Calciomercato Milan/ Caravello (ag. FIFA): Matri va aspettato. El Shaarawy? Soffre Balotelli… (esclusiva)

- int. Danilo Caravello

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Danilo Caravello ha parlato del mercato del Milan e in particolare di Alessandro Matri, tanto criticato. El Shaarawy potrebbe andare via…

Matri_Caen
Alessandro Matri, 29 anni (Infophoto)

Alessandro Matri non riesce a sbloccarsi con la maglia del Milan. I rossoneri vorrebbero i gol dell’ex bomber della Juventus che da quando è arrivato non si è sbloccato. L’attacco rossonero vive ancora dei gol di Mario Balotelli, che però è stato fuori per tre giornate a causa della squalifica rimediata contro il Napoli. Si parla anche di un caso Matri che potrebbe andare via a gennaio ma Allegri per il momento non ha voglia di questi discorsi nei confronti diella punta, che stima molto per i comuni trascorsi a Cagliari. Il Milan dovrà assolutamente risolvere anche il problema di Stephan El Shaarawy che non sta facendo bene. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Danilo Caravello ha parlato del calciomercato del Milan.

Ma no, Matri è un grande giocatore e merita di giocare nel Milan, il problema è che ha bisogno di sbloccarsi.

I tifosi non sono molto contenti anche perché è stato pagato caro… Però non è facile giocare e fare bene in questo Milan visto che le cose non stanno andando bene.

Allegri infatti ha strigliato anche lui dopo la sconfitta in amichevole contro il Caen… Io credo che Allegri ce l’avesse con tutti, il Milan non può andare avanti così, è in una posizione di classifica non consona.

A gennaio ci sarà Rami. Basterà per blindare la difesa? Io credo che il Milan andrà su qualche altro difensore, perché la retroguardia ha bisogno di essere sistemata.

Su chi potrebbe puntare il Milan? Penso che l’obiettivo sia sempre Astori del Cagliari. Ne sono sicuro.

Anche El Shaarawy è stato messo in discussione. Potrebbe andare via? Credo che El Shaarawy soffra Balotelli, anche se i due dicono di avere un bel rapporto. Peccato, perché il Faraone ha le stigmate del campione. (Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori