CALCIOMERCATO/ Milan, Zé Eduardo: saltato il prestito, torna al Genoa

Era già tutto fatto, e invece Zé Eduardo non arriverà al Milan: saltato l’accordo sul prestito, la versione ufficiale parla di dettagli economici ma la realtà sembra essere diversa.

23.08.2012 - La Redazione
ZeEduardo
Zé Eduardo, attaccante del Genoa (Infophoto)

E’ saltata la trattativa per portare Zé Eduardo al Milan: l’attaccante brasiliano del Genoa torna immediatamente sotto la Lanterna, e la prossima stagione giocherà ancora agli ordini di Gigi De Canio. Cos’è successo? Ieri sera l’accordo era stato dato come ufficiale, invece questa mattina arriva la notizia che non se ne fa niente. Ricostruiamo la vicenda: ieri a pranzo c’è stato un incontro tra Adriano Galliani ed Enrico Preziosi. I due sono grandi amici, e il presidente del Genoa spesso e volentieri ha fatto favori ai rossoneri, basti pensare a Boateng, Acerbi ed El Shaarawy. L’idea è nata lì: il Milan aveva appena acquistato Pazzini dall’Inter nello scambio con Cassano, ma evidentemente Allegri non si sentiva coperto a sufficienza nel reparto offensivo. Così, nel giro di poche ore è stato raggiunto un accordo di massima: Zé Eduardo sarebbe arrivato a Milanello per un periodo di prova della durata di 3-4 giorni. Allegri, poi, avrebbe deciso se l’attaccante brasiliano, già compagno di squadra di Neymar nel Santos, sarebbe stato meritevole di una maglia rossonera. Addirittura, in serata, si è capito che la cosa fosse già fatta: prestito secco, senza bisogno di periodi di prova. Tanto che a Pegli, dove il Genoa si stava allenando, la notizia è arrivata e ha suscitato un applauso nei confronti di Zé Eduardo che aveva anche dichiarato di essere felice e di non poter parlare. L’operazione lampo, in perfetto stile Galliani, è però saltata oggi. Perchè? Ufficialmente, la versione del Milan sarebbe che non si è trovato un accordo sui dettagli economici dell’operazione; in realtà, parrebbe che sia stato lo stesso Zé Eduardo a bloccare tutto e a voler tornare a Genova perchè avrebbe rifiutato di sottoporsi al provino (che quindi ci sarebbe stato). Dunque, l’attaccante brasiliano torna a disposizione del Grifone e presumibilmente sarà impiegato da esterno nel tridente che De Canio sta studiando; il Milan, invece, deve ripensare alle sue strategie: al momento, nella rosa del Diavolo figurano, alla voce attaccanti, Pazzini, Robinho, Pato ed El Shaarawy. E, attenzione, proprio ieri sera, mentre si stava definendo la trattativa con il Genoa, il Papero è rimasto vittima dell’ennesimo infortunio muscolare, il sedicesimo nel giro di due anni e mezzo. Pare che in un contrasto con Boateng gli sia rimasta la scarpa incastrata nel terreno: cercando di liberarsi, Pato avrebbe sentito una fitta all’adduttore. Il sito del Milan non riporta notizie precise, ma si parla di uno stop di tre settimane. Al di là del periodo, è chiaro che Pato sta diventando un problema: 

Resta nella rosa ed è potenzialmente il titolare indiscusso, ma le sue condizioni fisiche precarie fanno sì che il Milan debba costantemente cercare soluzioni alternative. Saltato Zé Eduardo, quindi, i rossoneri dovranno cercare altro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori