CALCIOMERCATO/ Milan, Brunelli (SportItalia): Kluivert allenatore? Attenzione a Inzaghi già a Gennaio e… (esclusiva)

Gaia Brunelli, giornalista di SportItalia vicina alle vicende del Milan, analizza la situazione in casa rossonera, valutando la posizione di Allegri e i suoi possibili sostituti futuri

08.09.2012 - int. Gaia Brunelli
allegri_galliani_tassottiR400
Allegri (infophoto)

Il calciomercato è terminato da poco ma in casa Milan tira già aria di cambiamento. L’ultima settimana ha portato qualche linea di febbre nel rapporto Allegri-società, e in particolare con Adriano Galliani che dopo gli ultimi acquisti di calciomercato ha avvisato il tecnico: il Milan, a suo dire, può nuovamente competere per vincere su tutti i fronti. Complice un avvio di campionato non brillantissimo, parzialmente redento dall’ultima vittoria di Bologna, la posizione di Allegri a Milanello non sembra solidissima. Tanto più che dall’estero arrivano le prime candidature per sostituirlo: ieri è stato il turno di Patrick Kluivert, (in)dimenticato ex attaccante rossonero. Attualmente vice allenatore del NEC, lo storico centravanti dell’Olanda ha espresso il desiderio di poter un giorno allenare il Milan, alla luce dei suoi recenti progressi nella gestione dei giocatori. Quella che oggi è solo un’ipotesi peregrina potrebbe farsi più concreta l’anno prossimo, considerando il feeling tra il Milan e i suoi ex giocatori, soprattutto olandesi. Inoltre, dalla Francia rimbalzano indicazioni controverse sulla situazione di Mapou Yanga-Mbiwa, il difensore del Montpellier spesso accostato ai rossoneri nell’ultimo calciomercato. Il francese tentenna sul rinnovo del contratto col suo club, in scadenza nel 2013: che dietro ci sia ancora il Milan? Per vederci più chiaro abbiamo contattato in esclusiva Gaia Brunelli, stimata collega di Sport Italia vicina alle vicende rossonere. Ecco le sue impressioni:

Come commenta Patrick Kluivert che si offre al Milan, potrebbe allettare Berlusconi? Non credo. Quando Berlusconi dice ‘diamo il Milan ai milanisti’ intende anche persone di cui la gente abbia ricordi piacevoli: al Milan non è il caso di Kluivert. Semmai come suggestione ci sta di più Van Basten, anche sta allenando l’Heerenven. Diciamo però che un cambio di allenatore è possibile, già a gennaio.

Addirittura? Se le cose non andranno come devono sì. Quello che manca adesso è l’entusiasmo, e in generale in situazioni del genere l’unica cosa da fare è cambiare le giuda tecnica. Poi magari col mercato di gennaio salterà fuori qualcosa di nuovo, però se i giocatori non svoltano a livello di atteggiamento sarà Allegri a farne le spese.

Chi potrebbe essere il sostituto in corsa? Per gennaio penserei ad un nome tipo Pippo Inzaghi, che è già stato tirato fuori. Per l’anno prossimo penso a Devis Mangia: ha solo un anno di contratto con l’Under 21, chissà che non possa essere lui l’allenatore da cui ripartire. Galliani lo stima, lo ha sempre detto apertamente.

Caso Yanga-Mbiwa, il giocatore fa le bizze col Montpellier: il Milan tornerà all’assalto a gennaio?

 

Il giocatore è stato chiaro: vuole il Milan. Il Montpellier, pur giocando la Champions League, non si può definire un top club, anche perchè ha venduto elementi come Giroud. Sicuramente Yanga-Mbiwa arriverà al Milan: Galliani lo corteggia ancora, probabilmente firmerà a parametro zero.

 

(Carlo Necchi)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori