CALCIOMERCATO/ Milan, Zamprogno (ag. FIFA): Allegri allo Shakhtar? Il “precedente” Spalletti insegna…(esclusiva)

- int. Andrea Zamprogno

L’agente FIFA Andrea Zamprogno valuta le prossime mosse di mercato del Milan, a cominciare dal destino di mister Allegri, che potrebbe ricevere una proposta indecente dall’estero

allegri_mano
Foto Infophoto

Su Massimiliano Allegri incombe la tentazione Shakhtar Donetsk. Secondo le ultime indiscrezioni la società turca vuole offrire all’allenatore del Milan un contratto di quattro anni da 6 milioni di euro a stagione. Il tutto mentre il Milan è in piena rincorsa verso il…secondo posto a questo punto, visti i continui tentennamenti del Napoli che hanno accorciato le distanze tra le prime posizioni (Juventus esclusa). Si dice da tempo che Allegri interessi anche alla Roma, che lo vorrebbe assumere l’anno prossimo, ma la recente striscia positiva ha saldato il tecnico livornese alla panchina rossonera, ed opra sembra che le parti siano convinte a rispettare il contratto dell’allenatore, in scadenza nel 2014. Intanto il Milan si muove costantemente alla ricerca di giocatori che possano essere utili l’anno prossimo. Uno di questi potrebbe essere Jorginho, centrocampista classe 1991 del Verona, in lizza per il premio di miglior giovane della serie B. Da aggiustare sarà anche la difesa, che attualmente annovera qualche elemento (Christian Abbiati, Marco Amelia, Bonera, Yepes) in scadenza di contratto, e qualche altro dal futuro incerto. Angelo Ogbonna è un nome accostato da tempo ai colori rossoneri. Per parlare delle future operazioni di mercato del Milan ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva l’agente FIFA Andrea Zamprogno

Allegri ha cambiato il proprio destino in pochi mesi: da precario e tecnico richiesto. Resterà al Milan? Allegri è stato bravo a riportare il Milan in una posizione di classifica importante, ha subito parecchie critiche a inizio stagione. Io credo che un abile uomo mercato come Galliani non si lascerà scappare un allenatore importante come Allegri.

Dopo Roma e Napoli ci sarebbe anche l’ipotesi Shakhtar. Il Milan dovrà stare attento agli ucraini? I soldi provenienti dall’est fanno molto gola, basti pensare a Spalletti che è volato in Russia qualche anno fa e ora difficilmente vuole andare via dallo Zenit. E’ una tentazione molto forte.

Dovesse andare via Allegri il Milan potrebbe puntare su Klopp del Borussia Dortmund? Con Guardiola al Bayern Monaco io non vedo grandi allenatori a spasso. Klopp arriva da un biennio importante ma in Italia è un’altra cosa, anche Mourinho ha faticato al primo anno nonostante abbia vinto lo Scudetto.

Jorginho o Strootman per il centrocampo, su chi dovrebbe puntare il Milan?

Jorginho l’ho visto dal vivo, è un buonissimo talento, ma in Serie B ce ne sono altri, come Saponara. Solo che pagheranno lo scotto del grande salto in Serie A. Strootman? Anche lui non avrà vita facile in Italia. 

Al Milan serve anche un difensore, Ogbonna potrebbe fare al caso dei rossoneri?

Ultimamente sto vedendo un Ogbonna molto disattento, non vorrei che le voci di mercato possano influire sul rendimento del giocatore.

Il pallino del Milan è sempre stato David Luiz…

Un giocatore sopravvalutato, io credo che il Milan debba coltivare in casa i propri gioielli, fa bene Berlusconi a sposare questa linea giovane.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori