Calciomercato Milan, le notizie all’11 luglio 2013

- La Redazione

Le ultime notizie di calciomercato del Milan aggiornate a oggi 11 lulgio 2013: il Santos si ritira dalla trattativa Robinho per motivi economici, sarà sacrificato Boateng?

robinho_boateng_constant
Robinho e Boateng (Foto: Infophoto)

Ultime notizie di calciomercato del Milan aggiornate a oggi 11 luglio 2013. La notizie principale per il Milan è la rinuncia del Santos a Robinho, che ora può restare ed addirittura allungare il contratto di un altro anno, fino al 2015. Almeno per ora il club brasiliano non è disposto a stare alla condizioni dei rossoneri: anche Adriano Galliani ha confermato che la trattativa si è chiusa con esito negativo. La speranza però non è ancora morta, perché il calciomercato in Brasile sarà aperto almeno sino al 15 luglio, e fino a quel giorno il Milan avrà una chance di riaprire il discorso. Anche perché ora che l’affare sembra saltato l’attenzione mediatica attorno a questa situazione potrebbe scemare o comunque volgere altrove, cosa che consentirebbe alle squadre di trattare con più tranquillità. D’altra parte Galliani è stato abbastanza esplicito nel non lasciare troppi spiragli per la cessione di Robinho al Santos, che dunque può considerarsi saltata. Di conseguenza salta, o forse sarebbe meglio dire slitta, il possibile acquisto di Adem Ljajic alla Fiorentina. In questo senso il Milan avrebbe comunque dovuto aspettare il chiarimento tra il giocatore serbo e la società viola, atteso nei prossimi giorni. Ljajic è sempre davanti ad un bivio: rinnovare il suo contratto, in scadenza nel 2014, e restare a Firenze oppure decidere di non farlo e finire quasi sul calciomercato, per evitare di essere ceduto a parametro zero tra dodici mesi. Il Milan resta alla finestra anche perché Galliani e Daniele Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, si contattano o vedono spesso. Stando a voci di calciomercato “preliminari” la Fiorentina chiederà agli acquirenti 10 milioni di euro, qualora l’attaccante serbo non volesse rinnovare il contratto. Il Milan per ora ne avrebbe stanziati 7-8, praticamente quali derivanti dalla possibile cessione di Robinho, che però si è bloccata. Più lontano è invece Stevan Jovetic: il Manchester City ha parlato con il procuratore, Fali Ramadani (lo risentiremo, è lo stesso di Ljajic), e ha pronta l’offerta di 32 milioni di euro che convincerà la Fiorentina. Allo stato attuale delle cose Jovetic si trasferirà al Manchester City, a meno di colpi di scena. Anche il giornalista di 7Gold Federico Bertone, che segue da vicino le vicende rossonere, si è detto possibilista rispetto all’acquisto di Ljajic, e scettico su quello di Jovetic. Bertone ha inoltre rigettato un’ombra sul futuro di Stephan El Shaarawy, riavvicinato dall’ultimo colloquio con la società ma da tenere d’occhio, perché la grande offerta per lui può essere dietro l’angolo. 
Con il blocco all’affare Robinho i fari del calciomercato del Milan si spostano su Kevin Prince Boateng, se è vero come Galliani ripete spesso che prima di acquistare i rossoneri devono cedere. Il centrocampista ghanese è forse l’unico giocatore che potrebbe fruttare un buon incasso in caso di cessione, anche se per il momento non sono arrivate offerte concrete per lui. Negli ultimo periodo si è parlato di Manchester City, Galatasaray e Monaco. La pista inglese pare difficile, perché i Citizens hanno già rafforzato il centrocampo con il brasiliano Fernandinho e hanno altri investimenti in mente, tra cui il suddetto Jovetic. Il Galatasaray non sembra incontrare il gradimento di Boateng, che a 26 anni vuole mantenersi in uno dei tornei migliori. Il Monaco sarebbe il compromesso migliore: la Ligue 1 francese non è sul podio dei campionati europei ma sta crescendo, come dimostra anche l’imminente trasferimento di Cavani al PSG. Inoltre il Monaco è una società ricca, una forza emergente destinata a recintare un ruolo da protagonista, almeno sul territorio nazionale: il ghanese vi troverebbe soldi, un bel posto dove stare ed una squadra ambiziosa. Per adesso però rimangono discorsi aleatori perché offerte vere e proprie non sono arrivate al Milan. Tuttavia i rossoneri copriranno la casella di Boateng con l’ingaggio do Keisuke Honda, che per parametri tecnici, anagrafici ed economici è un sostituto quasi perfetto. L’impressione è che con la permanenza di Robinho il Milan continuerà a cercare acquirenti per Baoteng, e il magnate del Monaco, il russo Dmitri Rybolovlev che Galliani ha recentemente conosciuto di persona, resta un cliente da tenersi stretto. Chissà poi che in questo discorso non finisca per rientrare El Shaarawy: non sarebbe la prima volta che un giocatore viene ceduto dopo essere stato blindato. Un’altra soluzione per Boateng può arrivare dalla Roma e dallo scambio alla pari con Miralem Pjanic: non frutterebbe conguaglio ma un acquisto immediato e già rodato in serie A. Che però d’altra parte potrebbe invalidare l’operazione Honda, vantaggiosa anche da u punto di vista commerciale: Galliani avrà di che decidere nei prossimi giorni. Il presidente del Genoa Enrico Preziosi ha confermato che per Juraj Kucka non sono ancora pervenute offerte, ma anche che il giocatore è in partenza (il Genoa deve incassare). Galliani ha smentito il presunto interesse per Andrea Ranocchia dell’Inter. Mentre angelo Ogbonna passa alla Juventus e si parla dell’interesse dell’Arsenal per Ignazio Abate (contratto a scadenza 2014), il Milan sta concludendo alcune operazioni giovanili. Come riporta il sito milannews.it, il terzino destro Johad Ferretti (classe 1994) passerà in prestito secco al Benevento, mentre l’attaccante austriaco Philipp Prosenik (1993) sarà svincolato. Chi è già libero dal contratto è Mathieu Flamini, che a dichiarato di voler tornare in Premier League.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori