PROBABILI FORMAZIONI/ Parma-Milan, aggiornamenti e notizie nel giorno della partita (serie A, sesta giornata)

- La Redazione

Allo stadio Tardini Parma-Milan, partita in programma questa sera alle ore 18.00, inaugurerà la sesta giornata di Serie A. Ecco gli ultimi aggiornamenti sulle probabili formazioni.

Bojan_Milan_Champions
Bojan Krkic, terzo gol in campionato (infophoto)

Verrà inaugurata questa sera, alle ore 18.00, la sesta giornata di Serie A. In campo, allo stadio Tardini, i padroni di casa del Parma ospiteranno il Milan. I rossoneri dopo la vittoria convincente a metà contro il Cagliari, fra le mura domestiche di San Siro, cercano il secondo successo in serie di questo 2012-2013, il terzo totale della stagione da poco iniziata. Massimiliano Allegri continua ad essere sulla graticola e solo una nuova vittoria potrebbe spazzare via totalmente i fantasmi di questi giorni. La squadra ha dato segnali positivi mercoledì sera ma è chiaro che bisognerà fare ancora molto per poter competere con le prime della classe. Di fronte vi sarà un Parma tutt’altro che da sottovalutare, attualmente fermo a 5 punti in classifica. Rispetto alla scorsa stagione gli emiliani hanno decisamente risentito dell’addio di Sebastian Giovinco, ma la vittoria contro il Chievo e i due pareggi contro la Fiorentina e il Genoa, avversari tutt’altro che semplici, non sono affatto da sottovalutare. I gialloblu guidati da Donadoni hanno fino ad ora capitolato solo contro Napoli e Juventus, le due attuali capoliste della Serie A, e non si faranno spaventare dal Milan malato.

Mister Roberto Donadoni dovrebbe attuare qualche modifica rispetto a quanto si è visto in campo mercoledì sera. In casa gialloblu rientra infatti Rosi così come dovrebbe essere la prima da titolare di Amauri, fino ad oggi indisponibile per acciacchi vari. Pronto quindi un 3-5-2 con Mirante fra i pali, retroguardia formata dal solito trio Zaccardo, Lucarelli e Paletta, difensori di grande esperienza; centrocampo muscoloso con Rosi sulla corsia di destra e Gobbi su quella mancina, mentre al centro Ninis sembra favorito su Morrone per sostituire Valdes, out perchè fermato dal Giudice Sportivo. Al fianco del calciatore albanese naturalizzato greco ci saranno Parolo a destra e Galloppa a sinistra. Infine l’attacco, dove l’ex Fiorentina Amauri prenderà il posto di Belfodil affiancato da Pabon. Ieri in conferenza stampa l’allenatore ha dovuto fronteggiare le voci che lo vorrebbero vicino proprio alla panchina del Milan, pur smentite dal presidente Ghirardi: “Mi fanno molto piacere le sue parole, c’è sintonia con lui, gli ingredienti per dare continuità ci sono tutti e quel che ha detto il presidente mi dà ulteriori stimoli e orgoglio. Per me il Milan rappresenta il passato, anche se un passato indubbiamente importante. Adesso arriva in campionato da avversario e come tale lo vivo. Il sentimento non può essere intaccato, ma ora sono allenatore del Parma, il Milan rappresenta una tappa e come tale va affrontato. Una squadra ferita è ancora più pericolosa. In generale credo che nelle critiche e nei giudizi ci voglia equilibrio. Credo comunque che al Milan ci sia un allenatore all’altezza. A me tuttavia ora interessa più di ogni altra cosa il Parma e guardare a noi prima che agli altri”. Il tecnico bergamasco aveva ancora qualche dubbio: “In mattinata farò le ultime considerazioni: metterò in campo la squadra che mi darà più garanzie. Ci sono alcuni giocatori che sono stanchi”.

Al fianco di Roberto Donadoni si accomoderanno Pavarini, MacEachen, Fideleff, Benalouane, Acquah, Musacci, Morrone, Arteaga, Marchionni, Biabiany, Sansone, Belfodil. Non mancheranno dunque le possibilità di variare assetto e caratteristiche nel corso della partita.

Non saranno della partita causa infortunio Santacroce e Palladino, per i quali si prospettano tempi di recupero ancora abbastanza lunghi (l’ex Genoa è uscito sabato scorso dopo aver giocato un minuto), e lo squalificato Valdes.

Grandi novità sono attese in casa Milan. Vista la sfida di Champions League della prossima settimana, l’insidiosa trasferta a San Pietroburgo contro lo Zenit (che sarà seguita dal derby), Massimiliano Allegri sembra intenzionato a concedere un turno di riposo a quei giocatori che sono stati impiegati molto nelle ultime settimane, a cominciare da Giampaolo Pazzini, e a chi è appena rientrato, come Riccardo Montolivo. Il tecnico rossonero dovrebbe confermare lo schema di mercoledì, il 4-3-3, con Abbiati fra i pali, De Sciglio titolare sulla destra dopo l’ottima prestazione contro i rossoblu, con Antonini sulla fascia mancina. Al centro rientra Zapata dopo la squalifica, affiancato da Daniele Bonera, altro grande protagonista della partita contro i sardi. Diversi dubbi per il centrocampo dove dovrebbe vedersi capitan Ambrosini in cabina di regia con Nigel De Jong da interno destro e Nocerino sulla corsia opposta. In attacco, infine, unico sicuro del posto sarà l’intoccabile Stephan El Shaarawy. Il tridente potrebbe essere composto dal rientrante Boateng e da Bojan, anche se non è da escludere un impiego dal primo minuto di Emanuelson. 

 Pur se ci sono quindi alcuni dubbi da sciogliere, ecco chi dovrebbe sedere in panchina al fianco di Allegri. Ci sarà il rientrante Robinho, che verrà schierato dal primo minuto in Champions. Oltre a lui ci saranno Amelia, Narduzzo, Abate, Mexes, Yepes, Acerbi, Mesbah, Constant, Montolivo, Emanuelson, Pazzini.

 Nessuno squalificato stavolta tra i rossoneri, mentre saranno indisponibili per infortunio Muntari, Didac Vilà, Strasser, Pato e Flamini. Ancora un buon numero, ma non più così pesanti, anche perchè di teorico titolare c’è solamente il brasiliano.

 

Mirante; Zaccardo, Paletta, Lucarelli; Rosi, Parolo, Ninis, Galloppa, Gobbi; Pabon, Amauri. All.: Donadoni.

A disp.: Pavarini, MacEachen, Fideleff, Benalouane, Acquah, Musacci, Morrone, Arteaga, Marchionni, Biabiany, Sansone, Belfodil.

Squalificati: Valdes (1).

Indisponibili: Santacroce, Palladino.

Abbiati; De Sciglio, Zapata, Bonera, Antonini; De Jong, Ambrosini, Nocerino; Boateng, El Shaarawy, Bojan. All.: Allegri.

A disp.: Amelia, Narduzzo, Abate, Mexes, Yepes, Acerbi, Mesbah, Constant, Montolivo, Emanuelson, Robinho, Pazzini.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Muntari, Didac Vilà, Strasser, Pato, Flamini.

 

Arbitro: Rocchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori