MILAN/ Castagner: per Pazzini serve un altro modulo. Manca il vero Boateng… (esclusiva)

In esclusiva a Ilsussidiario.net, Ilario Castagner, tecnico italiano e commentatore televisivo, ha parlato del gioco del Milan e anche della posizione di Giampaolo Pazzini.

05.09.2012 - int. Ilario Castagner
Pazzini_Esultanza
Giampaolo Pazzini esulta al Dall'Ara (Infophoto)

Una rondine non fa primavera. I tifosi del Milan sperano che dopo la vittoria a Bologna contro i felsinei, che ha rimediato in parte alla sconfitta casalinga contro la Sampdoria nel primo turno di campionato, possa essere solo la prima di una lunga striscia vincente. Eppure più di qualche addetto ai lavori pensa che la squadra di Allegri non sia attrezzata per fare bene visto che ci sono lacune a livello di gioco. Il Milan ha sicuramente perso brillantezza nella propria manovra, ma contro il Bologna ha trovato i gol di Giampaolo Pazzini, attaccante italiano arrivato dall’Inter nell’ambito dello scambio con Cassano. Il Pazzo ha segnato tre gol e ha portato tre punti alla formazione di Allegri. Eppure i tre palloni messi dentro dall’ex centravanti della Sampdoria non sono arrivati dietro uno schema di gioco ben preciso ma attraverso azioni occasionali. Un calcio di rigore, un errore di Agliardi e un tiro di Nocerino deviato di tacco da Pazzini. Cosa significa tutto questo? Lo abbiamo chiesto in esclusiva a Ilsussidiario.net a Ilario Castagner, tecnico italiano e commentatore televisivo delle reti Mediaset, che ha fatto un’analisi dettagliata del gioco del Milan.

Il Milan vittorioso a Bologna l’ha convinta?

No perchè non è stato un bel Milan dal punto di vista del gioco. I rossoneri hanno perso la prerogativa che c’è da anni nel club rossonero, ovvero il pallino del gioco. C’è stato poco possesso palla.

Un centrocampo non altamente qualitativo può essere una delle spiegazioni?

Certamente, basti pensare che il centrocampo del Milan è pieno di incontristi ma ci sono pochi giocatori di qualità.

Montolivo è uno di questi…

Montolivo ha sicuramente qualità ma ancora non ha dato il giusto apporto. 

Al Milan manca il vero Boateng. E’ giusta questa osservazione?

Giustissima, il ghanese non si è ancora espresso sui livelli di due stagioni fa e il Milan senza di lui perde tantissimo. 

Sono arrivati i gol di Pazzini. Nessuna rete però è arrivata su manovre di gioco da parte della formazione di Allegri…

E’ un dato che fa riflettere. Il Milan deve prima ritrovare il suo gioco poi potrà mettere in condizioni Pazzini di segnare molti gol.

Il 4-3-1-2 non sembra il modulo adatto al Pazzo…

No certamente, anche perchè Pazzini non è il classico attaccante bravo tecnicamente con cui puoi dialogare palla a terra.

Forse servirebbe un modulo di gioco diverso non crede?

Penso di si, Allegri dovrà capire bene quale modulo è adatto a esaltare le qualità di Pazzini che è bravo nel gioco aereo.

Il problema è che il Milan gioca poco sulle fasce. Meglio un tridente per Pazzini?

Bisogna far pervenire a Pazzini molti cross importanti per poter avere dei risultati eccellenti.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori