PROBABILI FORMAZIONI/ Siena-Milan, notizie alla vigilia (Serie A, 38esima giornata)

- La Redazione

Serata thriller in programma all’Artemio Franchi di Siena domenica. Il Milan volerà in Toscana e cercherà la vittoria che significherà accesso ai preliminari di Champions League

arbitro_tagliavento_balotelli
Foto Infophoto

Alle ore 20.45 di domani sera, in quel dello stadio Artemio Franchi, si terrà la sfida fra i padroni di casa del Siena e il Milan. I bianconeri hanno salutato matematicamente la Serie A domenica scorsa e domani si congederanno definitivamente, pronti ad iniziare un nuovo campionato nella serie cadetta. Situazione completamente diversa in casa rossonera, dove la squadra lotterà per conquistare il terzo posto aritmeticamente, che significa preliminari di Champions League. La Fiorentina (che giocherà in contemporanea contro il Pescara, anch’esso già retrocesso) non molla, ma il Diavolo ha il coltello dalla parte del manico e con una vittoria sarà accesso alla Coppa dalle grandi orecchie.

La permanenza in Serie A del Siena si è conclusa amaramente domenica scorsa, ancora prima di scendere in campo. Il pareggio per 0 a 0 fra l’Inter e il Genoa al Marassi ha infatti decretato la permanenza nella massima serie del Grifone con conseguente retrocessione appunto dei bianconeri. A nulla quindi è valsa la gara contro il Napoli al San Paolo, tra l’altro conclusa con il risultato di 2 a 1 in favore dei partenopei. I bianconeri hanno detto addio quindi alla Serie A dopo una stagione sicuramente negativa, condita dalla penalizzazione iniziale per il Calcioscommesse, ma anche da scelte sbagliate sia a livello di allenatori, quanto e soprattutto durante il mercato di riparazione, dove la squadra è stata praticamente smembrata; si pensi ad esempio a Neto, volato in Russia allo Zenit, e alla cessione di Calaiò, tornato a Napoli per fare panchina. E le statistiche di squadra dei bianconeri sono eloquenti, con l’ultimissimo posto occupato in Italia per possesso palla, tiri dentro la porta, e palle giocate. Va un po’ meglio per quanto riguarda la supremazia territoriale (16esimo posto assoluto con 8,52 minuti di media) e la percentuale di passaggi riusciti (18esimo posto con 60,3% di media a gara). Per quanto riguarda i singoli, evidente la carenza di un bomber puro, con Emeghara miglior marcatore con 7 centri, avendo però avuto a disposizione solo metà delle partite disponibili, essendo sbarcato in Italia durante il mercato di gennaio. Si “distingue” anche il campionato di Valiani, leader degli assist fra i senesi con 5 passaggi vincenti in totale. Per l’ultima partita dell’anno Iachini manda in campo un 3-4-2-1 con Emeghara unica punta supportato alle spalle da Rosina e Sestu. Assenti Vergassola, Matheu e Pozzi.

69 punti in classifica e il traguardo dei preliminari di Champions League davvero vicino. Il Milan dovrà fare un ultimo sforzo domenica sera all’Artemio Franchi di Siena per conquistare l’accesso alla prossima coppa dalle grandi orecchie. Solo la matematica, infatti, separa i rossoneri da un traguardo che sembrava quasi impossibile da nominare solo pochi mesi fa. Ad inizio stagione si parlava addirittura di un Milan da Serie B ma poi la squadra ha iniziato ad ingranare la giusta marcia rendendosi protagonista di un’incredibile risalita. In questo 2013 ha perso solo una volta, contro la Juventus, racimolando punti in serie che hanno permesso agli stessi meneghini di avvicinare addirittura il secondo posto. Domenica sera il verdetto sarà stabilito e il Milan potrà festeggiare l’Europa nel caso in cui alla fine ottenesse lo stesso risultato della Fiorentina, impegnata in contemporanea a Pescara. I rossoneri cercano il gol di El Shaarawy, ancora fermo a quota 16 in stagione e a secco dallo scorso 24 febbraio, derby con l’Inter. Servirà anche l’apporto di Balotelli protagonista con 11 centri e voglioso di superare il suo record di marcature con il Manchester City, che è di 13 reti. Per quanto riguarda le statistiche di squadra, per battere il Siena i rossoneri faranno affidamento sul possesso palla e i passaggi riusciti, marchio di fabbrica della compagine di Allegri. Bene anche i numeri relativi ai tiri dentro la porta, alla supremazia territoriale e alle palle giocate, dove il Diavolo occupa il secondo posto in assoluto dietro solo alla Juve. Buone nuove in casa Milan, visto che Allegri ha recuperato Montolivo, tornato in gruppo. Dovrebbe partire dal primo minuto posizionandosi in regia. In attacco, spazio al trio Balotelli, El Shaarawy, Boateng.

 

 Pegolo; Terzi, Terlizzi, Felipe; Vitiello, Calello, Della Rocca, Rubin; Rosina, Sestu; Emeghara. All. Iachini

A disp.: Farelli, Grillo, Paci, Bruno Uvini, Bolzoni, Angelo, Reginaldo, Valiani, Verre, Agra, Paolucci, Bogdani

Squalificati:

Indisponibili: Vergassola, Matheu, Pozzi

Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Constant; Flamini, Montolivo, Nocerino; Boateng, Balotelli, El Shaarawy. All. Allegri

A disp.: Gabriel, Amelia, Yepes, Bonera, Zaccardo, De Sciglio, Salamon, Ambrosini, Pazzini, Cristante, B. Traoré, Niang, Robinho

Squalificati: Muntari

Indisponibili: Antonini, N. De Jong, Bojan, 

 

Arbitro: Bergonzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori