CALCIOMERCATO/ Milan, Coletta (ag. FIFA): Montella, è il “preferito”. El Shaarawy e l”errore” Balotelli…(esclusiva)

- int. Fabio Coletta

In esclusiva per ilsussidiario.net, l’agente FIFA Fabio Coletta parla della situazione in casa Milan, a partire dalla panchina sino ed El Shaarawy, che rischia un “precedente”…

montella_dito
Montella (Fonte Infophoto)

Allegri sì, Allegri no. E’ l’indovinello di calciomercato che più va di moda fuori da Milanello. La situazione si tinge di giallo proprio perchè le intenzioni dell’allenatore non sono ancora chiare, così come quelle del presidente Silvio Berlusconi, che un giorno si dichiara apertamente contro la guida tecnica dell’attuale allenatore, in altre occasioni private si dice convinto della conferma del suo tecnico. A proposito di conferme: Cristian Zapata dovrà essere riscattato dal Villarreal, per una cifra di circa 6 milioni di euro. Investimento meritato? La difesa del Milan potrebbe inoltre accogliere Davide Astori, destinato ed essere uno dei nomi caldi del prossimo calciomercato. Altro giocatore nel mirino sembra essere Alessio Cerci, su cui Galliani s’è sbottonato pubblicamente pur se in toni innocenti. A Milanello intanto primi problemi per El Shaarawy, alle prese con un’insolita astinenza da gol ed apparso nervosetto in alcune circostanze. Di questi temi abbiamo parlato con l’agente FIFA Fabio Coletta, nell’intervista esclusiva sulle prospettive di mercato in casa Milan.

Allegri vicino alla conferma. Berlusconi si è convinto… Io ho ancora grandi dubbi sulla conferma di Allegri e sono sempre sicuro che andrà via. Berlusconi non ha mai avuto un grande feeling con lui.
Per il post Allegri si fanno tanti nomi. Chi sarebbe quello giusto secondo lei? Seedorf è un azzardo anche perché il Milan dovrà affrontare i preliminari di Champions League e non è mai molto facile. Montella sarebbe sicuramente il più adatto ma dubito che la Fiorentina lo lasci andare.
Se dovesse rimanere Allegri in difesa potrebbe arrivare Astori… 
E’ un ottimo giocatore che conosce bene il sistema di gioco di Allegri, e quindi credo possa dare una buona mano alla difesa dei rossoneri.
A proposito di difesa, ci sono dubbi sul riscatto di Zapata: cosa ne pensa?
Sono dubbi legittimi soprattutto se pensiamo al campionato del colombiano, che è stato molto a fasi alterne. Il futuro di Zapata potrebbe essere deciso tra qualche settimana, una cosa è sicura: non ha dato quello che ci si aspettava.
Alessio Cerci è l’obiettivo per l’attacco. Che pensa del giocatore del Torino?

Non lo vedo come un giocatore da grande squadra perché è molto discontinuo. Non credo che possa essere un giocatore adatto al Milan.

El Shaarawy messo fuori da Allegri. Potrebbero esserci degli sviluppi di mercato? Sicuramente la presenza di Balotelli ha influito molto sulle prestazioni non positive di El Shaarawy. Io spero che il Milan non faccia lo sbaglio dell’Inter che lasciò andare il giovane Balotelli in Inghilterra visto che sul Faraone c’è anche il Manchester City.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori