Calciomercato Milan/ Zapata nel mirino di Moyes. Notizie del 15 dicembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Il Manchester United vuole Cristian Zapata: questa l’indiscrezione che rimbalza dall’Inghilterra. Intanto Massimiliano Allegri ha implicitamente confermato il suo addio a fine stagione

cristian_Zapata_colombia_r400
(Infophoto)

Il Milan che prova a risalire la corrente in campionato deve registrare alcune indiscrezioni di calciomercato che riguardano calciatori della sua rosa. In particolare, come riporta il Sunday People, sembra che il Manchester United si sia particolarmente interessato a Cristian Zapata. Anche David Moyes ha le sue gatte da pelare, anzi la stagione dei Red Devils è sostanzialmente identica a quella dei rossoneri: discreti in campionato (qualcosa meno), gli inglesi sono comunque riusciti a qualificarsi agli ottavi di finale di Champions League, anzi rischiando meno di quanto non abbiano fatto i rossoneri. Anche a Old Trafford si comincia a pensare al ringiovanimento di qualche elemento della rosa: in particolare bisogna sostituire i due difensori centrali storici, Rio Ferdinand e Nemanja Vidic, con il serbo che ha il contratto in scadenza ed è ormai giunto al termine dell’avventura con la maglia del Manchester United. Così sul taccuino di Moyes è finito Zapata, arrivato la scorsa stagione al Milan e impostosi come centrale titolare dopo qualche tentennamento iniziale. Da vedere cosa vorranno fare i rossoneri, che hanno grossi problemi nel reparto arretrato; non sembra che Zapata possa essere in vendita in questo momento, ma la sua cessione potrebbe anche essere vista come un sacrificio necessario per fare arrivare altri elementi.

Intanto Massimiliano Allegri ha praticamente messo la parola fine sulla sua avventura nel Milan. E’ certo un segreto di Pulcinella quello di Milanello: il tecnico toscano ha il contratto in scadenza e la società non glielo rinnoverà, dopo aver più volte tentennato di fronte ai risultati negativi delle ultime stagioni. Allegri ha comunque ripagato la fiducia: spesso e volentieri senza mostrare un calcio particolarmente brillante e con tante contraddizioni, ma anche portando la squadra allo scudetto e sempre in Champions League. “Altre squadre mi avevano avvicinato”, ha rivelato Allegri, altra cosa risaputa: la scorsa estate Napoli e – soprattutto – Roma avevano deciso di puntare su di lui. “Sembrava davvero che potessi lasciare il Milan, ma poi non è stato così e non ho rimpianti. Sono contento di essere rimasto qui, e spero di finire il lavoro nel migliore dei modi”. L’uso del verbo specifico può essere un lapsus, ma in realtà anticipa quello che già si sapeva. Allegri lascia: per ricominciare non si sa ancora da dove. Potrebbe finire in Nazionale, o anche accettare una panchina all’estero. Al Milan, e non certo da oggi, si è aperta la lunga corsa alla panchina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori