Calciomercato Milan/ Boatto (ag. FIFA): Pastore e Kakà insieme. Dzeko al posto di Balotelli (esclusiva)

- int. Giuseppe Boatto

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Giuseppe Boatto ha parlato del calciomercato del Milan e in particolare del possibile arrivo di un giocatore importante come Dzeko.

Dzeko_Inter
Edin Dzeko (Infophoto)

Il Milan a gennaio potrebbe mettere a segno un colpo importante come Nainggolan. Ma in questi giorni tiene banco la situazione di Balotelli. Sono arrivate le dichiarazioni di Berlusconi e Raiola sul possibile addio del giocatore ma entrambe sono state smentite in breve tempo. Il Milan non vuole privarsi di Balotelli, non certo a gennaio, però a giugno qualcosa potrebbe cambiare. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Giuseppe Boatto, ha parlato del calciomercato del Milan.

Ci sono dichiarazioni e smentite che riguardano il futuro di Balotelli. Secondo lei cosa c’è di vero? Berlusconi non ha mai avuto un grande affetto per Balotelli fin dal giorno del suo arrivo al Milan. Io credo che al Cavaliere piacciono altri tipi di giocatori soprattutto per quanto riguarda l’atteggiamento di Balotelli.

Dovesse andare via Balotelli lei su chi punterebbe? Dzeko sarebbe un grande colpo, ma fossi nel Milan a giugno punterei su un grande colpo per il centrocampo.

Ovvero? La mia idea sarebbe quella di portare a Milano Javier Pastore che nel Psg praticamente non gioca mai.

Però in quella posizione ci sarebbe Kakà… Io farei giocare entrambi insieme in questo modo: Kakà regista basso davanti alla difesa e Pastore trequartista. Tanta qualità e fantasia a centrocampo.

Capitolo Seedorf, è un azzardo portarlo subito al Milan? Lui ha grande esperienza internazionale ma non ha ancora allenato. E non sempre i grandi giocatori poi diventano automaticamente grandi allenatori.

Galliani-Barbara Berlusconi, il duo continuerà a lungo? 

Per il momento la scelta è questa, Galliani continuerà ad occuparsi della parte sportiva e la figlia del presidente di quella commerciale. Ma credo che Barbara voglia esporre le proprie idee anche in ambito sportivo.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori