Serie A / Video, Siena-Milan (1-2): gol, sintesi e highlights (38esima giornata)

- La Redazione

Il video di Siena-Milan 1-2, partita valida per la trentottesima ed ultima giornata del campionato di serie A 2012-2013: i gol, la sintesi e gli highlights della sfida dell’Artemio Franchi

montolivo_rosina
(INFOPHOTO)

Il Match tra Siena e Milan termina è terminato con il risultato di 2 a 1 per la squadra ospite, che grazie al risultato agguanta il treno per i preliminare di Champions League che disputerà ad agosto. I padroni di casa hanno replicato la stessa partita giocata a Napoli una settimana fa, andando in goal nel primo tempo con Terzi nel momento migliore per gli avversari, e poi facendosi recuperare e superare nel finale, da un calcio di rigore di Balotelli prima e dopo da Mexes , abile a ribattere in rete dopo una titubanza di Pegolo. Con i dati alla mano, si può palesemente osservare la squadra che ha fatto la partita, ovvero il Milan. Il possesso palla per gli ospiti è stato del 63% contro quello del Siena del 37%. I rossoneri sono andati al tiro 19 volte, ma la precisione è stata protagonista : solo 10 hanno impegnato Pegolo. I Toscani hanno fatto invece molto di meno, tirando solo 7 volte, di cui solamente due nello specchio della porta. I motivi di questa scarsa vena offensiva senese vanno anche ricercati nel solido reparto difensivo milanista; Zapata è stato mostruoso recuperando 24 palloni ai danni soprattutto di Emeghara, Mexes non è stato da meno, strappando palla ai senese per 19 volte. Anche il i dati offensivi dicono la squadra milanese : Montolivo è stato il migliore a servire gli attaccanti (69 i passaggi riusciti per lui), al quale seguono Zapata e Mexes. Balotelli, servito a puntino,ha calciato per ben 8 volte, soprattutto da calci di punizione.

Solo la metà di tiri per il suo collega nigeriano , Emeghara. Il dato della pericolosità però è quello più eclatante: I diavoli hanno una percentuale del 71% contro un misero del 39,5% della squadra di Iachini. Si puo dire quindi che la vittoria, sudatissima, è stata meritata per gli ospiti. I padroni di casa hanno fatto quello che hanno potuto, andando in vantaggio senza meritarlo e cercando di ripartire in contropiede quando il milan si portava massicciamente e pericolosamente in area senese. Nel secondo tempo i ritmi sono stati altissimi e l’espulsione di Ambrosini avrebbe potuto danneggiare definitivamente la squadra ospite, se pochi minuti dopo ,non fosse seguita l’altra espulsione di Terlizzi, che ha ristabilito la parità numerica. Con un uomo in meno il Milan avrebbe potuto scoraggiarsi e calare piano piano il ritmo. Invece, i milanisti hanno osato ancora di più, Allegri ha inserito nuove forze davanti, ma è stato il solito Balotelli a raggiungere il pareggio. Una volta trovato il pareggio, il Milan ci ha messo poco a raggiungere la vittoria.
Il Siena sblocca la partita al 23 del primo tempo. I toscani guadagnano una punizione nella parte sinistra del campo. La posizione è ottima per un cross. Invece di crossare pero, viene servito velocemente Rosina che è , libero, lì vicino. Rosina ha tutto il tempo di escogitare il da farsi, mette in mezzo con il suo ottimo mancino un bell’assist che scavalca tutti e va a trovare Terzi, inspiegabilmente lasciato solo dalla difesa milanista, che insacca facilmente. Il pareggio arriva solo al 39’ del secondo tempo. Felipe atterra Balotelli in area, che si stava avventando sul pallone su cross dalla sinistra. Begonzi non ci pensa più di tanto e fischia il tiro dal dischetto. L’attaccante tira a sinitra, Pegolo si butta a destra, il pareggio è cosa fatta. Il goal vittoria arriva al 42’ del secondo tempo : Montolivo, servito da De sciglio, mette di destro una palla che serve precisamente Mexex, il quale ha tutto il tempo per stopparla e calciare. Pegolo ribatte agilmente e caparbiamente, ma la palla ricapita sui piedi del francese, che rasoterra non può sbagliare.
Mister Allegri, ai microfoni di Rai Sport ha dichiarato: “E’ stata una partita emozionante, è finito il campionato con sofferenza e difficoltà. Siamo stati disattenti sul gol, il Siena ha giocato bene ma noi abbiamo creato poco. poi ci abbiamo creduto fino alla fine che ci consente di giocare in Champions anche l’anno prossimo” Ovviamente non gli è stata risparmiata una domanda sul suo futuro, così gettonata ultimamente, al quale ha risposto: ”Il futuro? Penso al master di Coverciano di domani e a mio figlio, passerò del tempo con lui in settimana. Sono contento dei ragazzi e dei tifosi. Dopo aver parlato con Galliani decideremo, non ho mai avuto problemi con la dirigenza» A confermare le parole del tecnico anche Adriano Galliani che ha chiosato: ”Allegri? Ha ancora un anno di contratto, abbiamo tutto il tempo per parlarne” e poi sulla partita: ”E’ stata una partita giocata male, arrivavamo dopo una rincorsa incredibile e ho visto cascarmi il mondo addosso. La posizione era fondamentale ma in 3 minuti sono arrivati due gol, io mi stupisco quando le squadre non giocano, il Siena aveva il dovere morale di giocarsela. Normalmente con 70 punti si va in Champions, dispiace per la Fiorentina ma se fossimo ancora a due anni fa noi saremmo andati diretti in Champions e la Viola ai playoff. Il ranking è importante”. Beppe Iachini invece a Skysport ha dichiarato: “Voglio precisare che abbiamo fatto sempre ottime partite pur non avendo raccolto quanto seminato. In virtù dei sei punti di penalizzazione dovevamo sempre giocare per vincere, sul piano della mentalità e del gioco i miei ragazzi sono stati sempre bravissimi e hanno fatto sempre di tutto per portare a casa i risultati. Forse meritavamo un po’ di fortuna in più in alcuni episodi”. Scontata una domanda sul calcio di rigore per i rossoneri: “Il rigore del Milan? Forse una caduta forzata, era rigore anche quello nei nostri confronti»





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori