MILAN-ROMA/ Prati: sarà spettacolo, ma il Milan stia tranquillo per lo scudetto (esclusiva)

- int. Pierino Prati

Pierino Prati, doppio ex di Milan e Roma, ci presenta la sfida di oggi pomeriggio a San Siro: lo spettacolo non mancherà, e per lo scudetto – da tifoso milanista – è tranquillo…

Shaarawy_SchienaR400
Stephan El Shaarawy: oggi dovrebbe toccare a lui (Infophoto)

“Milan-Roma? Mi aspetto una partita divertente e spettacolare”. A dirlo è l’indimenticato ex-bomber rossonero Pierino Prati. Uno che di spettacolo se ne intende e che ha un curriculum che parla non chiaro, ma chiarissimo: un Europeo con la Nazionale, un titolo di capocannoniere nel ’67-’68, uno scudetto, una Coppa Campioni e un’Intercontinentale, tutti vinti con la maglia del Milan. Pierino Prati ha però disputato anche quattro stagioni con la maglia della Roma, quindi è uno dei più illustri “doppi ex” di questa affascinante partita del calcio italiano. A lui abbiamo chiesto di introdurre il big-match di San Siro: intervista in esclusiva per IlSussidiario.net.

Allora, Prati, c’è Milan-Roma alle porte: si divertirà il pubblico di San Siro?

Penso proprio di sì, mi aspetto una gara divertente e spettacolare. Il Milan sta bene, come si è visto anche in Coppa Italia contro la Juve, dove, secondo me, ha fatto un’ottima gara. E poi la Roma, pur con qualche alto e basso, è una squadra che gioca bene ed ha una mentalità molto offensiva.

Quindi le piace il gioco di Luis Enrique?

Direi proprio di sì, nel complesso, anche se si vede che la squadra non è ancora del tutto formata, diciamo. La Roma alterna belle partite ad altre meno convincenti, deve ancora trovare definitivamente la sua strada, ma ci sta, in un progetto di giovani e a scadenza non proprio immediata.

Tatticamente che partita vedremo, secondo lei?

Sarà un match in cui entrambe le squadre faranno di tutto per superarsi. Sicuramente il Milan proverà ad attaccare, a fare la partita fin dai primi minuti, con la Roma pronta a ribattere colpo su colpo. Diciamo che sarà una gara difficile per tutte e due, non ce le vedo lì a difendersi, cercheranno di attaccare il più possibile.

In Coppa Italia – problemi fisici a parte – Ibra ha steccato ancora: è preoccupato per la sua allergia ai big-match?

Assolutamente no. Lui è sempre stato un punto di riferimento per noi, è troppo importante. E’ un po’ il vero regista offensivo della squadra, perchè anche quando non segna fa segnare.

A parte lo svedese, chi potrebbe essere l’uomo-partita del Milan?

Se giocherà, magari al posto di Robinho che non è stato convocato, io dico El Shaarawy. Il ‘ragazzino’ (lo chiama proprio così, ndr) mi piace moltissimo, ha talento e una bella dose di sfrontatezza.

E quello della Roma?

Non ce n’è uno in particolare. Io dico che la Roma ha tanti attaccanti giovani e forti, e poi c’è Totti che fa un po’ da chioccia.

Che ne pensa delle tante polemiche degli ultimi tempi? Adesso il Milan sta litigando con la Juve per la ‘sconfitta-non sconfitta’ di Coppa Italia…

Ma quelle sono schermaglie tra grandi club, son cose normali, diciamo che fanno parte del gioco.

E’ ottimista in vista della volata-scudetto?

Sono tranquillissimo. La Juve non va sottovalutata, ma il Milan è in forma e merita il primo posto. Anche negli ultimi due scontri diretti – a San Siro in campionato e poi in Coppa – ha fatto benissimo, sono soddisfatto.

Un pronostico per Milan-Roma?

Vinciamo, e, già che ci siamo, le dico pure che la Juve, con l’Inter, non andrà oltre il pari… 

 

(Alessandro Basile)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori