PROBABILI FORMAZIONI/ Milan-Novara: ultime novità (38esima giornata serie A)

Milan e Novara si affrontano a San Siro nell’ultima giornata del campionato. I rossoneri salutano i giocatori che lasceranno San Siro, il Novara dà l’arrivederci alla serie A. Le formazioni.

13.05.2012 - La Redazione
Nesta.jpg
Alessandro Nesta oggi saluta il Milan dopo 10 anni (Infophoto)

Milan e Novara salutano la stagione 2011/2012 oggi alle 15. I punti di distanza tra le due squadre sono 45, ma l’umore con cui le due squadre chiudono il campionato è simile: l’obiettivo è fallito per entrambi, e se per il Novara la salvezza era comunque considerata difficile, il Milan sa di aver fallito nel non riuscire a conquistare il secondo scudetto consecutivo, un traguardo sicuramente alla portata e che a un certo punto, per come si erano messe le cose, sembrava davvero cosa fatta. Non è andata così, e forse anche la delusione per come è andato l’anno (c’è anche stata l’eliminazione nei quarti di Champions League, e l’esclusione dalla finale di Coppa Italia) ha fatto prendere la decisione di lasciare a tanti campioni che hanno fatto la storia recente della squadra: salutano oggi Nesta, Inzaghi, Seedorf e Gattuso, oltre a Zambrotta e Van Bommel. Il Novara si congeda invece dalla serie A dopo un solo anno, il campionato è stato comunque condotto in maniera positiva, nonostante qualche scossone societario di troppo (vedi l’esonero di Tesser prima e di Mondonico poi). Tuttavia, i piemontesi sperano che il terremoto in arrivo dalle indagini sul calcioscommesse possa regalare un ripescaggio. Si vedrà, intanto bisogna onorare al meglio l’ultima giornata su un palcoscenico importante.

Il Milan ha perso a titolo definitivo e matematico domenica scorsa; ma di fatto se l’è scucito dalla maglia in precedenza, quando si è fermato in casa per due volte, prima perdendo contro la Fiorentina, facendosi sorpassare dalla Juventus, poi pareggiando contro il Bologna, permettendo ai bianconeri di allungare in modo irreparabile, rendendo inutile il gol di Bertolacci. La stagione del Milan è stata comunque positiva: 77 punti in 37 giornate sono tanti. E’ vero però che lo scudetto era considerato un traguardo ampiamente alla portata, e che a un certo punto i rossoneri avevano 4 punti di vantaggio e la Juventus sembrava definitivamente staccata. Non è andata così, e ora il Milan dovrà fare i conti con un’estate di ragionamenti e duro lavoro per costruire una squadra che torni a primeggiare in Italia e in Europa. 

Allegri per la passerella finale deve rinunciare a mezza rosa: Abate è squalificato, mentre agli infortunati di lungo corso Thiago Silva e Pato si sono aggiunti Abbiati, De Sciglio, Bonera, Antonini, Van Bommel, Emanuelson, Muntari e Maxi Lopez. 

Il tecnico toscano è quindi costretto a schierare Amelia in porta, protetto da una linea difensiva che prevede Zambrotta a destra, Mesbah a sinistra, Mexès e Yepes in mezzo. Parte dunque dalla panchina Nesta, che in settimana ha annunciato il suo addio. C’è invece Seedorf: i dissidi con Allegri sono rientrati, l’olandese saluterà da titolare il suo pubblico, lo farà partendo da interno sinistro con Gattuso, altro senatore che se ne va, a destra. Il perno davanti alla difesa sarà Aquilani, che potrebbe non essere riscattato. Davanti, vanno Ibrahimovic e Cassano con Boateng alle spalle: lo svedese è il primo calciatore della serie A a diventare capocannoniere con due squadre diverse, e insegue il traguardo dei 30 gol in campionato, serve una doppietta.

Per quel che possono valere i dati in una partita di fine stagione senza più obiettivi, il Milan farà affidamento sulla voglia di Zambrotta che ha giocato poco e vuole congedarsi positivamente, e naturalmente su Seedorf, il cui addio sarà comunque commovente e giocato tutto sull’emozione. C’è curiosità poi per vedere quale sarà l’atteggiamento di Ibrahimovic, che nel derby ha segnato una doppietta e ottenuto un 7.5 in pagella, ma dopo la gara si è lasciato andare a dichiarazioni non esattamente confortanti dal punto di vista della sua permanenza a Milano.  

Il Novara non poteva sperare in palcoscenico migliore per salutare la serie A. A San Siro giocherà l’ultima partita di una stagione che ha visto i piemontesi nella massima serie dopo 55 anni. La salvezza era un traguardo considerato già difficile alla vigilia, quindi il non aver raggiunto l’obiettivo non è considerato un totale fallimento, anche perchè la squadra ha lottato fino all’ultimo, si è tolta qualche soddisfazione importante (sei punti contro l’Inter) e soprattutto spera ancora in un ripescaggio che deriverebbe da qualche retrocessione a tavolino per il calcioscommesse, pur se lo stesso Novara è indagato. Oggi i piemontesi giocheranno per onorare l’appuntamento e cercare di fare bella figura, magari strappando un pareggio.

Mascara è squalificato e salta l’arrivederci alla serieA, al pari degli indisponibili Ujkani, Coser, Marianini, Paci e Mazzarani. Anche il portiere Coser si è dunque fermato: il Novara ha subito una vera e propria maledizione riguardante gli estremi difensori.

Tesser disporrà i suoi con il 4-3-1-2, volendo osare nella sua ultima partita, non avendo più nulla da difendere. Fontana in porta, linea a 4 con Morganella a destra, Garcia a sinistra, Lisuzzo e Centurioni centrali. A centrocampo sarà Simone Pesce il regista, coadiuvato da Porcari e Gemiti (in un ruolo insolito). Marco Rigoni, 11 gol in campionato, sarà il trequartista dietro le due punte Jeda e Caracciolo.

I piemontesi punteranno naturalmente sulla verve e le invenzioni di Rigoni, per distacco il miglior uomo della stagione, coronata con la tripletta al Cesena che gli è valsa un 8 nelle nostre pagelle. Altri due uomini che non hanno mai fatto mancare il loro apporto sono stati il laterale svizzero Morganella (7 contro il Cesena), uno che sembra pronto per altri palcoscenici, e Jeda, che nonostante abbia segnato pochino si è sempre impegnato al massimo.

La SNAI naturalmente paga pochissimo (1,20) la vittoria del Milan. Più redditizio puntare sul comunque improbabile pareggio, perchè azzeccare la X pagherebbe 6 volte la posta. A 13 la vittoria del Novara, decisamente fuori pronostico anche se nel calcio non si può mai dire. Nelle prossime pagine le probabili formazioni di Milan-Novara. 

 

Amelia; Zambrotta, Mexès, Yepes, Mesbah; Gattuso, Aquilani, Seedorf; Boateng; Ibrahimovic, Cassano. All. Allegri

A disp: Roma, Nesta, Flamini, Nocerino, Robinho, El Shaarawy, Inzaghi

Squalificati: Abate

Indisponibili: Abbiati, Bonera, De Sclglio, Thiago Silva, Antonini, Muntari, Van Bommel, Emanuelson, Pato, Maxi Lopez

Fontana; Morganella, Lisuzzo, Centurioni, Garcia; Porcari, Pesce, Gemiti; M. Rigoni; Jeda, Caracciolo. All. Tesser

A disp: Logofatu, Ludi, Radovanovic, Branca, Rubino, Morimoto, Maggio

Squalificati: Mascara

Indisponibili: Ujkani, Coser, Paci, Marianini, Mazzarani

 

Arbitro: Velotto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori