CALCIOMERCATO/ Milan, Kakà: ecco perché il ritorno è ancora possibile

- La Redazione

Il Milan starebbe continuando a pensare al ritorno di Ricardo Kakà. Per la prossima estate pronto il nuovo assalto e sono molti gli indizi che spingono per il nuovo matrimonio…

kaka_gol_r400
Ricardo Kakà, attaccante Real (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO – Fra i vari obiettivi di mercato per la prossima stagione il Milan continua a pensare all’ex proprio pupillo Ricardo Kakà. Proprio così, nonostante se ne parli meno rispetto a qualche mese e fa, e nonostante lo stesso abbia recentemente dichiarato di voler proseguire la propria esperienza al Real Madrid, il ritorno a Milanello sembra tutt’altro che utopico. Si mormora che l’amministratore delegato rossonero, Adriano Galliani, abbia già riprovato a riportare a Milanello l’ex 22 rossonero, non riuscendo però nell’intento per svariati motivi. Fra qualche mese, però, quando il calciomercato estivo riaprirà le danze, il Diavolo riproverà nell’impresa. Sono infatti diversi gli indizi che spingono per un possibile ritorno del brasiliano all’ovile. Prima di tutto, il futuro di Josè Mourinho. Lo Special One sembra destinato a lasciare le Merengues nonostante classiche smentite di rito. Così come avvenne con l’Inter la sua esperienza in Castiglia, al secondo anno, è già conclusa, per via in particolare di alcune esternazioni non digerite anche dalla stessa dirigenza madrilena. A fine stagione, quindi, il manager lusitano lascerà per sempre il Santiago Bernabeu e il processo potrebbe subire un’accelerazione qualora a Madrid si dovesse ottenere la Liga e la Champions League. Mourinho ha trattenuto con forza nella capitale spagnola Kakà, proteggendolo dalle svariate offerte e nonostante si mormori che la dirigenza volesse cederlo, ma una volta che il mago di Setubal darà il ben servito a quel punto l’ex Milan sarebbe messo sul mercato. Altro elemento che spinge verso il matrimonio bis il fatto che il presidente Silvio Berlusconi vuole fare un regalone ai suoi tifosi. Così come avvenne con Shevchenko i supporters ri-accoglierebbero a braccia aperte il nazionale della selecao, tornato recentemente in gran forma. Per la sua partenza verso Madrid nel 2009 è stata considerata “colpevole” quasi ed esclusivamente la dirigenza di via Turati e di conseguenza il giocatore ne è uscito più che “pulito”. Tra l’altro l’anno prossimo si terranno le elezioni e Berlusconi vorrebbe presentarsi davanti ai votanti con un bel regalino… Ultimo aspetto, l’utilizzo a livello tattico di Kakà per il credo di Allegri. Il tecnico rossonero ama aver a che fare con giocatori polivalenti e il brasiliano potrebbe essere schierato come trequartista puro, dietro a Robinho e Ibrahimovic, ma anche come seconda punta e quando necessario come esterno.

Tre indizi che potrebbero quindi spingere il Milan a tentare nuovamente il colpaccio la prossima estate. Resta da capire quale sarà l’esborso necessario che comunque non dovrebbe discostarsi di molto dai 25 milioni di euro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori