CALCIOMERCATO/ Milan, Keita può arrivare gratis? Non proprio…

- La Redazione

Seydou Keita è il rinforzo per il centrocampo individuato dal Milan. Due le possibilità: può arrivare per sei milioni, oppure gratis, ma in cambio si dovrebbe dare Thiago Silva…

Keita
Keita (infophoto)

E’ Seydou Keita il rinforzo che la dirigenza del Milan ha individuato per il suo centrocampo. Il maliano sembra giunto al termine del suo periodo a Barcellona: ha ormai 32 anni, e soprattutto l’addio di Guardiola lo allontana dal Camp Nou: Keita è infatti arrivato ai culè dal Siviglia nel 2008, proprio quando Pep è stato promosso dal Barcellona B alla prima squadra. E’ stato lui a volere il maliano nel suo centrocampo, come rincalzo in grado di dare fisicità a una squadra imperniata sui piedi buoni e sul giro palla. In quattro stagioni Keita, uno dei pochi acquisti “esterni” del Barcellona, costato 14 milioni di Euro, si è messo in luce come uno degli artefici dei successi blaugrana, contribuendo da protagonista, pur non essendo mai un titolare, ai 13 trofei vinti da Guardiola. L’anno prossimo però sarà Vilanova il tecnico dei catalani; la guida tecnica proseguirà, visto che Tito è il secondo di Pep, ma lo speciale legame creatosi con il regista del Dream Team di Johan Cruijff potrebbe rappresentare la volontà del maliano di cambiare aria. Il Milan lo punta da tempo, e addirittura si era parlato di un suo possibile approdo in rossonero già nella finestra di mercato di gennaio. Non se ne fece nulla, ma adesso il Milan è tornato alla carica. Non si tratterebbe di un’operazione a costo zero, di quelle tanto care a Galliani e che hanno fruttato grandi colpi come quello di Nocerino: nel 2010 Keita ha rinnovato fino al 2014, e la sua clausola rescissoria si è alzata da 90 a 100 milioni di Euro. Il calciatore, ragionevolmente, oggi costa intorno agli 8 milioni: il Milan però, visti i rapporti preferenziali con Sandro Rosell, potrebbero pensare di chiudere intorno ai 6, come riporta La Gazzetta dello Sport. Ma attenzione: il Barcellona spinge per un’alternativa, che farebbe risparmiare denaro ai rossoneri ma sarebbe un duro colpo per tifosi e spogliatoio. I catalani sognano da tempo di mettere le mani su Thiago Silva, che considerano l’erede naturale di Carles Puyol, che ha 34 anni e quest’anno ha mostrato di non avere più l’integrità fisica di una volta. Mascherano è stato reinventato centrale di difesa e in questo ruolo si è rifatto una carriera, ma in Catalogna vogliono un centrale vero da affiancare a Piqué, che di fatto è rimasto l’unico difensore di ruolo, escludendo Dani Alves e Adriano, che sono laterali, e i giovani della cantera, tra i quali però non si è ancora individuato un elemento già pronto. Il Barcellona allora lancia la contromossa: 

Keita e conguaglio per Thiago Silva. Il Milan otterrebbe il maliano a zero, ma perderebbe quello che viene considerato il miglior difensore centrale al mondo. Difficile che Galliani possa accettare, a meno che non prevalga la volontà del brasiliano di cambiare aria. Anche questa ipotesi sembra lontana, visto che Thiago Silva ha sempre detto di star bene in Italia e di voler restare a San Siro. Vai a sapere, però, come possono cambiare le situazioni nel giro di qualche mese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori