CALCIOMERCATO/ Milan, spunta Dapoto: è l’erede di Giovinco!

Il Milan si sarebbe messo sulle tracce del giovane talentuoso Nicolò Dapoto, talento classe 1998 di proprietà dell’Inter ma in prestito al Pavia: i rossoneri ci provano

30.05.2012 - La Redazione
Galliani
Adriano Galliani, ad Milan (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO – Dopo El Shaarawy e Merkel il Milan intende proseguire la propria opera di ringiovanimento innestando lo scacchiere rossonero di altri talenti, possibili campioni del domani. E’ il caso ad esempio di Nicolò Dapoto, talentuoso attaccante, secondo alcuni già erede di Sebastian Giovinco, fenomeno del Parma e della nazionale italiana. Dapoto è ancora molto giovane, essendo un classe 1998, ma secondo le indiscrezioni raccolte dalla redazione di Calciomercato.com il ragazzo sarebbe finito nel mirino delle big d’Italia ed in particolare del Milan. Il problema per la compagine di via Turati, però, è che Dapoto è di proprietà dell’Inter. Dopo una prima parte nella giovanili i nerazzurri l’anno parcheggiato a Pavia per permettergli la sua opera di maturazione. Sul Ticino ha disputato una grandissima stagione che ha appunto attirato su di se riflettori importanti tra cui quelli dei rossoneri. La particolarità di Dapoto è che il contratto scadrà a brevissimo, il prossimo 30 giugno, e se l’Inter non deciderà di rinnovargli l’accordo il Milan potrebbe scipparlo ai cugini piazzandolo al Novara. L’agente del futuro Giovinco, Giuseppe Mattia Saporito, ha commentato così tali rumors non smentendo interessi prestigiosi nei confronti del suo assistito: «Ora è un po’ presto per parlare di calciomercato, chiaro che il ragazzo suscita l’interesse di molte squadre, compreso il Milan. A Pavia sta facendo benissimo, vediamo che succederà in estate. Di sicuro Nicolò ha davanti un futuro roseo…». Un Milan che continua così a guardare ai vari talenti italiani e non, per cercare di ringiovanire e nel contempo rivoluzionare in parte lo scacchiere attuale. L’Inter, invece, con i suoi talenti non si sta dimostrando proprio lungimirante nell’ultimo periodo. Si pensi ad esempio ai casi di Mattia Destro e Andreolli, parcheggiati in altre società ed ora pronti ad essere ri-acquistati dalla stessa Inter a suon di milioni di euro. L’attaccante del Siena fu girato al Genoa nell’ambito delle operazioni Milito, Thiago Motta e Ranocchia, mentre il difensore venne parcheggiato altrove visto il poco utilizzo. Discorsi per certi versi simili quelli legati a Mario Balotelli, ceduto forse troppo frettolosamente al Manchester City ed ora nei pensieri del patron Massimo Moratti.

Attendiamo quindi ulteriori indiscrezioni in merito alla trattativa per il talento Dapoto da cui potrebbe scaturire l’ennesimo derby milanese di mercato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori