Calciomercato Milan/ Ferraria (ag.FIFA): Yakin verso la Bundesliga, a gennaio rinforzi Champions (esclusiva)

- int. Flavio Ferraria

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Flavio Ferraria ha parlato del calciomercato del Milan e in particolare del possibile arrivo di Yakin in panchina.

yakin_dito
Murat Yakin (infophoto)

Nei giorni scorsi a proposito della situazione dirigenziale del Milan, si è parlato molto della posizione di Paolo Maldini. Per ora l’ex capitano e bandiera rossonera è fuori dalla società, ma Barbara Berlusconi spinge per il ritorno del giocatore solo che Galliani non sarebbe molto entusiasta. Maldini tra l’altro avrebbe deciso di puntare su Murat Yakin come allenatore dei rossoneri per la prossima stagione. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Flavio Ferraria, grande esperto di calciomercato svizzero, ha parlato del tecnico del Basilea.

Tutti pazzi per Yakin. Ma lo vedremo in Italia? Difficile perché piace molto in Bundesliga ed è quello il campionato più gettonato per i tecnici svizzeri. C’era anche stata un’offerta del Tottenham che però ha poi deciso di confermare Sherwood.

Il Milan vorrebbe puntare su di lui. Farebbe bene in Italia? Secondo me sì perché è un bravo tecnico ed inoltre è molto giovane. Sta bruciando le tappe, solo che ci sarebbe un piccolo problema.

Ovvero? Come tecnico è molto difensivista, gioca spesso con il 4-1-4-1 o 4-4-2 ma in qualche circostanza in Champions ha schierato i cinque difensori. Diciamo che non piacerebbe molto a Berlusconi.

Sarà importante il calciomercato di gennaio per il Milan? A gennaio non si trovano sempre le grandi occasioni come Balotelli. E fossi nel Milan cercherei di puntare esclusivamente sulla Champions League.

In campionato ormai non c’è niente da fare? Purtroppo è un campionato pessimo quello del Milan e poi la squadra è molto sfiduciata, i giocatori giocano per conto loro. 

Colpa di Allegri? 

Non si tratta di questo, solo che la situazione di Allegri in estate ha di fatto sfiduciato l’allenatore agli occhi dei giocatori.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori