Calciomercato Milan, le notizie al 13 luglio 2013

- La Redazione

Le ultime notizie di calciomercato del Milan aggiornate a oggi 13 luglio 2013: attenzione al forte interesse dell’Arsenal per Ignazio Abate, potrebbe aprire scenari nuovi

abate_oxladechamberlain
(INFOPHOTO)

Ultime notizie di calciomercato del Milan aggiornate a oggi 13 luglio 2013. Il calciomercato del Milan sta vivendo una fase criptica, difficile da interpretare ed apparentemente bloccata. La mancata cessione di Robinho al Santos e lo stallo che circonda Kevin-Prince Boateng tengono piatto l’orizzonte in entrata. Adriano Galliani continua a ricordare la regoletta quasi scolastica: non si compra se prima non si è venduto qualcuno. In questo senso però si muovono solo pedine di secondo piano, per così dire, anche se in molti casi un giovane prestato oggi è un giocatore più pronto domani. Michelangelo Albertazzi, terzino sinistro classe 1991, torna al Verona con la formula della compartecipazione: può essere un passo verso il futuro acquisito di Jorginho, centrocampista italo-brasiliano già accostato più volte ai rossoneri nei mesi scorsi. Sia lui che Albertazzi avranno modo di assaggiare la serie A in un ambiente meno pressante anche se molto caloroso. Rodrigo Ely, difensore centrale classe 1993, passa in prestito secco al Varese in serie B. Assistito da Mino Raiola e reduce dal precedente pareggiamento alla Reggina (27 presenze 1 gol nell’ultima serie cadetta), potrà crescere ancora giocando presumibilmente da titolare. Rodney Strasser, centrocampista classe 1990 reduce da un brutto infortunio al malleolo tibiale, va verso la cessione in prestito: il Verona ci proverà anche per lui, sull’onda dell’affare Albertazzi, ma per adesso resta in pole position il Livorno. Il contratto di Strasser con il Milan scade nel 2016. Nel frattempo i rossoneri hanno aggregato alla prima squadra di Allegri altri tre giocatori della Primavera: Mario Piccinocchi, centrocampista centrale classe 1995, Alex Pedone, pariruolo nato nel 1994, e Kinglsey Boateng, seconda punta classe 1994. 

Ma come sempre, qualcosa si muove sottoterra, sotto la malecelata calma piatta che Galliani sta propagando. I tifosi del Milan dovranno avere pazienza ma l’impressione è che uno o due colpi di calciomercato a sorpresa arriveranno, magari nella volata di fine agosto. La maglia numero 9 ancora libera è un indizio anche attualmente l’attacco è il reparto più completo. In tal senso vanno registrate le dichiarazioni di Mbaye Niang, attaccante nato nel 1994 pronto per la seconda stagione in rossonero. Nella conferenza stampa di Milanello il giovane ha dichiarato che resterà al Milan al cento per cento, e che lavorerà duro per diventare più forte del compagno Mario Balotelli. Nell’ultima stagione, al debutto nel nostro campionato, Niang ha raccolto 24 presenze ufficiali di 11 dal primo minuto, segnando solo un gol in Coppa Italia contro la Reggina. In molti gli hanno imputato il palo colpito contro il Barcellona, che poteva reindirizzare il destino degli ottavi di Champions League, oltreché la carenza in zona gol; eppure si è di fronte ad una punta diciottenne che ha mostrato attitudini tattiche e capacità atletiche fuori dal comune (Allegri gli ha sempre chiesto di giocare allargato, rientrando ad aiutare la difesa). Chissà che Niang non possa essere una sorta di acquisto per il Milan, se riuscirà a migliorare sottoporta. Nel frattempo si riparla di Stephan El Shaarawy: la stampa inglese riporta il persistente interesse del Manchester City che però è più vicino a Stevan Jovetic della Fiorentina, altro nome accostato al Milan. A proposito: per il compagno viola Adem Ljajic la situazione resta di stallo. Il serbo deve decidere il suo futuro con la dirigenza toscana: se finirà sul calciomercato il Milan non starà con le mani in amnio, cessione o non cessione. Tornando ad El Shaarawy, si mormora anche di Chelsea e Manchester United: per la clamorosa cessione ci vuole un’offerta pesante, di almeno 30 milioni di euro. Ecco allora che per il Milan la possibilità di calciomercato migliore può essere Ignazio Abate. Per il terzino classe 1986 è forte l’interesse dell’Arsenal, secondo la stampa britannica. Arsene Wenger vuole un’alternativa di livello al francese Bacary Sagna e il giovane Carl Jenkinson, per quanto migliorato, non offre troppe garanzie. Se i Gunners dovessero spingersi fino ai 10 milioni di euro per Abate i rossoneri potrebbero cedere, valorizzando De Sciglio nel suo ruolo naturale e Constant dall’altra parte, con Antonini a supporto. Con gli eventuali soldi di Abate il Milan sarebbe libero di muoversi per un acquisto di livello. Nel mirino dei rossoneri intanto è finito Kurt Zouma, difensore centrale classe 1994 del Saint Etienne e dell’Under 20 francese. Gli osservatori milanisti lo stanno tenendo d’occhio nel Mondiale di categoria, in cui ha conquistato la finale: piace molto ma la società francese chiede già tanto, forse troppo (quasi 10 milioni di euro). Mentre l’acquisto di Keisuke Honda è confermato per gennaio, lo scambio tra Antonio Nocerino e Zdravko Kuzmanovic è frenato dai dubbi di parte interista. Durante l’evento per la presentazione della prima maglia 2013-2014, il portiere Marco Amelia (31 anni, contratto a scadenza 2015) ha parlato a lungo con il dirigente Ariedo Braida. Per lui si ipotizza la cessione ed il ritorno alla Roma, che però si sta muovendo in altre direzioni per quanto riguarda la porta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori