CALCIOMERCATO/ Milan, Boatto (ag. FIFA): quanto manca Balotelli. Richards? Serve altro (esclusiva)

- int. Giuseppe Boatto

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente FIFA Giuseppe Boatto ha parlato del mercato del Milan e in particolare del possibile interessamento per Micah Richards del Manchester City

Richards_R400
Richards (infophoto)

Un’altra battuta d’arresto, e questa volta sembra essere decisiva. Il Milan ha fatto due punti nelle ultime tre giornate: doveva essere un trittico fondamentale sulla strada del secondo posto, si è rivelato una trappola infernale che ha fatto crollare i rossoneri a 7 punti dal Napoli, con cinque giornate rimaste. Peggio, adesso la Fiorentina è sotto di un solo punto, dunque c’è anche il rischio che il Milan finisca fuori dalla prossima Champions League, e sarebbe un colpo durissimo per la società, considerato anche l’investimento per arrivare a Mario Balotelli e la grande rincorsa del girone di ritorno. La sconfitta di ieri contro la Juventus è stata sì di misura e derivata da una singola distrazione difensiva di Abate, ma la squadra non ha mai dato la sensazione di essere viva e di poter pareggiare. L’assenza di Mario Balotelli si è fatta sentire, Robinho era palesemente fuori condizione (e si riaprono vecchi discorsi circa una sua cessione) e la flessione ha rimesso a nudo i limiti della rosa, che erano stati mascherati dai risultati importanti. Così, circolano altri nomi per la prossima stagione: uno di questi è quello di Micah Richards, terzino destro del Manchester City che proprio Balotelli avrebbe sponsorizzato. E Allegri? Sembra assurdo, ma la sua posizione non è ancora definita, e il finale di stagione potrebbe essergli fatale. “Faccio fatica a credere che non sia stato ancora confermato”, afferma in esclusiva a Ilsussidiario.net l’agente FIFA Giuseppe Boatto, ma questa è la verità dei fatti. Boatto ha poi parlato di tutti questi temi di casa Milan.

Quanto è mancato ieri Balotelli al Milan? Tantissimo, direi che Balotelli in questo momento è tutto per il Milan. Ieri ai rossoneri è mancato un giocatore come SuperMario in grado di girarsi e puntare l’uomo, anche perché in attacco c’erano giocatori fuori forma.

Robinho? Esatto, stiamo vedendo un Robinho fuori forma e secondo me anche a livello mentale non è concentrato. Un Robinho al 30% della condizione fisica e mentale non serve al Milan.

Lui però vorrebbe rinnovare il contratto… 

Non sono sicuro che resti: voleva andare via in estate, voleva tornare al Santos. Non si è trovato l’accordo, il Milan si è ritrovato con un giocatore svogliato e i risultati si vedono.

Ieri i rossoneri hanno perso per una distrazione di Abate e Amelia. Abate continua a fare errori nelle partite importanti. Io credo che l’avvento di De Sciglio lo abbia bloccato, perché non riesce a fare il salto di qualità. E poi sono sempre i soliti errori, ne ricordo uno simile nel derby contro l’Inter.

Allegri è tornato nuovamente in bilico. Quando si potrà capire se sarà confermato o meno? Faccio fatica a comprendere perché Allegri non sia ancora stato confermato, basti pensare che ha fatto tantissimo in questa stagione. Anche l’esplosione di El Shaarawy è merito del tecnico toscano.

Balotelli sponsorizza l’ex compagno Micah Richards. E’ un giocatore adatto ai rossoneri? E’ un giocatore che sta facendo bene, ma ho sempre dei dubbi quando dall’Inghilterra arrivano dei giocatori forti fisicamente. Io fossi nel Milan cercherei di aumentare la qualità del centrocampo, quando Montolivo non è in giornata non c’è nessun altro in grado di accendere il gioco.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori