CASSANO/ Arriva l’idoneità: Fantantonio a disposizione di Allegri

Antonio Cassano torna ufficialmente a disposizione del Milan. L’attaccante ha ricevuto in mattinata l’ok per riprendere l’attività agonistica. Un’ottima notizia anche per la volata finale.

03.04.2012 - La Redazione
AntonioCassanoMilan_R400
Antonio Cassano

Adesso è ufficiale: Antonio Cassano può tornare a giocare. In mattinata, infatti, è arrivata l’idoneità da parte dell’Istituto di Medicina dello Sport di Milano, dopo che ieri già la commissione della Federazione Medico Sportiva Italiana aveva concesso il suo ok. Sono ottime notizie per il Milan, che nel frattempo si trova a Barcellona dove stasera affronta quella che fino a qui è la gara più importante e difficile dell’anno. Rientro importante quindi nelle fila del Diavolo, che quest’anno è stato martoriato da infortuni di tutti i tipi: dai fastidi muscolari, ai problemi più seri, fino ai “misteri” della medicina, come il problema all’occhio riscontrato a Gattuso (e poi curato nel modo sbagliato). Quella di Cassano era solo l’ultima tegola sulla lista, ma anche la più seria: l’attaccante ex Bari, Roma e Real Madrid si era sentito male di ritorno da una partita di campionato all’Olimpico. Ricoverato, gli era stata riscontrata un’ischemia, che richiedeva un intervento non invasivo e lo stop dall’attività agonistica per alcuni mesi: tra i 4 e i 6, si diceva. Cassano in questo lungo periodo di ritiro forzato non si è mai perso d’animo: spesso lo si è visto a Milanello a far visita ai compagni, a star loro vicini nel corso della stagione. Ultimamente, con le condizioni in miglioramento, aveva ripreso ad allenarsi, ovviamente a ritmo lento: qualche corsetta, un po’ di tiri in porta. L’ultima immagine lo immortalava ieri a Milanello, mentre calciava verso Piscitelli, portiere della Primavera: i suoi compagni aspettavano di imbarcarsi per Barcellona. Sicuramente è lì che Cassano vorrebbe essere questa sera: al Camp Nou, a dare una mano alla squadra nell’impresa di raggiungere la semifinale di Champions League. Non ci sarà invece, ma poco male: da sabato, giorno di Milan-Fiorentina, sarà ufficialmente a disposizione di Massimiliano Allegri, che quindi in un colpo solo ritrova due dei suoi attaccanti, visto che anche Pato, di ritorno da Atlanta, sta bene e già questa sera sarà in panchina. Sorride dunque il Milan in vista della volata finale: c’è il secondo scudetto consecutivo da portare in bacheca, e forse l’ottava Champions League della storia, a seconda di come si uscirà dal Camp Nou. Con un Cassano in più nel motore, il tecnico livornese si sentirà di certo più sereno. E sereno è anche Cesare Prandelli: il Commissario Tecnico della Nazionale conta tantissimo su Fantantonio, l’ha sempre detto e non c’è mai stato dubbio che volesse aspettarlo e verificarne le condizioni prima di lasciarlo fuori dalla lista dei 23 per l’Europeo. Ora che Cassano è ufficialmente guarito, le cose si mettono bene: 

Il fantasista ha a disposizione otto partite di campionato per recuperare la forma migliore e presentarsi in Polonia e Ucraina nelle condizioni giuste per guidare l’Italia verso la rincorsa al secondo titolo continentale della sua storia. Magari in coppia con Giuseppe Rossi, l’altro attaccante costretto a fermarsi a fine ottobre per la rottura dei legamenti crociati; il recupero di Pepito procede a gonfie vele, e anche lui dovrebbe farcela per giugno. Ci speriamo tutti, intanto bentornato a Cassano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori