CALCIOMERCATO/ Milan, Zapata esclude Damiao, ma quante porte può aprire Cassano!

- La Redazione

Non solo Kakà nel calciomercato del Milan: interessano altri giocatori del Real come Sahin e Diarra. Sfumato Damiao si punta alle alternative italiane: Cassano chiave per gli scambi

borriello_milanR400
Borriello (infophoto)

Con l’acquisto di Zapata, in prestito dal Villarreal, le operazioni di calciomercato in casa Milan subiscono dei cambiamenti. Anzitutto in difesa: il colombiano non copre la falla Thiago Silva ma sposta la priorità sull’attacco. Da New York è stato piuttosto chiaro sull’operazione Kakà: difficilissima, per costi di cartellino e ingaggio del giocatore. I dirigenti rossoneri ci proveranno ancora ma lo stesso Mourinho ha ricordato che Kakà non se ne andrà certo gratis. Indi per cui il Milan vaglia soluzioni alternative per regalare una spalla di peso ad Alexandre Pato, ancora impegnato nell’avventura olimpica con la nazionale brasiliana. L’idea più intrigante di Galliani viene proprio dalla spedizione londinese verdeoro, e si chiama Leandro Damiao. In questi giorni il centravanti dell’Internacional de Porto Alegre ha segnato cinque gol in tre partite ed è il leader della squadra che si giocherà l’oro contro il Messico. I dirigenti rossoneri sono rimasti impressionati da Damiao, il cui agente aveva già visitato Via Turati qualche settimana fa. Il problema vero è un altro: acquistando Zapata il Milan ha occupato la restante casella per gli extracomunitari, per questo Damiao è destinato a rimanere un sogno, almeno sino al 2013. Non è da escludere comunque che il Milan tenga vivi i contatti con l’Internacional, prenotando Damiao in un affare in stile Lucas-PSG. Intanto prendono quota le candidature italiane, in primis Alessandro Matri della Juventus e Marco Borriello della Roma. Per entrambi la carta vincente da giocarsi in cambio sembra essere Antonio Cassano. Walter Sabatini, direttore sportivo della Roma, ha ammesso di aver ricevuto una telefonata da un non meglio identificato intermediario di calciomercato, che gli ha proposto l’acquisto del barese. Contestualmente il direttore giallorosso ha precisato di non aver avviato alcun contatto con il Milan: per ora si tratta di un’idea come tante, che come tante può concretizzarsi. Il Milan sta cercando un centravanti di peso come Borriello, che peraltro conosce già l’ambiente rossonero; d’altra parte cedendolo la Roma potrebbe finalmente liberarsi del suo ingaggio pesante. Prima di procedere seriamente allo scambio il Milan vaglierà tutte le alternative a cominciare proprio da Matri. La chiave è sempre Cassano, che consentirebbe di appiattire l’esborso ed è storicamente gradito alla Juventus, che lo cercato a più riprese nelle passate finestre di calciomercato. Senza contare che – se si dovesse concretizzare anche l’altro scambio paventato da parte della Juventus con l’Inter (Quagliarella-Pazzini) – potrebbe ricomporsi sotto l’egida di Beppe Marotta quella coppia gol che ha fatto le fortune sportive della Sampdoria l’anno della conquista della zona Champions. Il sogno Kakà, invece, si è fatto quasi proibito. Con il Real Madrid il discorso può allargarsi, a giocatori da tempo nel mirino rossonero come Nuri Sahin, Lassana Diarra e Sami Khedira. Difficile arrivare al tedesco, che ha valutazione molto alta ed è considerato molto importante da Mourinho. Più semplice impostare una trattativa di calciomercato per Diarra, che però sembra voler aspettare il 2013 per decidere il suo futuro, come ci ha recentemente confermato l’esperto Nando Sanvito (clicca qui per saperne di più). Più chiara la situazione di Sahin, fortemente conteso dall’Arsenal e che il Real non avrebbe problemi a cedere in cambio di un’offerta congrua. Il discorso è sempre lo stesso: il Milan non può registrare spese rilevanti a questo bilancio, ma punta al prestito con diritto di riscatto di uno dei suoi obbiettivi a centrocampo. 

Il Real vuole incassare ma è anche vero che appesantire la tribuna con tanti ingaggi di piombo non conviene agli spagnoli. Il Milan resta vigile, in ogni caso i tempi per un’eventuale operazione di calciomercato col Real Madrid si allungheranno, probabilmente sino agli ultimi giorni disponibili (basti ricordare il precedente Sneijder-Inter, concretizzatosi il 30 agosto di due anni fa). Infine un retroscena riguardante la difesa: sembra che Mino Raiola abbia infatti offerto ai rossoneri il difensore brasiliano Cris. Il capitano del Lione ha trentacinque anni e ancora un anno di contratto col club transalpino, che però non avrebbe particolari problemi a liberarlo per un’ultima esperienza importante. L’innesto del più giovane e quotato Zapata ha sospeso il discorso, senza però chiuderlo del tutto: Cris infatti ha il passaporto comunitario, e potrebbe essere un rinforzo di grande esperienza, qualità che in questo momento serve come il pane alla retroguardia del Milan.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori