CALCIOMERCATO/ Milan, torna il Mister-X: questa volta è un terzino. Si “nasconde” agli Europei 2012?

- La Redazione

Torna il famoso Mister-X in casa Milan: l’amministratore delegato Adriano Galliani starebbe pensando ad un nuovo uomo per la fascia sinistra, erede di Zambrotta

Galliani
Adriano Galliani, ad del Milan (Foto Infophoto)

Dopo aver sistemato in parte il centrocampo con gli arrivi a costo zero di Riccardo Montolivo e Bakaye Traore, e preso il giovane portiere Gabriel, in via Turati gli sforzi legati al calciomercato del Milan si concentrano ora a puntellare la corsia mancina. Dai tempi del ritiro di Paolo Maldini e ora di Gianluca Zambrotta, in ogni caso impiegato da un paio di stagioni con il contagocce e solo per le supersfide, la corsia di sinistra rossonera ha visto avvicendarsi diversi protagonisti. Antonini non ha convinto tanto quanto il suo “collega” della fascia di destra Abate, capace di conquistarsi stabilmente la maglia da titolare e il nigeriano Taye Taiwo non si è ambientato in rossonero tanto da essere ceduto in prestito agli inglesi del QPR, formazione che ha assunto le forme di un “rifigium peccatorum” del campionato italiano nella finestra del calciomercato di gennaio. Un giocatore di buon rendimento (anche economico) e affidabilità si è rivelato Jamel Mesbah, ma i rossoneri hanno bisogno di una alternativa (o meglio di un titolare) di maggior qualità. In ogni caso, il Milan non è in reale emergenza in quel ruolo e dunque non ha fretta, cosa che gli permette di studiare con calma i possibili obiettivi aspettando che i tempi degli affari siano maturi. Anche perchè non è da sottovalutare l’ipotesi di promuovere stabilmente il giovane della primavera Mattia De Sciglio (tre gare in Serie A per il giovane nazionale Under 21), il ragazzo ha stoffa e anche se il piede preferito è il destro potrebbe essere riadattato con successo sulla sinistra. Tutto sta a vedere che strada sceglierà il Milan per la sua maturazione (anche un prestito ad una squadra di B è una ipotesi da non sottovalutare). La richiesta di un rinforzo sulla sinistra viene, però, direttamente da mister Allegri alle prese con lo sfoltimento di una rosa che comunque deve cercare di rinverdire e non certo di sfiorire. In cima alla lista dei desideri vi sarebbero Federico Balzaretti del Palermo e un altro Federico, Peluso, dell’Atalanta autore di una annata davvero straordinaria e capace di coniugare attenzione in copertura ed esuberanza nella spinta in avanti. Il primo è un vecchio obiettivo del Milan visto che da un paio di stagioni a questa parte l’ex Juventus viene accostato con frequenza ai colori meneghini. Di recente è uscito allo scoperto, parlando dal ritiro della Nazionale di Cracovia, non smentendo la possibilità di un cambio di casacca («La certezza di rimanere in Sicilia al 100% non c’è. Il Milan? Prenderò ogni decisione con la mia famiglia»), e anche il neo-direttore sportivo del Palermo, Giorgio Perinetti, non ha escluso l’addio del biondo terzino: «Balzaretti vorremmo tenerlo, ma prima dobbiamo parlare con lui». Per ora non si può assolutamente parlare di trattativa ma semplicemente di sondaggi, oltretutto informali. Braida ha incontrato Perinetti negli scorsi giorni senza richieste concrete e Balzaretti rimane un obiettivo plausibile. L’alternativa, dicevamo, è Peluso, nerazzurro che piace anche a Juventus e Napoli. L’Atalanta lo valuta 8 milioni di euro e il Milan, con le casse vuote, attende di capire come muoversi su altri fronti e di conseguenza se sarà possibile investire tale somma sul giocatore. Nel frattempo starebbe spuntando un nuovo Mister-X, un giocatore che milita sempre nel ruolo di terzino e che potrebbe arrivare dall’estero. Questa pista è quindi battuta e con grande probabilità trattatasi, naturalmente, di un’ipotesi low cost visti di discorsi di cui sopra. Non è quindi da escludere, dopo 12 mesi, un nuovo tormentone Mister-X in casa Milan. Nell’estate del 2011 l’obiettivo era l’interno di sinistra e alla fine arrivò Nocerino; quest’anno rimaniamo sulla stessa fascia ma arretriamo e chissà che, per “tradizione” l’obiettivo segreto non sia Balzaretti. Anch’esso del Palermo come Nocerino alla fine Galliani potrebbe tentare il blitz nelle battute finali del calciomercato estivo. Tuttavia la vetrina degli Europei 2012 fa correre la fantasia, e allora tutti gli sguardi potranno essere puntati sulle corsie di sinistra delle varie nazionali. Problemi di “pass” non ce ne saranno, e questo rende i nomi ancora più allettanti. Anche se forse non proprio economici. Ma per rimanere in tema di “difesa” il calciomercato del Milan deve muoversi con circospezione anche per quanto riguarda i centrali. Senza considerare un eventuale addio di Thaigo Silva (leggi qui le ipotesi di calciomercato legate al giocatore che arrivano direttamente dalla Spagna e gettano nuova luce sulla possibile operazione) che significherebbe un inevitabile ridimensionamento del reparto e spingerebbe a tentare un colpo low cost, ma di un giocatore affermato (Witsel?) la società di via Turati sta perlustrando in lungo e in largo i vari campionati alla ricerca di rinforzi per una retroguardia, troppo criticata e fragile in questa stagione. Con l’addio di Alessandro Nesta, il Milan starebbe pensando ad una serie di talenti messicani, stando a quanto riporta Milannews.it. Si tratta precisamente di Diego Antonio Reyes Rosales e di Hiram Ricardo Mier Alanís. Entrambi sono stati protagonisti nel recente Torneo di Tolone riservato alla Nazionali Under 23 vinto appunto dal Messico. 

Reyes è un classe 1992 che gioca nel Club America e che vanta un bagaglio di esperienze davvero notevole. Nell’ultima stagione di Primera Division ha totalizzato ben 28 presenze, con l’aggiunta di 4 da titolare in Copa Libertadores 2011. Inoltre è stato un punto fisso della nazionale nel Mondiale Under-20 e nella recente Copa America e si appresta a partecipare alle Olimpiadi del prossimo agosto. Altissimo, 190cm, e dotato di leve lunghe, Reyes può giocare sia nel ruolo di mediano come in quello di difensore centrale ed eventualmente anche terzino destro. Piace al Milan ma anche a Inter, Genoa nonché a Real Madrid e Benfica. Attualmente ha un valore di mercato ancora contenuto, circa 2 milioni di euro, ma è chiaro che se la concorrenza dovesse continuamente aumentare si potrebbe creare una vera e propria asta. Mier è stato il partner di Reyes nel Torneo di Tolone. E’ un classe 1989 e gioca nel Monterrey, squadra detentrice del titolo di Clausura della Primera Division. Come Reyes vanta un ottimo curriculum avendo giocato anche due match nella Coppa del Mondo per club dello scorso dicembre, realizzando una rete. Meno polivalente rispetto al connazionale Mier è un difensore centrale molto concreto dalla tecnica basilare ma capace di grandi marcature e dell’anticipo in maniera impeccabile. Due piste davvero interessanti che potrebbero essere sondate in maniera più concreta nelle prossime settimane dal Milan ma anche dalle altre big del nostro paese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori