Calciomercato Milan / Vergani (ag. FIFA): Cerci o Lavezzi per il tridente. La difesa? Ecco che succede (esclusiva)

- int. Filippo Vergani

L’agente FIFA FILIPPO VERGANI commenta in esclusiva le voci di mercato che riguardano il Milan: dalla difesa al centrocampo passando per la situazione degli attaccanti e di Allegri

agliardi_milan_sfondo
Foto Infophoto

Continuano le manovre in casa Milan, in attesa di scoprire chi sarà il prossimo allenatore. “E’ una vicenda ingarbugliata quella del tecnico”, dice l’agente FIFA Filippo Vergani, che Ilsussidiario.net ha contattato in esclusiva per un focus sul mercato dei rossoneri. Sostanzialmente la società meneghina deve mettere a posto tutti i reparti: ci sono calciatori che partiranno perchè hanno esaurito il loro rapporto, c’è una squadra che sta centrando il terzo posto ma ha bisogno comunque di essere ritoccata in vista della Champions League e per tornare competitiva per lo scudetto. Le certezze ci sono: naturalmente si partirà da quelle. E poi i desideri del mercato, alcuni dei quali coincidono con le richieste di Massimiliano Allegri che essendo ancora sulla panchina del Milan ha già fatto sapere come vorrebbe costruire il gruppo. Con lui si andrà avanti con il 4-3-3, e allora ci sono dei nomi che possono tornare molto utili. Si parte da due certezze naturalmente: Balotelli ed El Shaarawy avranno forse avuto qualche problema di ambientamento, ma restano pedine fondamentali per il futuro. Filippo Vergani ha commentato le possibili manovre dei rossoneri sul mercato estivo.

Partiamo dall’allenatore: com’è la situazione Allegri? Ingarbugliata, si capisce poco. Ci sono le parole di Berlusconi, ma la realtà è che non si sa nulla. Potrebbe esserci in caso di addio un’ipotesi Mazzarri, ma francamente ci credo poco: lui gioca con il 3-5-2, e Berlusconi la difesa a 3 non la vuole. Credo molto di più a un’altra ipotesi.

Quale? Quella che per il prossimo anno arriverà un traghettatore, e nel 2014 si punterà tutto su Prandelli. Per cui, restano in piedi le candidature di Seedorf e Van Bommel.

In difesa si è parlato di un’offerta della Juventus per Bonera… Sì, c’è un’offerta per lui. Può partire, così come Yepes, e credo che a seconda del numero di difensori che lascerà il Milan la società si muoverà per due o tre rinforzi. Uno c’è già, perchè l’operazione Vergara è sostanzialmente conclusa.

Cos’altro bolle in pentola? I nomi credo siano sempre quelli: Astori e Ogbonna. Alla fine dipende dalla posizione di Allegri: lui preferirebbe Astori, mentre la società sembra più orientata sul centrale del Torino, anche perchè con Cairo ci sono buoni rapporti e si potrebbe puntare a ottenere uno sconto. 

Chi resta invece? Zapata verrà riscattato, ma penso non per la cifra pattuita: da otto milioni è possibile che trattando si riesca a scendere a cinque. Anche Mexes può restare, ma piace in Francia: potrebbe andare al Monaco, che sembra interessato; mentre quasi sicuramente Antonini accetterà di fare la riserva pur giocando poco o niente, volendo rimanere a Milano.

A centrocampo si parla di un’offerta per Ambrosini… Sì, dal West Ham, e a questo punto Ambrosini potrebbe partire. A differenza di Flamini, Muntari e Montolivo dai quali si ripartirà. Oltre a Cristante, che come noto verrà promosso dalla Primavera.

Chi in entrata? Anche qui due nomi: quello di Kucka, del quale si è già parlato ma sul quale c’è anche l’interesse del Napoli; e poi Nainggolan, lui pure grande obiettivo dei partenopei. E’ un intreccio quello con gli azzurri, ma sul primo nome, quello di Kucka, il Milan è favorito per i rapporti con Preziosi. 

La pista Poli è concreta? Sì, penso che l’affare si farà, andranno stabilite le modalità perchè si potrebbe chiudere a 6-7 milioni di euro oppure inserire delle contropartite tecniche, per esempio Albertazzi che sembra piacere alla Sampdoria ma potrebbe anche restare a Verona in caso di promozione.

Marco Fossati, che gioca nell’Ascoli, è di proprietà del Milan: può rientrare nell’affare? 

Può essere un’idea: di sicuro giocherà in serie A perchè la merita, ma potrebbe finire al Chievo o al Sassuolo, in caso di promozione; anche queste due società sono interessate al ragazzo.

Boateng partirà? La mia sensazione è che possa partire. Il Milan ha due strade: o gli rinnova il contratto, oppure accetta di venderlo quest’anno ma a prezzo minore rispetto a quanto avrebbe guadagnato due anni fa. Anche per lui sono attive le squadre francesi: il PSG in questo momento fa gola, potrebbe finire lì senza dimenticarsi del Bayern Monaco.

Capitolo attacco: Galliani ha rivelato la stima per Alessio Cerci… Piace molto, e con il Torino potrebbe anche esserci il doppio affare, Cerci e Ogbonna. Del resto il Milan cerca un esterno a destra: Balotelli ed El Shaarawy sono le certezze, mancherebbe il terzo giocatore del tridente.

Che nomi potrebbero arrivare? Si è parlato di Di Maria… Francamente credo poco a questa pista: su di lui ci sono anche Juventus e Chelsea, che sembrano in vantaggio per l’argentino. Credo più a un’altra soluzione…

Quale? Quella di Lavezzi, un’indiscrezione già uscita. So che il Pocho non si trova bene a Parigi e tornerebbe volentieri in Italia: anche lui aveva parlato molto bene del Milan, che potrebbe essere la sua destinazione preferita.

 

(Claudio Franceschini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori