Calciomercato Milan/ Novità Savic, concorrenza per Rodriguez. Notizie del 2 gennaio (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Il Milan si è messo sulle tracce di Stefan Savic, difensore centrale della Fiorentina sbarcato in estate nell’ambito dell’operazione Jovetic. Sul piatto il cartellino di Alessandro Matri

nainggolan_bianca
Radja Nainggolan (Infophoto)

Spunta un nome nuovo sul taccuino di mercato di casa Milan. Stando a quanto raccolto dai colleghi di Goal.com sembra che i rossoneri stiano pensando a Stefan Savic, difensore centrale della Fiorentina sbarcato all’Artemio Franchi dal Manchester City la scorsa estate, nell’ambito dell’operazione che ha portato in Inghilterra Jovetic. La trattativa non è delle più semplici ma neanche impossibile visto che il nazionale montenegrino classe 1991 non è esploso in quel di Firenze e in caso di offerta ad hoc la dirigenza toscana potrebbe cederlo. La valutazione dell’ex City si aggira attorno ai 15 milioni di euro ma il Milan potrebbe decidere di abbassare tale esborso monetario inserendo qualche contropartita tecnica. Fra i molti esuberi in rossonero occhio alla situazione di Alessandro Matri, ex attaccante della Juventus che non ha trovato spazio a Milanello da agosto ad oggi. Attenzione infine ai rumors riguardanti Ricardo Rodriguez, difensore del Wolfsburg e della nazionale svizzera, da diverse settimane accostato ai rossoneri. Stando a quanto riportato da Tuttomercatoweb.com sulle tracce del rossocrociato vi sarebbero diverse società blasonate oltre ai rossoneri, ed in particolare il Chelsea e il Manchester United.

Torna a circolare il nome di Maxi Lopez in casa Milan. L’indiscrezione è riportata stamane dal Corriere dello Sport che con un passaggio un po’ contorto ma plausibile, associa il nome dell’attaccante argentino ai colori rossoneri. Stando a quanto scrive il quotidiano romano, Clarence Seedorf vorrebbe l’attuale attaccante del Catania con se in Brasile, fra le fila del Botafogo. Non è infatti una novità il fatto che l’ex centravanti del Barcellona sia stato messo in vendita dai rossoazzurri in occasione della finestra di riparazione di gennaio. L’ex centrocampista rossonero vorrebbe dargli una chance e secondo molti si tratterebbe di una sorta di esame in vista della prossima stagione, quando Seedorf tornerà a Milanello nel ruolo di tecnico e potrebbe quindi presentarsi con il biondo centravanti argentino sotto braccio. Del resto Maxi Lopez ha lasciato un buon ricordo di se a Milanello e al Diavolo un attaccante in più non potrebbe che fare comodo. Sono infatti previsti diversi movimenti nei prossimi mesi, soprattutto in uscita.

Dopo il giovane Niang rischia seriamente di perdere il posto Alessandro Matri; l’ex Juventus ha deluso le attese, siglando una sola rete in sei mesi e per lui si parla di possibile cessione già nelle prossime settimane. In agguato c’è sempre l’Inter, società che cerca un attaccante di razza da inserire in rosa. Il centravanti di Sant’Angelo Lodigiano piace anche al Napoli, ma il club partenopeo sarebbe un po’ spaventato dallo stipendio dello stesso, pari a 1,5 milioni di euro netti per soli sei mesi, troppi per le casse del club campano. Attenzione anche a Mario Balotelli. Smentite le voci riguardanti il Galatasaray di ieri, ma tutto potrebbe succedere in estate, quando presumibilmente il Milan sarà costretto a fare cassa se non dovesse qualificarsi in Champions League (ora pura utopia).

Sale altissima l’attesa per lo sbarco di Keisuke Honda a Milano. Fra due giorni, alle ore 18.25, il nazionale giapponese metterà piede a Malpensa indossando la casacca rossonera prontamente recapitatagli negli scorsi giorni. Il primo approccio dell’ex CSKA Mosca con il Diavolo sarà decisamente intenso: il 5 le visite mediche, il 6 a San Siro per l’Atalanta, il 7 allenamento e l’8 la presentazione in pompa magna in diretta tv al Meazza, nella sala Executive (ore 12.30), così come avvenuto l’anno scorso per Mario Balotelli. Nel frattempo il Milan prosegue la sua opera di sfoltimento e dopo Niang potrebbe salutare anche Zaccardo. Il centrale di difesa d’esperienza è ormai un panchinaro fisso e l’arrivo di Adil Rami dal Valencia ha ulteriormente complicato i suoi piani. Per lui è molto probabile un ritorno a Parma, squadra nella quale ha lasciato un ottimo ricordo di sé.

Clarence Seedorf è sempre più vicino allo sbarco a Milanello. Il centrocampista del Botafogo prenderà il posto di Allegri a partire dal prossimo giugno, quando il contratto del Conte Max scadrà, ma non sono da escludere novità. Qualora il Botafogo infatti dovesse essere eliminato dalla Copa Libertadores in occasione della sfida di febbraio contro gli ecuadoregni del Deportivo Quito a quel punto l’esperto olandese potrebbe decidere di abbandonare anzitempo il club brasiliano per trasferirsi immediatamente a Milano. Non va infatti dimenticata la situazione in cui si trova attualmente il Milan e soprattutto Allegri, che oltre ad avere l’accordo in scadenza a giugno, naviga in acque decisamente agitate, con la zona retrocessione maledettamente vicina. Nel frattempo prosegue la rivoluzione ai vertici societari. Dopo l’addio di Ariedo Braida ufficializzato il 31 dicembre scorso, il Milan attende Sogliano e nel contempo un nuovo direttore amministrativo. Moltissimi i candidati ma fra i tanti continua a spiccare Claudio Fenucci, attuale amministratore delegato della Fiorentina, che nonostante le classiche smentite di rito piace e non poco ai rossoneri.

L’agente Fifa Morabito, intervistato in esclusiva dalla nostra redazione, parla del futuro di Balotelli, la cui permanenza a Milanello è in bilico ma solo in vista di giugno. Secondo Ze Maria, invece, lo sbarco di Honda è positivo ma non è abbastanza per questo Milan malato: qui le sue dichiarazioni.

Permane Radja Nainggolan in cima alla lista dei desideri di mercato del Milan in vista della finestra di riparazione che inizierà ufficialmente fra 24 ore. Nonostante la concorrenza agguerrita di Inter e Roma (e occhio anche alla Juventus sempre in agguato), il Diavolo non intende assolutamente mollare la presa per la stella rossoblu. Attualmente l’amministratore delegato rossonero, Adriano Galliani, si trova in Brasile per le vacanze natalizie e tornerà in Italia il prossimo 5 gennaio. Dal Sud America sta però tenendo sotto controllo la situazione ed avrebbe bloccato la partenza di Cristante; il giovane centrocampista rossonero è stato ufficialmente richiesto dallo Spezia di Mangia ma il numero due di via Aldo Rossi ha per ora detto no. Il baby regista del Diavolo rientrerebbe infatti nella proposta presentata a Cellino per avere la metà di Nainggolan e di conseguenza il Milan vuole attendere il rientro in Italia di Galliani e poi sbloccare eventualmente il tutto.

Non mancano comunque le alternative, a cominciare da Jorginho, centrocampista dell’Hellas di Verona reduce da una prima metà stagione decisamente interessante. Il nazionale italiano Under-21 era stato seguito da vicino già in Serie B poi il Milan decise di rimandare il tutto a tempi migliori. Ora l’idea sarebbe tornata di moda anche perché lo stesso Verona avrebbe chiesto Cristante (magari uno scambio?) e soprattutto a Milanello è atteso lo sbarco di Sean Sogliano. Il giovane e rampante direttore sportivo dell’Hellas andrà a sostituire nei prossime mesi Ariedo Braida, che si è congedato ufficialmente martedì scorso dopo 28 anni di onorata carriera al fianco di Galliani. Sono molti quelli convinti che Sogliano potrebbe presentarsi in zona Aldo Rossi proprio con Jorginho sotto braccio… Infine, l’ultima idea, quella che porta a Marco Parolo del Parma, centrocampista reduce da un’ottima stagione che gli è valsa anche la chiamata di ct Prandelli: su di lui è però in vantaggio la Roma che lo sta trattando ormai da diverso tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori