CALCIOMERCATO/ Milan, Pato: possibile rientro contro il Novara

Il principale motivo d’interesse di Milan-Novara di domenica potrebbe essere il rientro di Alexandre Pato, al termine di una stagione costellata di infortuni. Sullo sfondo le Olimpiadi.

09.05.2012 - La Redazione
alexandre_patoR400
Alexandre Pato, attaccante del Milan (Infophoto)

Milan-Novara, qualche mese dopo: la partita di domenica pomeriggio (ultima giornata di serie A) rischia seriamente di essere importante solamente per Alexandre Pato, che sta lavorando sodo e domenica potrebbe anche giocare. Un modo per chiudere con il sorriso la stagione più disgraziata della sua carriera, nella quale si è parlato ben poco del Papero per le sue imprese in campo e moltissimo invece per infortuni, polemiche e mercato. Milan-Novara, si diceva: la mente ritorna a quasi quattro mesi fa, metà gennaio. Da pochi giorni era saltato il grande affare con Manchester City e Paris Saint Germain che avrebbe coinvolto Pato e Tevez, il Milan aveva perso il derby d’andata contro l’Inter con un gol del solito Milito e il calendario proponeva una doppia sfida contro il Novara: giovedì a San Siro per gli ottavi di Coppa Italia e domenica al Piola nell’ultima d’andata di serie A. Giovedì Pato segnò il gol decisivo in una partita più complicata del previsto, che si trascinò fino ai supplementari, ma pochi minuti si fece male. Una lesione muscolare al bicipite femorale della coscia sinistra lo fermò per una delle tante tappe di quella che più che una stagione di calcio è sembrata una Via Crucis. Rievochiamo quella partita anche perché quel gol è stato l’ultimo di Pato, mentre come tutti sanno non è stato l’ultimo infortunio. Dunque finora l’attaccante brasiliano in questa stagione ha giocato solamente 852 minuti (che fanno nemmeno 10 partite complete), con 4 gol segnati e ben 34 partite saltate per gli infortuni. Chi avrebbe potuto anche solo pensarlo quando a settembre zittì il Camp Nou dopo soli 25 secondi? Sembrava l’inizio di una stagione da sogno, resterà l’unico momento da ricordare davvero. La buona notizia è che sta lavorando sodo e ha voglia di rientrare anche solo per una partita sostanzialmente inutile come quella contro il Novara (“Io vivo per il calcio: è il mio lavoro, la mia vita”), ma il Milan non farà i salti di gioia pensando che questo duro lavoro ha come grande obiettivo le Olimpiadi di Londra. Pato ha 22 anni e dovrebbe essere una delle grandi star del Brasile ai Giochi (dove nel calcio si possono schierare gli Under 23 e tre fuoriquota), in cui clamorosamente i verdeoro non hanno mai vinto l’oro. Una macchia da eliminare, soprattutto dopo che ad Atene 2004 e Pechino 2008 sono stati proprio i grandi rivali dell’Argentina a vincere l’oro olimpico.

Pato ci tiene molto, ma questo imporrebbe al Milan di non averlo durante la preparazione (fino a metà agosto), e di concedergli poi un periodo di vacanza ormai a ridosso dell’inizio della stagione. Un altro piccolo problema con un giocatore comunque da recuperare ad ogni costo.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori