FIORENTINA-MILAN/ Galliani: torno a Firenze con più scorta. Montella: se paga lui…

- La Redazione

Adriano Galliani ha dichiarato che tornerà allo stadio Artemio Franchi di Firenze, ma più protetto. Vincenco Montella, nella conferenza stampa pre-Atalanta, ha risposto con l’ironia…

galliani_cravatta
Adriano Galliani (infophoto)

Adriano Galliani è tornato sulla sua recente disavventura allo stadio Artemio Franchi di Firenze, dove è stato ripetutamente insultato durante la partita tra Fiorentina e Milan, terminata 2-2 e seguita da una velenosa coda di polemiche. Intercettato dai giornalisti all’ingresso della Lega Calcio, l’amministratore delegato del Milan ha dichiarato: “Tornerò certamente a Firenze, magari con un po più di scorta. Balotelli? Il ricorso contro la sua squalifica è pronto. Ma oggi è meglio stare zitti perché col Napoli è molto, molto importante: è una sfida diretta, una finale per noi perché a loro può andar bene anche il pareggio“. Da Firenze invece è arrivata la risposta di Vincenzo Montella. Durante la conferenza stampa alla vigilia di Atalanta-Fiorentina, l’allenatore napoletano è stato interpellato sulle parole di Galliani e ha risposto con una battuta: “Tornerà con più scorta? L’importante è che paghi lui“. Ha aggiunto: “Si è esasperata moltissimo la situazione che ci ha riguardato, si è tirata in ballo una città intera, un’intera tifoseria, ed una società che nella storia recente hanno dimostrato di essere in prima linea riguardo al fair play. Il fatto è che tutto questo fa parte di un modo di fare generale“. La  Fiorentina intanto si prepara ad affrontare un’Atalanta su di giri, per l’ultima vittoria di San Siro, e rinfrancata in classifica: “Da quando alleno non mi sono mai trovato così in emergenza (nove giocatori infortunati, ndr), ma niente alibi, domani dovremmo mettere in campo tutte le nostre armi, non solo tecniche ma anche e soprattutto di temperamento. È una partita difficile, troppo importante per il nostro campionato servirà capire che possiamo competere per il nostro massimo traguardo o per il quasi massimo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori