Calciomercato Milan/ News al 17 gennaio, Seedorf pensa a Krul. Ipotesi Borriello per l’attacco (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, Seedorf pensa a Krul come successore di Abbiati. Ipotesi Borriello in prestito per sostituire Pazzini. I rossoneri valautano il clamoroso ritorno.

essien_ballack
Michael Essien (infophoto)

Seedorf sa che in porta serve un cambio generazionale, Abbiati non potrà giocare in eterno e per questo i dirigenti del Milan stanno lavorando per l’acquisto di Tim Krul del Newcastle per la prossima stagione. Anche l’attacco è tornato a creare grattacapi al neo allenatore del Milan. L’infortunio di Pazzini complica il mercato dei rossoneri. Per l’attacco serve un’alternativa a Balotelli, un giocatore di peso che possa fare da perno. I rossoneri stanno pensando ad un clamoroso colpo low-cost: Borriello. L’attaccante della Roma non trova spazio e l’occasione di prenderlo in prestito per 6 mesi darebbe il tempo al Milan di sistemarsi per la parte rimanente di campionato e di poter pianificare con maggiore calma gli innesti per il prossimo anno. 

Sarà lontano da Londra il futuro di Michael Essien ma la meta resta ancora sconosciuta. Il Milan è una delle pretendenti per l’esperto centrocampista ghanese del Chelsea ma stando a quanto racconta l’agente dello stesso, fino ad oggi non ha ricevuto alcuna chiamata dai rossoneri. Fabien Pivetau, intervistato dai microfoni di Calciomercato.it ha spiegato la situazione: «Confermo che il mio assistito può partire a gennaio. Per lui ci sono diverse offerte, ma al momento non abbiamo ancora deciso quale sarà la sua prossima destinazione e dove giocherà in futuro. Proposte dall’Italia? No, nessuna al momento. Nessun club del vostro Paese mi ha chiamato». Essien vorrebbe lasciare lo Stamford Bridge per giocare di più e conquistarsi un posto ai Mondiali: il Milan è alla finestra ma a quanto pare per ora non ha ancora effettuato mosse concrete, forse in attesa della decisione finale di Seedorf e soprattutto del patron Berlusconi.

Torna lontanissimo dal Milan Paolo Maldini. Durante lo scorso autunno l’ex capitano rossonero era stato ad un passo da ri-varcare i cancelli di Milanello, entrando in rossonero nelle nuove vesti da dirigente. Peccato però che le cose, dalle parti di via Aldo Rossi, sono decisamente cambiate negli ultimi tempi: un nuovo allenatore, due a.d. e nuovi assetti dirigenziali. La conferma di Adriano Galliani, e i maggiori poteri conferiti a Barbara Berlusconi hanno decisamente fatto decadere l’ipotesi di rivedere lo storico capitano del Milan in rossonero. «Io dirigente del Milan? Perché succedano certe cose ci devono essere le condizioni necessarie e giuste e per ora non ci sono». Così Maldini a margine della All Star Night, evento organizzo ieri dalla Gazzetta dello Sport. Niente da fare quindi, i tempi non sono ancora maturi. Per ora è toccato a Seedorf tornare a Carnago dalla porta principale, chissà se in un futuro non troppo lontano ci sarà spazio per il giocatore più vincente del Milan ai piani alti del club rossonero. E a proposito del neo-tecnico del Milan, è saltata poco fa la presentazione in pompa magna dell’ex centrocampista olandese. La conferenza stampa si doveva tenere domani a Milanello ma Silvio Berlusconi non ci sarà per sopraggiunti impegni e di conseguenza il Milan ha deciso di rimandare il tutto a data da destinarsi.

E’ un Adriano Galliani depotenziato quello del Milan formato 2014. Da quando in via Aldo Rossi sono stati istituti i due a.d., da una parte lo storico manager monzese, e dall’altra la rampante Barbara Berlusconi, sono stati posti dei paletti nei confronti del numero due rossonero che ora potrà muoversi meno liberamente rispetto al recente passato. Le indiscrezioni circolanti nelle ultime ore e riportate in particolare da Radiocor, nota agenzia stampa economico-finanziaria, parlano di un limite di 25 milioni di euro per un acquisto e di 10 milioni di euro lordi di ingaggio. In poche parole, se Galliani vorrà assicurarsi un campione a cifre maggiori rispetto a quelle indicate sopra, dovrà prima interpellare sia Barbara quanto e soprattutto il patron Silvio Berlusconi per avere l’ok definitivo. Si tratta in realtà di una “falsa” nuova visto che storicamente il numero uno del Milan è colui che dà l’ultima parola su tutti gli acquisti. Un Galliani che nel frattempo è uscito allo scoperto, rilasciando delle brevi dichiarazioni sulla staffetta Seedorf-Allegri: «Seedorf darà una scossa alla squadra. Con lui ho soltanto sensazioni positive. Sono stati tutti molto collaborativi, lui è davvero carico. Per Allegri invece mi dispiace, ma è il destino di tutti gli allenatori».

C’è grande curiosità attorno al nuovo Milan di Seedorf. In base a come disporrà la squadra il neo-allenatore rossonero si capirà come interverrà il club sul mercato. A quanto pare fra i principali obiettivi continua ad esservi un rinforzo a centrocampo e il nome in cima alla lista dei desideri è quello del giovane Adam Maher, talento classe 1993 del PSV Eindhoven, già visionato da vicino dai rossoneri durante il preliminare di Champions League dello scorso agosto. Un’operazione non semplice visto che la squadra orange valuta il gioiellino ben 10 milioni di euro. Seedorf potrebbe comunque avere a disposizione un tesoretto extra per concludere l’operazione ma la parola finale toccherà come al solito al presidente Berlusconi, che dovrà decidere se fare un piccolo regalo al nuovo-arrivato o se virare su altro. L’alternativa a Maher si chiama Essien, in partenza dal Chelsea e voglioso di rimettersi in gioco in una big d’Europa per volare ai Mondiali con la nazionale ghanese. L’esperto centrocampista piace moltissimo a Seedorf quanto a Galliani.

E’ arrivata pochi istanti fa la deroga per Clarence Seedorf. Il sito ufficiale del Milan ha pubblicato il seguente breve comunicato: «Il Comitato Esecutivo del Settore Tecnico, come previsto dall’art. 40 del proprio regolamento, ha concesso la deroga per la stagione sportiva 2013/2014 al Sig. Clarence Seedorf quale responsabile della prima squadra. Pertanto Clarence Seedorf è il primo allenatore del Milan, mentre Mauro Tassotti è l’allenatore in seconda». Uno step importante affinché l’ex centrocampista olandese del Botafogo possa sedersi in panchina domenica sera a San Siro per la sfida in programma contro l’Hellas Verona, prima gara del Milan per il girone di ritorno della Serie A 2013-2014. Seedorf è in attesa di acquisire il patentino Uefa Pro, il massimo riconoscimento europeo per un allenatore, ma nel frattempo ha ottenuto la deroga così come capitato in passato anche con Leonardo.

Il Milan firmato Clarence Seedorf potrebbe divenire orange come non mai. Sono infatti moltissime le star militanti nel campionato olandese che sarebbero finite nel mirino del neo-tecnico rossonero. Preso di mira in particolare l’Ajax, ex squadra dell’allenatore del Milan, nonché uno dei più interessanti bacini del Vecchio Continente da cui attingere campioni in erba. Stando a quanto riportato da Tuttosport stamane, sarebbero ben 4 i lancieri nel mirino del Diavolo, a cominciare dall’ottimo trequartista/esterno d’attacco Viktor Fischer, 19enne nazionale danese. Per la difesa riflettori su Daley Blind, 23enne figlio d’arte, inseguito da vicino anche dal Napoli. C’è poi il capitano, Siem De Jong, centrocampista/trequartista all’occorrenza anche seconda punta, senza dimenticarsi di Davy Klaassen, anch’egli centrocampista, di soli 20 anni. Oltre a questi quattro attenzione infine anche a Denswil, 20enne difensore che non è una priorità ma che il Milan ha potuto visionare da vicino durante i Gironi di Champions. Cinque giovani davvero interessanti che potrebbero lasciare Amsterdam nelle prossime settimane o molto più probabilmente nei prossimi giorni anche se assicurarseli sarà tutt’altro che semplici, sia per le cifre richieste quanto per l’altissima concorrenza che il Milan troverà sul suo cammino.

Mister Seedorf ha fatto delle precise richieste di calciomercato ad Adriano Galliani. Vuole partire a rinforzare la rosa dal centrocampo. Tanti sono gli obiettivi di calciomercato. Il primo arriverà a giugno ed è il brasiliano Fernando del Porto. D’accordo col Milan nel rinnovo che firmerà coi lusitani farà inserire una clausola di rescissione molto bassa. Per il calciomercato di gennaio sono due i sogni del nuovo tecnico: il connazionale Hernanes in rotta con Lotito che però costa parecchio, circa 12 milioni e la Lazio non sembra interessata a contropartite tecniche e Parolo per il quale il presidente del Parma Ghirardi chiede Saponara più soldi. ma Galliani è stato molto chiaro con Seedorf: prima il Milan deve vendere. poi si vedrà. E un candidato a fare le valigie potrebbe essere mexes, conteso dal Monaco. Il difensore francese percepisce un ingaggio fuori dai nuovi parametri rossoneri e va in scadenza di contratto nel calciomercato di giugno. In più si racconta di vecchie ruggini tra lui e il suo ex compagno di squadra Seedorf. Un motivo valido per dirsi addio. 

Una stagione da protagonista dopo le difficoltà incontrate a Pescara. Mattia Perin, classe ’92, rappresenta la nuova scuola dei portieri di casa nostra; caduta un po’ in ribasso più per scelte di calciomercato che altro, oggi in grado di ridare lustro agli anni Novanta, quando eravamo proprietari del ruolo. Da Perin a Francesco Bardi, da Simone Colombi a Nicola Leali: tanti numeri 1 che si candidano un giorno a giocare nelle big del nostro campionato. Per Perin questo momento potrebbe arrivare presto, e cioè a giugno: su di lui infatti sono tornate concrete le attenzioni del Milan, che non lo perde di vista dallo scorso anno. La questione portieri in rossonero continua a essere nebulosa nella sua definizione: per ora sappiamo che Christian Abbiati potrebbe rinnovare il contratto in scadenza ma restare come secondo, mettendo a disposizione la sua esperienza nello spogliatoio e nei consigli al collega che ne prenderà il posto. Chi sia questo collega ancora non si sa, ma le quotazioni dell’attuale numero 1 del Genoa sono in rapida ascesa: oggi lui più di Gabriel, che invece ha mostrato qualche tentennamento di troppo e potrebbe uscire per giocare in prestito da qualche parte (lo farà ora, potrebbe farlo il prossimo anno). A proposito di ciò, calcissimo.com ha intercettato Moreno Roggi, procuratore del ragazzo di Latina, per fare chiarezza sulla vicenda: “Al Genoa si trova alla grande, è molto giovane ma ha già diversi estimatori”. Si capisce tra le righe che la Juventus lo sta puntando (ma a Vinovo considerano maggiormente l’opzione Nicola Leali), ma anche che il Milan ci pensa eccome. “Non so se siano interessati, ma credo che in questo momento i rossoneri abbiano altre priorità”. In realtà sappiamo che Clarence Seedorf ha chiesto ad Adriano Galliani, come prima cosa quando è sbarcato a Milanello, un portiere per il prossimo giugno: dunque è possibile che il Milan si faccia già avanti con il Genoa con il cartellino del ragazzo; visti i rapporti più che ottimi tra Galliani ed Enrico Preziosi, l’operazione si potrebbe chiudere anche adesso con Perin che rimarrebbe a Genova fino al termine della stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori