CAGLIARI-MILAN/ si gioca a Torino, ma Berlusconi è favorevole a Is Arenas

Cagliari-Milan si giocherà in campo neutro a Torino: ecco le reazioni dei tifosi, del sindaco di Quartu Sant’Elena e di Berlusconi, che si è schierato a favore di Is Arenas

08.02.2013 - La Redazione
Berlusconi_GallianiR439
Berlusconi e Galliani (infophoto)

La scelta, ormai ufficiale, presa dalla Lega Calcio di far giocare allo stadio Olimpico di Torino la partita della 24esima giornata Cagliari-Milan, ha scatenato forti reazioni. Naturalmente sono furibondi i tifosi sardi, che per l’ennesima volta in questa tribolata stagione non potranno seguire dal vivo la loro squadra, a meno di non affrontare un viaggio verso il capoluogo piemontese; anche tra i tifosi milanisti sono però da registrare le proteste di chi aveva già organizzato la trasferta in Sardegna. Passando alle reazioni ufficiali, il sindaco di Quartu Sant’Elena non condivide la decisione della Prefettura e auspica che si possa ancora cambiare idea in extremis (ma a quel punto sarebbe una impresa per il Milan organizzare la trasferta); il Cagliari invece si trincera nel silenzio, e anche i giocatori non ne hanno potuto parlare. E il Milan? Silvio Berlusconi si è pronunciato pubblicamente in favore della soluzione sarda: “I tifosi milanisti hanno sempre avuto un rapporto ideale con i tifosi del Cagliari. Non ricordo, a mia memoria, una sola situazione che abbia dato luogo a dei contrasti, a dei fatti spiacevoli. Assolutamente si arrivi a giocare. Davvero non vedo come si possa dire sì ad una squadra come il Napoli, e non al Milan. Tra l’altro il Milan ha dei tifosi che sono considerati i più educati in Italia, dopo quelli del Cagliari, non credo che ci possano essere occasioni di disordini”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori