CALCIOMERCATO/ Milan, rivoluzione 2012-2013: Acerbi, Montolivo e… Pato

- La Redazione

Il Milan getta le basi per la prossima stagione. Ufficializzato l’arrivo di Montolivo e ormai ad un passo dallo sbarco di Acerbi, ecco la prima bozza della nuova squadra.

montolivo_r400
Montolivo (Infophoto)

CALCIOMERCATO – Tra ufficialità, indiscrezioni e rumors sta nascendo in questi giorni il nuovo Milan, quello che avrà l’obiettivo di tornare a conquistare lo scudetto durante la prossima stagione e magari di fare un passettino in avanti in Champions League rispetto ai quarti di finale conquistati quest’anno. In vista del nuovo corso, quello dell’era post-Ancelotti, l’allenatore Massimiliano Allegri ha fatto la sua prima richiesta alla dirigenza: una squadra più snella, composta da 25/26 giocatori. Si cerca quindi di creare un gruppo più cementato e soprattutto più facile da gestire. Per alcuni sembrerà un controsenso viste le moltissime assenze causa infortunio del campionato da poco conclusosi ma naturalmente a Milanello non intendono affatto ripetere i disastri di poche settimane fa. Un Milan che cambierà in ogni suo reparto, andiamo ad analizzare come. In difesa Francesco Acerbi prenderà il posto di Alessandro Nesta. Il centrale ex Lazio, nonostante sia saltato il transfert per gli Stati Uniti, non dovrebbe rimanere a Milano come ha già fatto sapere e di conseguenza verrà sostituito dall’ottimo gialloblu. Quest’anno ha disputato una grandissima stagione e il Milan pare intenzionato al suo acquisto indipendentemente da come si concluderà la vicenda della comproprietà Chievo-Genoa. Ci sarà più spazio anche per De Sciglio che potrebbe giocare sulla destra come vera ed unica alternativa ad Abate o anche essere schierato sulla sinistra nel caso in cui non dovesse arrivare il terzino mancino ricercato (su tutti Kolarov). A centrocampo il nuovo Milan sarà guidato da Riccardo Montolivo, colpo già ufficializzato negli scorsi giorni. Il regista di Caravaggio ha firmato un bel contratto con scadenza 30 giugno del 2016 ed avrà il compito di prendere in mano le chiavi dello scacchiere rossonero e di non far rimpiangere Andrea Pirlo. Al suo fianco stazioneranno Nocerino, confermatissimo dopo una stagione super, e soprattutto Flamini, che a breve firmerà un biennale e che è considerato un “uomo” di Allegri, per la sua corsa e tenacia. Infine l’attacco nel quale l’elemento “nuovo” sarà Alexandre Pato. I rossoneri contano molto sul recupero del brasiliano per la prossima stagione e faranno di tutto in estate. Il verdeoro si troverà a duettare con “l’amico” Ibrahimovic e davanti a Boateng.

 

In alternativa vi sono Robinho, El Shaarawy e Maxi Lopez, fermo restando che quest’ultimo rimanga a Milano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori