Calciomercato Milan/ Bertone (7 Gold): Seedorf, Berlusconi torna a spendere. Primo colpo a centrocampo (esclusiva)

- int. Federico Bertone

In esclusiva per IlSussidiario.net, Federico Bertone, giornalista di 7 Gold, parla del calciomercato de Milan che ha scelto Clarence Seedorf come nuovo allenatore, dopo Massimiliano Allegri

seedorf_sansiro
Clarence Seedorf, 37 anni, futuro allenatore del Milan (INFOPHOTO)

Il Milan cambia e Berlusconi decide di mandare via Allegri e affidare la panchina a Clarence Seedorf, da tempo il prescelto del presidente rossonero. Seedorf ha smesso di giocare subito per poter allenare prima del previsto la compagine rossonera. Ora però il tecnico olandese dovrà capire bene su quali giocatori puntare in vista della prossima stagione chiedendo anche qualche colpo a Berlusconi. In esclusiva per IlSussidiario.net, Federico Bertone, giornalista di 7 Gold molto vicino agli ambienti rossoneri, ha parlato del calciomercato Milan.

Il Milan a Seedorf. Quali sono le sue sensazioni sul tecnico olandese? Non ci sono prove della sua bravura o meno come allenatore. Sono sensazioni positive perché Seedorf ha sempre avuto una mentalità vincente, per questo potrebbe ottenere risultati positivi anche da allenatore.

Cosa cambierà per Seedorf l’arrivo anticipato a Milano? Cambierà tanto perché potrà studiare bene la squadra e capire quali sono i giocatori da confermare in vista della prossima stagione.

Si aspetta qualche colpo a gennaio per l’olandese? Secondo me qualcuno potrebbe arrivare, certo è ancora presto fare valutazioni, ma un regalo potrebbe esserci e credo a centrocampo.

In quella zona del campo Seedorf preferirebbe i piedi buoni di Montolivo piuttosto che quelli “ruvidi” De Jong… Questa è forse una delle varianti di Seedorf, ovvero giocare con un giocatore tecnico davanti alla difesa piuttosto che con un mediano forte fisicamente. Ma dipenderà anche dal modulo.

Berlusconi tornerà a spendere per il Milan?

Io credo che Berlusconi spesso non abbia avallato alcuni acquisti richiesti da Allegri come per esempio Nainggolan. Seedorf è una scelta del presidente, c’è tanto feeling, credo che sarà disposto a spendere per l’olandese.

L’addio di Allegri è stato avvertito in maniera differente dai giocatori. Come mai? La sensazione è che lo spogliatoio fosse diviso in due, infatti qualcuno è rimasto dispiaciuto, altri invece hanno esultato all’esonero di Allegri.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori