Calciomercato Milan/ Balotelli nel mirino del Galatasaray. Notizie dell’1 gennaio (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Mario Balotelli nel mirino del Galatasaray? In Turchia parlano di un incontro tra i dirigenti del club di Istanbul e Mino Raiola: continua il tormentone sull’attaccante del Milan

Balotelli_Capello
Mario Balotelli (Infophoto)

L’ipotesi è clamorosa, ma quando c’è di mezzo Mario Balotelli (e anche il suo procuratore Mino Raiola) niente va sottovalutato. Riportiamo allora la bomba di calciomercato del giorno di Capodanno del 2014: secondo quanto fanno sapere dalla Turchia, l’attaccante del Milan sarebbe finito nel mirino del Galatasaray di Roberto Mancini. Il sito arcaajans.com riporta che Bulent Tulun, dirigente del Galatasaray, avrebbe incontrato l’agente del giocatore rossonero, Mino Raiola appunto, per discutere di un possibile passaggio a gennaio nella squadra di Wesley Sneijder e Didier Drogba, che ha conquistato l’accesso agli ottavi di finale di Champions League (dove SuperMario però non potrebbe giocare con un’altra maglia). Il Milan però ritiene il gicatore incedibile, tuttavia va registrata questa ipotesi, che segnerebbe un salto di qualità per il Galatasaray, che non si accontenterebbe più di stelle “al tramonto” (per quanto ancora molto forti) ma attaccherebbe con decisione una giovane star internazionale. Sarà davvero possibile vedere Balotelli in riva al Bosforo? Lo scopriremo solo vivendo… 

Strano il cammino di Riccardo Saponara al Milan. Arrivato dall’Empoli (in comproprietà con il Parma), il giovane talento italiano non ha mai trovato spazio anche a causa di alcuni problemi fisici che lo hanno rallentato. La fiducia di Allegri è arrivata in una partita importantissima, ovvero il derby di Milano contro l’Inter. Titolare accanto a Kakà e dietro a Balotelli. A fine partita è risultato il migliore dei tre, un segnale positivo per il Milan, Saponara ha personalità e talento. Sembrava dovesse andare via a gennaio per giocare maggiormente e trovare lo spazio adatto a un giovane di belle speranze e invece l’infortunio di Stephan El Shaarawy ha cambiato le prospettiva per Saponara. Sì perché il Milan non è così convinto di cedere il giovane azzurrino visto che sulla trequarti verrebbe a mancare un elemento. E’ vero, ci sarà Honda e Allegri ha dichiarato di voler puntare anche su Robinho, ma la prestazione del derby ha comunque dato fiducia al club rossonero di poter puntare fin da subito su Saponara. Le squadre attorno al giocatore del Milan sono sempre presenti, il Parma aspetta un segnale anche perché il club ducale potrebbe perdere Antonio Cassano e uno come Saponara potrebbe essere il rinforzo giusto. 

Il 2013 per Stephan El Shaarawy è stato sicuramente da dimenticare. Poche soddisfazioni per lui nel Milan, anche perché a gennaio 2013 c’è stato l’arrivo di Balotelli che ha cambiato completamente la vita sportiva del Faraone. Perché con Balotelli in campo El Shaarawy ha segnato un solo gol in campionato. L’inizio della stagione sportiva 2013-2014 è stato ancora più traumatico con il problema al piede sinistro. El Shaarawy la settimana scorsa è stato operato e dovrà restare fuori per circa 10 settimane. Un altro guaio serio per il giovane talento italo-egiziano. El Shaarawy è un calciatore molto dotato tecnicamente, i suoi estimatori in Europa sono sempre presenti. Uno di questi è certamente Wenger, manager dell’Arsenal, che vorrebbe puntare su El Shaarawy già a gennaio. Wenger vuole aumentare la pericolosità dell’attacco dei Gunners puntando su un giovane di talento. Il manager francese, da sempre a suo agio con i giovani talenti, è convinto che El Shaarawy possa fare il salto di qualità definitivo a Londra. Difficile però pensare a un Milan che intende privarsi del Faraone già a gennaio. Per El Shaarawy saranno sicuramente mesi importanti, dovrà recuperare pienamente dal suo problema fisico e dovrà cercare di dare risposte concrete al Milan. A meno che Wenger non riesca nel suo intento di portare via El Shaarawy dal Milan.

Il Milan del 2014 sarà una squadra profondamente rinnovata rispetto a quella attuale. Al di là dei cambi in panchina (Seedorf per Allegri) e ai vertici (Sogliano per Braida), la squadra rossonera subirà una decisa trasformazione a cominciare dalla porta. L’attuale numero uno del Diavolo, Christian Abbiati, ha il contratto in scadenza al 30 giugno del 2014, fra circa sei mesi, e quella in corso potrebbe essere la sua ultima stagione. Il guardiano rossonero non ha escluso un eventuale rinnovo di un anno anche con un ruolo di comprimario; del resto il fisico ha evidenziato notevoli problemi in questi ultimi mesi, e sarebbe da sciagurati affidarsi alle prestazioni del 36enne calciatore di Abbiategrasso. In contemporanea c’è un Gabriel che ha mostrato qualche segnale positivo ma anche tutta l’inesperienza che un giovane nato nel 1992 è normale che abbia. Caccia quindi ad un degno estremo difensore in vista dell’estate del 2014 e fra i tanti nomi circolanti continua ad esservi quello di Iker Casillas nazionale spagnolo del Real Madrid. Scavalcato nelle gerarchie ormai da tempo dal collega Diego Lopez, il noto madridista sarebbe pronto a dire addio al Santiago Bernabeu già a gennaio. Manchester City e Arsenal sono alla finestra, ma da tempo si parla di una sorta di “mezzo accordo” fra Galliani e Florentino Perez proprio per Casillas, avvenuto in occasione del ritorno di Kakà in Italia. Altro serio candidato è Marc Andre Ter Stegen, estremo difensore della nazionale tedesca Under-21 in forza al Borussia Monchengladbach. Piace da matti anche a Juventus e Barcellona ma il Milan non ha mai smesso di seguirlo. Il portiere teutonico ha il contratto in scadenza al 30 giugno del 2015 e per acquistarlo servono almeno 12 milioni di euro: soldi più che spesi bene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori