PAGELLE/ Parma-Milan (1-1): i voti della partita (Serie A, sesta giornata)

- La Redazione

Parma-Milan è finita 1-1 grazie alle reti segnate nella ripresa da El Shaarawy e Galloppa: ecco le pagelle e i voti al primo anticipo della sesta giornata di serie A.

donadoni_parmaR400
Roberto Donadoni, allenatore Parma - InfoPhoto

Il Milan impatta contro il Parma e la pioggia. Al Tardini termina 1-1. Alla rete di El Shaarawy in apertura di secondo tempo risponde Galloppa. Pareggio tutto sommato giusto quello che matura nel primo anticipo della sesta giornata. Il Milan ha mostrato, forse per la prima volta in stagione, segnali di ripresa sia sul pianto del gioco che su quello della convinzione. Il Parma però è rimasto un avversario composto e pericoloso fino alla fine guadagnando un punto importante.

La gara che va in scena al Tardini è condizionata dalla pioggia. Circolazione palla non delle migliori e tanti tackle duri da una parte e dall’altra. Ne viene fuori comunque una partita piacevole. Numerosi cambi di gioco e frequenti ripartenze. Il Milan non riesce a gestire il vantaggio ottenuto da una giocata di El Shaarawy e il Parma recupera grazie a un colpo da piazzato.

Nel primo tempo subisce il blasone dei rossoneri limitandosi nel primo tempo a una prestazione quadrata e difensivamente perfetta. Nella ripresa prende coraggio e si affaccia più volte nella porta avversaria. Il gol subito non condiziona negativamente l’atteggiamento in campo e la pressione alta stronca sul nascere le iniziative avversarie.

Partita tutto sommato positiva, una delle migliori da inizio stagione. Nel computo completo della gara sono più le note positive di quelle negative. Geometrie giuste, centrocampo ordinato e carattere ritrovato. I numerosi falli compiuti dai rossoneri, invece, mostrano una certa difficoltà a gestire efficacemente i diversi duelli corpo a corpo generati dall’atteggiamento agonistico dei crociati.

La pioggia inzuppa la quasi totalità degli spettatori e spegne gli entusiasmi di inizio stagione. Pochissimo incitamento da ambedue le parti.

Nega un rigore al Parma nel primo tempo per fallo di Zapata su Lucarelli. Fischia troppo spesso spezzando fin troppo una gara già resa difficile dalle condizioni del campo.

MIRANTE 6,5 Si supera nel finale con una gran parata in volo su punizione di Montolivo. Attento e pronto in ogni circostanza dimostra di aver raggiunto un livello non indifferente di maturazione.

ZACCARDO 6,5 Offre più volte diversi anticipi su Bojan. Quando viene chiamato in causa nelle chiusure centrali si dimostra efficace.

PALETTA 6,5 Ottimo sia nei movimenti ormai collaudati sia nelle chiusure tempestive. Insuperabile nell’uno contro uno anche contro avversari più rapidi.

A. LUCARELLI 5,5 Perde un certo grado di lucidità con il passare del tempo, lasciando scoperti diversi varchi dietro di sé.

ROSI 6,5 Si muove bene in profondità, assumendo un atteggiamento aggressivo fin dalle prime battute. Sempre cercato nelle ripartenze mostra di saper sempre quello che fare.

(dal 18′ s.t. BIABIANY 6,5 Buon impatto sulla gara. Accelera e brucia chiunque lo affronti sulla fascia. Offre diversi palloni interessanti in area, ma la difesa avversaria non si fa sorprendere)

NINIS 6,5 Mostra tutto il suo repertorio svariando sulla fascia quando meno ce lo si aspetta. Recupera spesso palle interessanti sulla metà campo avversaria. La sua determinazione gli permette di procurarsi il gol del pareggio.

MUSACCI 6 Sfiora il gol nel primo tempo con una magistrale punizione al 21. Prezioso nei recuperi in difesa, soffre più del previsto nel cerchio del centrocampo.

(dal 29′ s.t. PAROLO 6 Crea ordine a centrocampo proponendosi spesso e volentieri nelle ripartenze).

GALLOPPA 6,5 La pressione asfissiante lo porta spesso a commettere troppi falli. Trova la rete del definitivo 1-1 con una punizione deviata.

GOBBI 6 Non riesce ad aggredire la fascia. Molto meglio nelle situazioni difensive.

PABON 5 Ancora troppo impacciato. Si nasconde troppo e non riesce ancora a mettere in luce tutte le sue doti. Appuntamento rivniato.

(dal 7′ s.t. BELFODIL 6,5 Buon impatto sulla gara. Con tutta la sua natura caracollante riesce a trovare spazi e portare palla in avanti non trovando però mai lo spunto vincente.)

AMAURI 5,5 Troppo statico quando i compagni lo chiamano in causa dalle fasce. Meglio nel giro palla per vie centrali.

ALL. DONADONI 6,5 Corregge la squadra da un avvio così così. Non osa troppo, impegnandosi a mantenere l’equilibrio. Dopo il gol subito rischia il tutto per tutto fino alla fine giocandosi la carta Biabiany.

 

ABBIATI 6,5 Bravo nelle conclusioni da fuori area degli emiliani. Considerate le condizioni del campo rischia raramente la presa, preferendo la respinta.

ABATE 6 Cross dalla tre quarti precisi, un po’ confuso nelle discese. Trova coraggio nel secondo tempo facendosi vedere spesso.

YEPES 6,5 Di testa chiude bene.

ZAPATA 5,5 Rischia di concedere il penalty nel primo tempo. Chiamato spesso a iniziare la manovra dei rossoneri: malino.

DE SCIGLIO 6,5 – Buona personalità, attivo e concede poco quando attaccato 1 contro 1. Nel secondo tempo viene ben presto tappato da Gobbi.

DE JONG 6 – Pasticcia un po’ se pressato, ma è sempre attento e chirurgico nelle chiusure. Si sposta colpevolmente sulla punizione di Galloppa.

AMBROSINI  5,5 – In netta difficoltà quando viene pressato. Muro!

(Dal 19′ s.t. MONTOLIVO 5,5 – Entra commettendo fallo. Perde troppi palloni tra le linee. Non lo salva il missile su punizione).

NOCERINO 5,5 – Poco incisivo. Salva un gol già fatto al 54esimo su Gobbi a porta libera.

BOATENG 5,5 – Reattivo e pronto all’inserimento di testa, un po’ meno nello smarcarsi e troppo egoista quando riceve palla sul limite. Si mangia un gol al 53′. Ci prova più volte recuperando e provandoci da fuori area.

(dal 24′ s.t. ROBINHO 6 – Si muove tanto. Ingresso positivo, anche se non riesce a modificare la situazione).

BOJAN 5,5 – Troppo statico soprattutto nei movimenti senza palla. Impacciato nei controlli in area. Molto meglio nella posizione di trequartista indovinando un assist per Boateng non sfruttato. Ci pensa un po’ troppo. Male negli agganci in area.

(dal 35′ s.t. PAZZINI sv)

EL SHAARAWY 7,5 – Nel primo tempo guadagna falli e taglia verso il centro. Ottimo persino in chiusura. A fine tempo si invola con una grande progressione sulla fascia. Sfodera la sua velocità a inizio secondo tempo e si inventa un gol d’autore. Molto pronto nei recuperi palla. Movimenti a compasso. Il suo gol può tranquillamente assurgere a emblema della partita. Il migliore.

ALL. ALLEGRI 5,5 – Relega ‘elshaa’ a destra facendogli fare più fatica. Bojan e Boateng spesso scambiano la posizione.

 

(Francesco Davide Zaza – twitter@francescodzaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori