CALCIOMERCATO/ Milan, Ibrahimovic, quei fischi che sanno di addio!

- La Redazione

Il Milan sembra aver alzato bandiera bianca consegnando alla Juventus lo Scudetto. Fischi per Ibrahimovic, lo svedese sembra davvero in rotta con l’ambiente rossonero.

Ibrahimovic_PolliceR400
Zlatan Ibrahimovic (Infophoto)

Il Milan sembra aver alzato bandiera bianca consegnando alla Juventus lo Scudetto. La rosa di Allegri ha senza dubbio più qualità rispetto a quella di Conte eppure il risultato in classifica parla chiaro, Milan secondo a tre punti dalla Juventus e con un calendario difficile nelle ultime cinque giornate di campionato. Il calciomercato del Milan in estate potrebbe subire tanti cambiamenti importanti. I rossoneri potrebbero cambiare molto iniziando dall’allenatore, anche Massimiliano Allegri è in bilico visto che il rapporto con Berlusconi non è idilliaco e anche i risultati non sembrano dare ragione al tecnico toscano. Il Milan ieri ha steccato in casa contro il Bologna pareggiando uno a uno grazie al 24esimo gol in campionato di Ibrahimovic che vola sempre più in alto nella classifica capocannonieri. Ma attenzione, anche lo svedese ieri era impresentabile, svogliato, apatico, i tifosi del Milan hanno visto questo atteggiamento e hanno fischiato lo svedese così come tutta la squadra. Forse è la prima volta che il gigante di Malmoe esce tra i fischi di San Siro di fede rossonera. Non sappiano come l’abbia presa Ibrahimovic che nei giorni scorsi ha dichiarato di voler restare al Milan. In passato, sponda Inter, dopo i fischi ricevuti Ibra ha risposto prima male sul campo con gesti censurabili e poi in estate chiedendo ed ottenendo la cessione al Barcellona. I tifosi del Milan hanno visto tanti grandi campioni che erano presenti in campionato e in Champions League. Per questo non deve meravigliare l’atteggiamento dei tifosi che vogliono un Milan combattivo in campo e non quello visto ieri pomeriggio. Ibrahimovic si è scosso dal ritorno in campo di Antonio Cassano, il suo migliore amico nello spogliatoio rossonero. I due in campo parlano la stessa lingua, Cassano è molto abile nel trovare Ibrahimovic, il fantasista barese ieri è entrato in campo nel secondo tempo ed è stato il migliore in campo. Lo svedese ha sicuramente ricevuto effetti benefici dall’ingresso in campo di Cassano, ora Allegri dovrà decidere se lanciare l’ex Sampdoria dal primo minuto e puntare ancora su Robinho che da sicuramente maggiori garanzie dal punto di vista tattico ma il feeling con Ibrahimovic è certamente inferiore a quello tra Cassano e lo svedese. Buone notizie anche per Prandelli.

Tornando a Ibrahimovic, non si sa ancora se nella prossima stagione il giocatore svedese vestirà la maglia del Milan. Il calciomercato è spesso imprevedibile, per questo in caso di una grande offerta proveniente dall’estero tutto potrebbe cambiare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori