PROBABILI FORMAZIONI/ Milan-Torino, le ultime novità (serie A, 35esima giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni e le ultime notizie su Milan-Torino, partita della trentacinquesima giornata di serie A delicata per gli obiettivi di classifica di entrambe le squadre

rubin_flamini
(INFOPHOTO)

Una grande opportunità attende il Milan in questa domenica dedicata alla trentacinquesima giornata del massimo campionato italiano. Dopo la sconfitta della Fiorentina di ieri sera, superata nel secondo minuto di recupero dalla Roma (in gol con Osvaldo), la formazione guidata da Massimiliano Allegri ha la possibilità di ipotecare definitivamente il terzo posto e, di conseguenza, un posto in Champions League. Partita però non facile per i rossoneri, visto che il Torino, attualmente a quota 36 punti in classifica, sarà deciso a portare a casa la vittoria per allontanare definitivamente il fantasma retrocessione, distante al momento solo quattro punti. Con solamente tre partite da giocare, però, per il Milan si tratta di un’occasione talmente ghiotta che non potrà davvero permettersi di sprecarla. Andiamo quindi a vedere quali formazioni si apprestano a schierare entrambi gli allenatori, cominciando da Allegri.

“Io credo che la squadra stia facendo il proprio dovere, perché sono dei ragazzi seri, dei professionisti. Credo che meriterebbero di raggiungere questo terzo posto, perché dopo un inizio sicuramente difficile, tribolato e complicato, poi si sono ripresi, grazie sicuramente anche alla società che in un momento di difficoltà è stata vicino alla squadra e questo è merito del presidente. Adesso abbiamo quattro partite, e soprattutto quella di domani credo che sia la partita che non dico che deciderà quasi sicuramente chi arriverà terza, però le probabilità di arrivare terzi in caso di una nostra vittoria domani aumenterebbero di tanto”. Queste le parole di Allegri nella consueta conferenza stampa della vigilia. “Le partite sono tutte decisive – ha aggiunto – fino a che la matematica non ci dirà se saremo terzi. Se saremo quarti non ci voglio neanche pensare. Ci sono partite decisive in un modo e partite decisive in un altro, domenica scorsa era importante vincere e ritornare alla vittoria contro una squadra complicata come il Catania. Domani è decisiva perché mancherebbe una giornata in meno alla fine del campionato, perché avremo sicuramente tolto dalle ultime partite una squadra che sta lottando per la retrocessione, e perché aumenterebbe l’autostima ancora di più di tutta la squadra, e quindi credo che la giornata di domani, tra stasera e domani, sia molto importante ai fini della classifica finale”. Poi, riguardo la Fiorentina, “noi siamo obbligati a vincere per rimanere minimo davanti di un punto, però giocano prima loro stasera e bisognerà vedere cosa faranno loro stasera, quindi di conseguenza domani potrebbe rimanere inalterata la classifica o si potrà modificare. Di conseguenza credo che rimanere domani davanti alla Fiorentina sarebbe importante”. Vista l’assenza di Montolivo e un El Shaarawy che ancora fatica dopo un leggero infortunio, in attacco Allegri dovrebbe tornare a puntare ancora sul tridente, composto da Boateng, Robinho e Balotelli.

La panchina della squadra rossonera dovrebbe essere composta da: Amelia, Gabriel, Antonini, Yepes, Bonera, Constant, Cristante, Zaccardo, Traoré, El Shaarawy, con quest’ultimo che è stato comunque convocato dopo la recente infiammazione alla caviglia.

Massimiliano Allegri dovrà fare a meno di De Jong, Bojan, Ambrosini e Montolivo, con quest’ultimo che ha accusato una lesione al bicipite femorale destro.

 – “La vera sfida salvezza sarà una di queste quattro partite che rimangono: non importa quale, la cosa fondamentale è vincerne una”, ha detto alla vigilia Giampiero Ventura. “In una settimana avremo tre match importanti e dovremo gestirci al meglio”, ha aggiunto il tecnico che però è intenzionato a frenare le polemiche: “Le dichiarazioni di Zamparini in settimana? Dopo quello che è successo l’anno scorso bisognerebbe stare attenti non solo a quello che si fa ma anche a quello che si dice”. “L’assenza di Montolivo per noi è positiva”, ha commentato l’allenatore granata, “ma hanno tanti giocatori che possono fare la differenza e dobbiamo stare attenti. La sfida salvezza sarà col Genoa, ma tutte queste quattro gare sono importanti. Prendere punti col Milan o col Chievo, in fondo, non fa differenza. Domani possiamo fare belle cose”. Riguardo la formazione poi aggiunge: “Di Cesare o Rodriguez? Domani tocca a Di Cesare: ha un conto aperto con Robinho e vuole prendersi una rivincita. Brighi? La settimana scorsa ho detto che poteva essere della partita per una mezz’oretta perchè reduce da un infortunio. Ora ha una settimana in più di allenamento ed è disponibile a tutti gli effetti”. Il turnover, ha concluso Ventura, “è difficile poterlo fare. Abbiamo tanti calciatori preparati che possono giocare, ma non possiamo permettercelo perchè dobbiamo tenerealta la soglia dell’attenzione. Dobbiamo stringere i denti perchè solo così potremmo regalare ai tifosi la tranquillità che meritano.

– Pronti ad entrare in campo contro il Milan in questa partita saranno Coppola, Rodriguez, Caceres, D’Ambrosio, Bakic, Gazzi, Menga, Birsa, Jonathas, Meggiorini, Bianchi. Proprio quest’ultimo, dopo la prova poco convincente nel derby, potrebbe anche partire dalla panchina e Ventura potrebbe puntare su un più imprevedibile Barreto.

 – Formazione al completo per Giampiero Ventura che contro il Milan dovrà solamente fare a meno dello squalificato Glik (una giornata).

 

 Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, De Sciglio; Flamini, Muntari, Nocerino; Boateng, Robinho, Balotelli.

A disposizione: Amelia, Gabriel, Antonini, Yepes, Bonera, Constant, Cristante, Zaccardo, Traoré, El Shaarawy. All.: Allegri.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: De Jong, Bojan, Ambrosini, Montolivo.

Gillet; Darmian, Di Cesare, Ogbonna, Masiello; Basha, Brighi; Cerci,Vives, Santana; Barreto.

A disposizione: Coppola, Rodriguez, Caceres, D’Ambrosio, Bakic, Gazzi, Menga, Birsa, Jonathas, Meggiorini, Bianchi. All.: Ventura.

Squalificati: Glik.

Indisponibili: nessuno.

 

Arbitro: Damato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori