CALCIOMERCATO/ Milan, Albrigi (ag. FIFA): Allegri-Guardiola, dipende dalle ambizioni di Berlusconi. A gennaio arriverà… (esclusiva)

- int. Simone Albrigi

L’agente FIFA Simone Albrigi ci parla in esclusiva del futuro della panchina del Milan, in bilico tra la conferma di Massimiliano Allegri e la tentazione Guardiola, sempre dietro l’angolo

Allegri_Guardiola
Massimiliano Allegri (infophoto)

Il mercato del Milan a gennaio sarà probabilmente improntato all’acquisto di un calciatore giovane. Il presidente Silvio Berlusconi ha tracciato l’identikit del giocatore giusto per il Milan: deve avere la carta d’identità dalla sua e avere talento. Non è un caso che Silvio Berlusconi abbia bocciato Mario Balotelli definendolo mela marcia per via dei suoi comportamenti non certo positivi (clicca qui per approfondire). Chi arriverà al Milan dovrà assolutamente essere un giocatore con la testa sulle spalle; in verità Berlusconi ha ammesso di visionare più di cento giovani e ha soprattutto fatto il nome di Mattia Destro e Davide Santon, due giocatori che rispondono ai requisiti e possono dare una mano alla squadra rossonera. Bisognerà anche capire cosa vorrà fare il Milan per quanto riguarda la guida tecnica del prossimo anno, perché Berlusconi ha messo dei seri dubbi sulla permanenza di Massimiliano Allegri, probabilmente “salvato” da Galliani nel corso di questa stagione ma difficilmente ancora in sella dopo giugno. A tal proposito, l’agente FIFA Simone Albrigi, intervistato in esclusiva da Ilsussidiario.net, ha dichiarato: “Io credo che le parole di Berlusconi non debbano essere viste come una mancanza di fuducia nei confronti di Allegri. Il tecnico rossonero nei momenti peggiori non è stato mandato via dalla società, continuerà sicuramente fino a giugno e poi in base ai risultati si cercherà di prendere una decisione tenendo conto che il tecnico toscano ha ancora un anno di contratto”. Sono molti gli addetti ai lavori che parlano di un Berlusconi molto interessato a capire la situazione di Guardiola che ha ammesso di voler tornare ad allenare nella prossima stagione ma non ha ancora nessun accordo; certo il sogno è stato esplicitato dallo stesso Cavaliere, ma c’è chi sostiene che anche a livello economico il presidente sia pronto a provarci. I club inglesi sono ovviamente pronti ad acquisire il tecnico ex Barcellona e Bayern Monaco e Borussia Dortmund stanno alla finestra, ma Berlusconi non vuole assolutamente lasciare il campo libero: “Io credo che Guardiola potrebbe anche arrivare in Italia, dipenderà molto dalle ambizioni del presidente del Milan che sta avviando un processo di cambiamento e di ringiovanimento della rosa. Se Berlusconi decidesse di tornare a vincere subito, allora prenderebbe in seria considerazione l’idea di ingaggiare Guardiola” ha dichiarato l’agente Albrigi. Si parla poi dell’arrivo di un centrocampista durante il mercato di gennaio, e Albrigi è sicuro che ci sarà una grande sorpresa: “Sono certo che il Milan prenderà un grande giocatore già a gennaio, anche perché ha ceduto Pato e potrebbe vendere altri esuberi della rosa. Un top player giovane potrebbe arrivare già a gennaio, poi a giugno verrebbe completato il gruppo”

Galliani dunque cova in gran segreto il colpo per gennaio. Si parla molto di Andrea Poli, centrocampista della Sampdoria che sta facendo molto bene dopo essere passato dall’Inter (che ha deciso di non riscattarlo). Questo il commento di Albrigi in merito: “E’ un giocatore che non ha ancora espresso pienamente le proprie possibilità”. Stando quindi alle dichiarazioni precedenti, non sarà lui l’acquisto del Milan in questa finestra di riparazione…

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori