Calciomercato Milan/ Januzaj, ci sono anche i rossoneri. Le notizie al 14 ottobre

- La Redazione

Adnan Januzaj è il nome del momento: il diciottenne del Manchester United è ambito da tante squadre europee. Tra queste il Milan, che prova a strapparlo alla danarosa concorrenza

Moyes_Januzaj
David Moyes (Infophoto)

E’ il nome del momento, Adnan Januzaj; secondo quanto riportato da Tuttomercatoweb.com, anche il Milan è sulle sue tracce. Sono tutti iscritti alla corsa al diciottenne del Manchester United, belga che ha però scelto di giocare con la nazionale dell’Albania vista la sua origine kosovara. David Moyes di giovani talenti se ne intende: non è un caso che sia stato proprio lui a lanciare un Wayne Rooney in erba quando allenava l’Everton, e pazienza se poi con il tempo il rapporto si è deteriorato fino a sfiorare una clamorosa separazione in estate, quando i due si sono ritrovati a Old Trafford. Del resto non c’è solo Rooney nella lista delle scoperte di Moyes: basti pensare al centrocampista Ross Barkley, allo stesso Leighton Baines acquistato 22enne dai Toffeemen e oggi in Nazionale, o anche l’irlandese Seamus Coleman. Nomi dal tono minore, ma che dimostrano la bontà delle scelte del manager scozzese. Januzaj è l’ultimo della lista: la doppietta segnata contro il Sunderland lo ha catapultato dall’essere uno dei tanti diciottenni che mettono piede in prima squadra al diventare un possibile campione futuro, con enormi aspettative già oggi. Naturale che il primo club al quale sia stato accostato il ragazzo sia la Juventus: l’affare Pogba lo ricordano ancora tutti. Peccato che stavolta i Red Devils non abbiano la minima intenzione di replicare l’errore, e così il prezzo, qualora davvero si arrivi alla cessione, sarà alto. Questo naturalmente porta in posizione privilegiata società come Real Madrid, Arsenal o Manchester City; ma il Milan spera che in casa United si arrivi alla rottura sul rinnovo del contratto, esattamente come accaduto per Pogba. In questo caso si tratterebbe di anticipare la concorrenza, e in questo Adriano Galliani è uno dei migliori. Riuscirà il Milan ad assicurarsi il talento di Januzaj? Staremo a vedere.

La brutta sconfitta di ieri non ha fatto altro che peggiorare la situazione in casa Milan: d’accordo si trattava di un’amichevole durante la pausa per le Nazionali, ma perdere 3-0 contro una formazione della serie B francese è una figuraccia difficile da accettare da parte di una squadra come i rossoneri. L’agente Fifa Danilo Caravello ha commentato il pessimo momento della formazione allenata da Massimiliano Allegri, con particolare riferimento alle difficoltà dell’attacco, dove Alessandro Matri non riesce proprio a sbloccarsi, e si torna pure a parlare di un possibile addio di Stephan El Shaarawy (clicca qui per l’intervista esclusiva).

Cercasi erede di Christian Abbiati in casa Milan. In via Turati stanno iniziando lentamente a sondare il terreno per un possibile sostituto dell’estremo difensore rossonero che andrà in scadenza a giugno. Moltissimi i nomi accostati al club meneghino nelle ultime settimane e fra questi è spuntato Fraser Forster. Stando a quanto circola in Scozia, pare infatti che il Milan sia rimasto molto ben impressionato del classe 1988 del Celtic, in occasione della recente sfida di Champions League a San Siro. Il gigante 25enne biancoverde, alto 201 cm, ha il contratto in scadenza al 30 giugno del 2016, fa parte della nazionale inglese, ed ha un valore che si aggira attorno ai 5 milioni di euro, non di certa una cifra esagerata. Altro nome che continua a circolare negli ambienti rossoneri, è quello di Marc Andrè ter Stegen, nazionale tedesco Under-21 in forza al Borussia Monchengladbach.

Secondo quanto riporta El Mundo Deportivo sul gioiello teutonico classe 1992 vi sarebbe in pressing il Barcellona ma i rossoneri non intendono assolutamente mollare la presa. Pronta un’offerta che potrebbe aggirarsi attorno ai 10/12 milioni di euro, non una somma contenuta, ma che vale il rischio della trattativa, viste le enormi qualità dimostrate nelle ultime stagioni dal gioiello tedesco. Attenzione poi all’ipotesi interna, quella che vuole Gabriel pronto a divenire il “numero 1” del Milan già a partire dalla prossima stagione. Il giovane brasiliano è sceso in campo ieri in occasione dell’amichevole contro il Caen, risultando alla fine uno dei migliori in assoluto, salvando la porta spesso e volentieri. Fermo ai box ad inizio stagione per un infortunio, il giovane verdeoro vuole conquistarsi un posto da titolare a suon di parate.

Non passa il periodo negativo in casa Milan. Ieri i rossoneri hanno perso in malo modo in Francia contro il Caen. Sia chiaro, si è trattato solo di un’amichevole e in campo vi era una squadra composta da seconde linee e Primavera, ma è anche vero che l’atteggiamento del Diavolo continua ad essere di superficialità, insufficiente, incapace di domare qualsiasi avversario. Sono molti quelli convinti che in occasione del mercato di riparazione la squadra potrebbe essere semi-stravolta. Fra i calciatori in arrivo a Milanello vi è Keisuke Honda, che nonostante le recenti voci di mercato lo vogliano in orbita Tottenham, è ormai ad un passo dal vestire la casacca del Diavolo. Uno sbarco in Italia che potrebbe permettere ad Allegri di attuare un nuovo modulo, il noto 4-2-3-1, disposizione tattica attuata in Europa dalle principali big del Vecchio Continente, leggasi le due finaliste Champions, Bayern Monaco e Borussia Dortmund, ed utilizzata in Italia anche dal Napoli di Rafa Benitez.

Un nuovo schema che permetterebbe ad Allegri di utilizzare in contemporanea Honda e Kakà, sulla linea dei trequartisti, affiancati da Balotelli e dietro al solo Pazzini. Un modulo che renderebbe inoltre più coperta la difesa, visto il centrocampo decisamente affollato. Non sono solo rose e fiori, visto che qualche vip rischia il taglio. Al di là di Alessandro Matri (ieri ancora una nota dolente), c’è uno Stephan El Shaarawy che potrebbe essere obbligato ad accomodarsi in panchina ogni domenica. Nel 4-2-3-1, infatti, gli verrebbe preferito Super Mario sull’esterno di sinistra, e ciò innescherebbe inevitabilmente le voci di mercato che hanno accompagnato il Faraone già negli scorsi mesi. Sulle sue tracce, come è noto, vi sono il Manchester City, il Real Madrid e occhio anche ad Arsenal e allo United, tutte società pronte a fare follie pur di assicurarsi la stella italo-egiziana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori