Calciomercato Milan/ Di Vittorio (ag. FIFA): Sommer è pronto, ma c’è un problema. Dubbio El Shaarawy! (esclusiva)

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Adriano Di Vittorio ha parlato del mercato del Milan e in particolare di Sommer, portiere della Nazionale svizzera.

12.10.2013 - int. Adriano Di Vittorio
Sommer_Basilea
Foto Infophoto

Continuano le indiscrezioni di calciomercato che riguardano il Milan soprattutto per la situazione del portiere. Con Christian Abbiati che non è certo in forma, i rossoneri stanno pensando all’estemo difensore del futuro, anche perché l’attuale estremo difensore rossonero è in scadenza di contratto e difficilmente continuerà. Attenzione alla posizione di Yann Sommer, portiere del Basilea e della Nazionale elvetica, che in passato era stato trattato anche dalla Fiorentina e che, pare, il Milan ha messo nel mirino come possibile soluzione per il futuro. La Svizzera inizia a sfornare talenti interessanti, e sempre per quanto riguarda i rossoneri, per la difesa oltre al già acquistato Adil Rami piace il giovane Fabian Schar, che anche la Juventus monitora con estrerma attenzione. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Di Vittorio ha parlato del calciomercato del Milan.

Il Milan ha pensato al portiere Sommer del Basilea. Che ne pensa? Il problema di Sommer negli ultimi anni è stata l’altezza, molti pensavano che non sarebbe arrivato al top e invece anche grazie alla vetrina della Champions League ha mostrato le sue qualità.

E’ un portiere da Milan? Secondo me sì, è bravo tecnicamente, sa giocare palla con i piedi, credo possa fare il grande salto.

Difficile possa muoversi a gennaio vero? Assolutamente no, non credo che il Basilea abbia voglia di privarsi del portiere svizzero a gennaio anche perché dovrebbe trovare un altro giocatore all’altezza di Sommer e non sarà facile.

Il Milan dopo Rami potrebbe puntare su un altro difensore. In Svizzera si parla molto di Schar… Anche per lui la vetrina internazionale sta facendo bene. Ma credo che in Italia avrebbe problemi perché lui è bravo a impostare l’azione ma non tanto a difendere. 

Su di lui ci sono già diversi club… Lo scorso anno l’Arsenal mi ha chiesto un parere sul giocatore, dissi che doveva ancora migliorare dal punto di vista dell’esperienza.

Che ne pensa di El Shaarawy? 

E’ un giocatore che mi piace, un talento, uno che si sacrifica per la squadra. Solo che è molto introverso e questo potrebbe essere un difetto di personalità.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori