre di una valida alternativa in più per il suo centrocampo. Nei giorni della sua assenza, Gattuso è stato comunque al centro di numerosi. E’ chiaro che, arrivato a trentaquattro anni, il centrocampista di Corigliano Calabro possa pensare al proprio immediato futuro. Che vede il contratto col Milan in scadenza a Giugno. Parlando di Gattuso sembra automatico pensare al rinnovo, tuttavia l’esperienza di Pirlo ci ha insegnato che questi ragionamenti non sono più così scontati all’epoca del fair play finanziario. In ogni caso, per il momento Ringhio si gode giustamente l’agognato rientro, per pensare al futuro ci sarà il suo tempo. Questo almeno traspare dalle parole del procuratore Andrea D’Amico, interpellato in esclusiva dal ilSussidiario.net. L’agente ha testimoniato come il suo assistito sia carico per il finale di stagione che lo attende: “Dire che è in forma vale nel senso che è motivato, sta bene è super allenato; è ovvio che per entrare in forma partita ha bisogno di giocare”. D’Amico ha sottolineato inoltre l’importanza dei 2 minuti e spiccioli di Parma: “E’ stato molto importante il suo rientro contro il Parma, ha sancito la fine di un periodo duro. Prima di vederlo in campo per 90′ dovrà giocare di più“. Sulla questione del rinnovo contrattuale, il procuratore è stato più cauto: “E’ un discorso assolutamente meno importante, nel senso che la cosa fondamentale era che Rino stesse bene e che tornasse a giocare. Poi con il Milan sono anni che non ci sono problemi”. Ora che è rientrato a pieno regime nel gruppo di Allegri, quali saranno gli obiettivi di Gattuso, considerando età, caratura e quel contratto che lampeggia come una spia? D’Amico spiega: “E’ chiaro che il suo obiettivo è quello di continuare a giocare e ad essere un campione importante: al momento opportuno si parlerà di tutto. In questo momento l’unica cosa che conta è che lui stia bene e possa giocare“. Il messaggio è chiaro:

Rino è tornato e pronto a riappropriarsi del posto che gli spetta. Spazzate via perciò le voci che davano il giocatore addirittura in procinto di ritirarsi, così come quelle che profilano un futuro nei quadri dirigenziali della società di Via Turati: “Sono voci a dir poco folli, perchè Gattuso ha lavorato tanto per farsi trovare pronto nel momento stesso in cui fosse passato il disagio fisico che l’ha tenuto lontano dal campo. Quindi ha l’idea di continuare a giocare per molto tempo ancora“. E dopo? “Lui non pensa assolutamente a nessun altro ruolo, se non a quello di calciatore. Ogni altro discorso non è attuale“. Bentornato Ringhio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori