CALCIOMERCATO/ Milan, sfumato Kakà, resta possibile Lassana Diarra (esclusiva)

Kakà si allontana per vari motivi, il centrocampista Diarra invece potrebbe arrivare a Milanello per rinforzare il centrocampo di Allegri in vista della prossima stagione.

28.08.2012 - La Redazione
lass_diarra_milanR400
Diarra (infophoto)

La notizia principale di oggi non farà sicuramente piacere al calciomercato del Milan e ai tifosi rossoneri, che speravano nel grande ritorno: con l’arrivo in prestito di Bojan Krkic (clicca qui per l’intervista esclusiva a Paolo Assogna), che è in arrivo a Milano per la firma del contratto, non c’è più spazio per Kakà. I problemi legati alla fiscalità spagnola erano noti e, nonostante una scappatoia dell’ultim’ora si potesse forse trovare (clicca qui per l’intervista esclusiva a Marcel Vulpis), i dirigenti del Milan si sono convinti che l’operazione fosse effettivamente troppo complicata e lunga per poterla chiudere. Può essere che ci siano margini in futuro, ma al momento Kakà sembra destinato a restare a Madrid, a meno che qualche pretendente straniera non si faccia avanti (il Galatasary, che giocherà in Champions League, non ha mai fatto mistero di puntare al brasiliano). A meno che non possa succedere qualcosa domani sera, quando Adriano Galliani sarà ospite di Florentino Perez, il presidente del Real Madrid, che l’ha invitato ad assistere al ritorno della Supercoppa di Spagna al Bernabeu (si parte dal 3-2 per il Barcellona di una settimana fa). Più facile, comunque, che il viaggio sia dovuto a un altro giocatore delle Merengues, che piace molto al Milan. Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da Ilsussidiario.net, i rossoneri potrebbe avanzare un’offerta per Lassana Diarra, centrocampista francese classe ’85 che non rientra nei piani di Mourinho, a maggior ragione dopo l’arrivo al Bernabeu di Luka Modric che già di suo faticherà ad inserirsi nella formazione titolare. Il giocatore transalpino ha il contratto in scadenza nel 2013 e il Real Madrid potrebbe cederlo in prestito, perdendolo a parametro zero nella prossima stagione ma risparmiando molto dal punto di vista dell’ingaggio. Ingaggio che è vicino ai 3,5 milioni di euro, con lo Spartak Mosca che gli ha offerto ben 4,5 milioni a stagione. il Milan, che è alla ricerca di un centrocampista centrale che possa giocare da regista (Montolivo, ormai è assodato, non funziona in quel ruolo), ha però dalla sua il fatto che il calciatore voglia misurarsi in un campionato più competitivo della Premier League russa, e in questo senso ha già rifiutato l’offerta dello Spartak. I rossoneri potrebbero convincere il giocatore ad accettare l’offerta: Diarra dovrebbe necessariamente ridursi l’ingaggio, ma il blasone della società potrebbe farlo decidere in tal senso. Sarebbe un rinforzo importante per la linea mediana del Milan: soprattutto, sarebbe un giocatore che andrebbe a ricalcare il prototipo del regista che piace al tecnico livornese, ovvero un centrocampista muscolare ma che sappia curare la fase di impostazione.

Dovesse chiudere l’affare, il Milan avrebbe messo una pezza adu un calciomercato che fino a oggi appariva inadeguato: il francese del Real Madrid sarebbe il terzo rinforzo nel giro di due giorni, dopo il succitato Bojan e Niang, il giovane ex Caen che certo non sarà decisivo già oggi ma rappresenta un bell’investimento per il futuro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori