CALCIOMERCATO/ Milan, niente scudetto per Ibra ma niente mal di pancia: Il mio futuro è qui

- La Redazione

Ibrahimovic protagonista della sua migliore stagione in carriera ma a nulla sono valse le 35 reti stagionali. Lo svedese però non si arrende e l’anno prossimo ci proverà di nuovo…

Ibrahimovic_BracciaR400
Zlatan Ibrahimovic, attaccante Milan (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO – Ci ha provato fino alla fine a vincere il suo ennesimo scudetto, invano. Stiamo parlando naturalmente di Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan, che ieri contro i suoi amati cugini ha realizzato l’ennesima splendida doppietta della stagione. In tutto fanno 35 reti, record assoluto per lo svedese, ma a nulla sono valse le sue marcature. Ibra aveva già presagi di questo tipo, e dopo la vittoria contro il Siena di qualche giorno fa non aveva nascosto di dire: «Ho paura che la mia miglior stagione non serva a nulla…». L’attaccante rossonero dovrebbe chiudere l’annata in testa alla classica cannonieri, l’unico che ci riuscirà con due maglie diverse dopo aver già vinto la speciale classifica con la divisa dell’Inter. Ma come dicevamo, trattasi di primati senza gioia, quasi fini a se stessi, visto che, al di fuori della Supercoppa italiana, il Milan è rimasto a bocca asciutta, senza alcun nuovo trofeo in bacheca. Un Ibrahimovic che è apparso addirittura più costante rispetto ad altre annate in cui trionfava. Il Milan lo aveva annunciato ad inizio stagione: “Cercheremo di utilizzare al meglio il nostro bomber, evitandogli cali di rendimento”, e così è stato. Ventotto i gol, suddivisi in maniera equa fra l’andata e il ritorno. E fino a ieri, dicevamo, ci ha provato, tenendo a galla da solo la squadra, come del resto ha fatto per gran parte del 2011 e del 2012, senza però ottenere quanto sperato. Un Milan forse anche deconcentrato dalle notizie che arrivavano da Trieste, sicuramente non positive ai fini tricolori, e che alla fine ha staccato la spina regalando il derby ai nerazzurri e lo scudetto alla Signora. C’è il rischio di un nuovo mal di pancia a questo punto? Tutt’altro. Ieri lo svedese, al termine dei 90 minuti, ha fatto sapere che: «Ho un contratto con il Milan, il mio futuro è qui, ci riproverò l’anno prossimo». Ibra è pronto ad una nuova sfida con i colori che tanto ama. Del resto lo aveva già esclamato più e più volte in questa lunga stagione che la sua intenzione era di chiudere con il calcio che conta a Milanello per poi eventualmente vivere un’esperienza negli Stati Uniti e magari tornare nella sua Malmoe, squadra che lo ha tenuto a battesimo ormai moltissimi anni fa.

 

Ibra però si aspetta delle spalle di qualità e il Milan dovrà essere bravo nell’assicurarsi quei giocatori necessari per tornare subito alla vittoria. In cima alla lista c’è sempre lui, il bad boy Carlitos Tevez…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori